Smettete di paragonare il Coronavirus all’influenza, è da incoscienti!

Il coronavirus non è assolutamente come l’influenza stagionale, anche se molti sintomi sono simili. Fare questo paragone è da incoscienti!
Influenza-vs-Coronavirus

Oramai è ben chiaro quanto il Coronavirus abbia modificato le nostre vite ma, purtroppo, trattandosi di un nuovo virus, le informazioni che si hanno in merito sono poche o comunque non del tutto esaustive.
La comunità scientifica lo sta scoprendo, imparando a conoscere e sta osservando come agisce e come si comporta per poterlo studiare e arginare al meglio.

Ad oggi non possiamo fare una vera e propria stima dei casi esatti di contagi, morti o guariti. E’ un dato impossibile da ottenere perché non siamo in grado di conteggiare davvero tutti coloro che hanno preso la malattia perché il tampone viene fatto solamente a coloro che presentano sintomi riconducibili alla malattia. Per questo è probabile che in molte persone il Covid-19 si sia manifestato in una forma molto lieve o del tutto asintomatica e quindi lo hanno avuto e sono guarite per conto proprio senza neppure saperlo.

MA ATTENZIONE… Non possiamo assolutamente paragonare il Coronavirus Covid-19 alla normale influenza stagionale. E’ una bugia pericolosa che ci porta a sottovalutare l’intera situazione. Prendere sottogamba il virus, gia potente per conto suo, ci porta ad adottare comportamenti sbagliati e superficiali i quali non fanno altro che alimentare il Virus stesso. Bisogna guardare la realtà per quello che è ed accettare che non è una banale influenza.

Sono due cose distinte e separate e a farci capire che, purtroppo, si parla di qualcosa di ben più grave sono proprio i dati che ci arrivano dagli ospedali impegnati in primis per a fronteggiare il virus.
I numeri che devono farci prendere coscienza definitivamente di questa realtà sono due:

  • Il numero di pazienti che finiscono ricoverati in ospedale;
  • il numero di pazienti per purtroppo finiscono in terapia intensiva e/o subintensiva.

Questi sono dati che non si raggiungono con una banale influenza ed è bene che cominciamo a capirlo. Non a caso #iorestoacasa è diventato l’ hashtag più utilizzato.
Possiamo fermarlo, dobbiamo fermarlo e ricordiamoci che: se non lo alimentiamo, il virus muore.

Come distinguere il Coronavirus dalla semplice influenza

Purtroppo ad oggi distinguere il Covid-19 dall’ influenza non è proprio una cosa semplice e questo soprattutto perché entrambe le malattie possiedono i medesimi sintomi e dunque si manifestano allo stesso modo.
Entrambe le malattie possono colpire l’apparato respiratorio.

Stando a quanto dichiarato dal Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, vi sono alcuni sintomi che rappresentano un vero e proprio campanello d’allarme più di altri. Fare attenzione a questi, ci può aiutare a capire se siamo d’inanzi al Covid-19.
Vediamo quali sono:

FEBBRE

Queste deve essere superiore ai 37 e mezzo. Sostanzialmente si tratta di una febbre persistente che non scende mai al disotto della temperatura suddetta. Ricordiamo però, che nel 20% dei casi, può anche non essere presente o comparire in un secondo momento;

TOSSE SECCA

La tosse secca è un carattere distintivo. Spesso si presenta associata a febbre ed è molto insistente e fastidiosa.

MAL DI GOLA

E’ vero che il mal di gola è una sintomatologia tipica anche di una banale influenza o di un raffreddamento. Se però abbiamo febbre, tosse e raffreddore possiamo avere il sospetto che dietro ci sia altro.

POLMONITI

In casi più gravi, la malattia può degenerare in patologie che vanno ad intaccare le vie respiratorie. Ad esempio Polmoniti. In questi casi si iniziano ad avere delle difficoltà a a respirare, fiato corto o affanno.
In caso di Covid-19 si parla di polmonite interstiziale, la quale si distingue da da quella lobare di natura batterica. Si tratta comunque di una grave complicanza che si manifesta in quadri clinici seri e gravi.

CONGIUNTIVITE

In alcuni casi, a seguito del passaggio di questo virus, possiamo avere un arrossamento delle congiuntive e congiuntivite.

Conclusioni

Alla luce di quanto emerso in questi giorni, TOSSE E FEBBRE sono i sintomi più chiari di una possibile affezione virale, in questo caso da Covid-19.
Ciò ovviamente non bisogna dare per scontato per scontato che tutti coloro che sono presentano febbre e/o tosse possiedono il Coronavirus, sia chiaro. Ad ogni modo se la febbre persiste per oltre 6-7 giorni senza notare alcun miglioramento, NON ANDATE AL PRONTO SOCCORSO, bensì chiamate telefonicamente il vostro medico curante, contattate i numeri  112 il 1500 o ancora, rivolgetevi ai numeri che la vostra regione a predisposto in questo caso.

Altra cosa importantissima, non uscite e non intrattenete rapporti con altre persone per evitare eventuali contagi.
Ricordiamoci sempre: di rispettare le distanze di sicurezza, non usciamo di casa se non in casi di effettiva necessità e laviamoci spesso le mani per almeno 20 secondi.

Influenza: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *