Vaccino Covid, Spallanzani cerca volontari per sperimentazione

L’Istituto Spallanzani di Roma cerca “volontari sani, di ambo i sessi, di età compresa tra i 18 e i 55 anni e tra i 65 e gli 85 anni, iscritti al Servizio sanitario nazionale, che non abbiano partecipato ad altri studi clinici negli ultimi 12 mesi e che non abbiano contratto Covid-19”. E’ l’annuncio pubblicato dallo stesso Spallanzani, alla ricerca di volontari per la sperimentazione di un vaccino ‘italiano’ contro il Covid. All’istituto capitolino sono arrivate le prime dosi per uso sperimentale e i test cominceranno il 24 agosto. “Se rispondi a questi requisiti e vuoi dare un tuo contributo nella lotta al coronavirus chiama il numero 06/55170203 dalle 09:00 alle 17:00 o scrivi una mail a dirsan@inmi.it”, si legge nel testo, con l’invito a diffondere il messaggio condividendolo sui social. (Adnkronos Salute)
Vaccino Covid, Spallanzani cerca volontari per sperimentazione

I dati sul covid non sono quelli che ci dicono. Tarro alla Camera spiega la verità sui morti

Durante la conferenza stampa della Deputata Sara Cunial dal titolo “Coronavirus: Emergenza sanitaria o democratica?", il professor Giulio Tarro, 82 anni, virologo di fama internazionale, allievo di Albert Sabin (il padre del vaccino contro la poliomielite),  ex primario dell’ospedale Cotugno di Napoli, colui che isoló il vibrione del colera e due volte candidato al Nobel per la medicina, è intervenuto in merito alla mortalità del covid-19. Di seguito un estratto del suo intervento: La Cina a febbraio ci ha detto che ci trovavamo di fronte a una epidemia con una mortalità del 3-4%. Questi dati sono stati riveduti e corretti dal Dott. Fauci e pubblicati sul The Journal of Medicine: si è parlato di uno studio fatto su 1999 pazienti provenienti da 552 strutture ospedaliere e si è visto che la mortalità era al di sotto dell’1%. Questi sono dati importanti perché se guardiamo alle patologie l’81% dei casi è una malattia abbastanza modesta, febbrile, delle vie respiratorie. Abbiamo dei dati che sono ben diversi da quelli che sono stati forniti in Italia nei famosi bollettini di guerra delle ore 18. Noi abbiamo fortunatamente l’Istituto Superiore di Sanità il nostro garante che a fine marzo su oltre 3000 vittime è riuscito a studiare 909
I dati sul covid non sono quelli che ci dicono. Tarro alla Camera spiega la verità sui morti

Chiede info sulle autopsie sui morti covid alla Camera, procedimento disciplinare contro il Dott. Manera

Il Dott. Manera dopo aver chiesto in sala stampa alla Camera la ragione sul perché le autopsie siano state negate durante l'emergenza covid-19, invece di ricevere risposta ha ricevuto un procedimento disciplinare contro di lui da parte dell'Ordine dei Medici. Tempi difficili per i medici che esprimono opinioni diverse da quelle professate dall’Ordine dei Medici. L’ultimo esempio di questo intollerabile clima di censura riguarda il dott. Stefano Manera. Il dottor Manera è medico chirurgo e anestesista all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo e durante l’emergenza coronavirus ha visto con i suoi occhi sia i malati sia i morti, essendo stato in prima linea nel reparto di rianimazione. Recentemente aveva rilasciato una intervista a Virginia Camerieri per Byoblu24 che ha fatto molto scalpore e ha generato molte polemiche, dove ha sostanzialmente affermato che le autopsie sui deceduti per covid, che poi si sono rivelate fondamentali per trovare il miglior trattamento possibile per i malati, furono sconsigliate: "Noi abbiamo avuto una negazione nel poter fare le autopsie. Se vi ricordate era stato espresso un divieto nel fare le autopsie, e furono proprio due colleghi anatomopatologi dissidenti dell’ ospedale Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo che iniziarono a fare le autopsie sui primi casi, anche se questa
Chiede info sulle autopsie sui morti covid alla Camera, procedimento disciplinare contro il Dott. Manera

Dott. Giuseppe Di Bella: “Come migliorare la risposta immunitaria contro il covid”

Il dott. Giuseppe Di Bella spiega in una intervista come rinforzare il sistema immunitario contro il coronavirus e qualsiasi altro tipo di malattie infettive. Un intervento da non perdere. Era l'aprile scorso, in piena pandemia quando il dott. Giuseppe Di Bella, figlio del celebre Luigi Di Bella rilasciò questa interessantissima intervista a Telecolor sulle possibilità di rafforzare il sistema immunitario per dar "vita difficile" al covid-19. Il dottore parla umilmente e "senza presunzione" di fronte alle telecamere, "non sono un virologo", ammette quindi non conoscere direttamente i comportamenti di questo virus, ma sempre "senza presunzione" consiglia dei rimedi per migliorare la risposta immunitaria dell'organismo, che è la chiave per aiutare a combattere qualsiasi tipo di malattia infettiva. Ecco un estratto del suo intervento. "Visto che ancora non abbiamo dei rimedi portentosi ed efficienti contro il coronavirus mi sento di accennare, con molta prudenza, ad un uso piuttosto intensivo e continuativo dei retinoidi che hanno vitamine anti infettive. Un qualsiasi virus per realizzarsi deve superare una barriera epiteriale (vie respiratorie e digestive). Se trova un'immunità che funziona bene ha vita difficile, e i retinoidi fanno proprio questo, insieme alla vitamina C e alla melatonina che attiva l'interleuchina 2, che è un fattore dell'immunità". Questo ed altro nell'intervento
Dott. Giuseppe Di Bella: “Come migliorare la risposta immunitaria contro il covid”

Letalità del covid: ecco che spunta la verità. “Basta terrorismo”, il commento di Bassetti

Bassetti: il coronavirus ha una letalità irrisoria, altro che peste! Tutti i dati che lo confermano. L'infettivologo Matteo Bassetti a febbraio scorso, in piena pandemia affermò pubblicamente che il covid19 aveva alta contagiosità ma bassa letalità, una letalità simile alla pandemica suina del 2009, e non alla peste come affermavano in molti. Ebbene i dati di oggi gli danno ragione. Secondo l’indagine di sieroprevalenza – condotta dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss) – 1 milione e 482mila italiani hanno sviluppato gli anticorpi per il Coronavirus. Numeri che secondo Matteo Bassetti, danno una dimensione decisamente diversa del fenomeno. «Si tratta di un’infezione con una contagiosità più alta rispetto all’influenza stagionale, ma con un letalità per gli infetti decisamente inferiore ai numeri riportati», dice Bassetti alla trasmissione Agorà Estate, su Rai Tre. «Se pensiamo che tutti i 35mila decessi in Italia siano tutti legati al Covid, e sarà tutto da dimostrare, abbiamo una letalità che scende al 2% e ci pone molto più vicino al resto del mondo. Bisogna continuare ad avere l’atteggiamento che abbiamo avuto ma non fare terrorismo. Dobbiamo finirla con questa visione terrorizzante della popolazione». Di seguito l'intervento integrale sopra citato di Matteo bassetti.   "Si tratta di un'infezione con una contagiosità più alta rispetto all'influenza stagionale
Letalità del covid: ecco che spunta la verità. “Basta terrorismo”, il commento di Bassetti

Zangrillo e la sua verità sui bollettini dei contagiati della Protezione Civile

Alberto Zangrillo: "I bollettini della Protezione Civile sono mistificazioni al di fuori della realtà, contagiato non vuoldire essere malato". Alberto Zangrillo, primario dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Generale e Cardio-Toraco-Vascolare dell’ospedale San Raffaele di Milano torna a far parlare di se dopo le polemiche che si sono scatenate contro di lui per aver partecipato al convegno organizzato da Sgarbi in Senato. Per questo infatti è stato etichettato come uno dei "negazionisti del covid". Anche se Zangrillo non si definisce affatto un negazionista, e questo termine lo fa irritare molto. Negazionista è chi ha sempre messo in dubbio l'esistenza del covid, Zangrillo invece sostiene che il virus c'è stato, con tutta la sua potenza e virulenza, cosa che ha potuto constatare in prima persona e in prima linea, ma ora, come sostiene, è quasi scomparso a livello clinico. I bollettini sul coronavirus sono mistificazioni Intervistato da La Verità fa il punto della situazione sul coronavirus e sui bollettini periodici sui contagi della Protezione Civile. Secondo Zangrillo i bollettini della protezione Civile sono una beffa e una mistificazione della realtà: "Far credere alla gente che “contagio” sia uguale a “malattia” è una enorme mistificazione. Questo bollettino quotidiano diffuso dalla Protezione civile è una incredibile mistificazione. Come posso
Zangrillo e la sua verità sui bollettini dei contagiati della Protezione Civile

Come riutilizzare i noccioli di frutti estivi. Sicuramente non li getterete più

Avete mai pensato di riutilizzare i noccioli di frutti estivi? Dopo aver letto questo non li getterete più e darete loro una seconda vita
Come riutilizzare i noccioli di frutti estivi. Sicuramente non li getterete più

Trovati 3 anticorpi contro il Covid: un’iniezione proteggerà per 6 mesi

Scoperti 3 potenti anticorpi in grado di proteggere dal Coronavisus. Con una semplice iniezione ci si potrà proteggere per 6 mesi. Lo studio
Trovati 3 anticorpi contro il Covid: un’iniezione proteggerà per 6 mesi

Aifa autorizza i test al vaccino italiano anti-covid, servono 90 volontari

Continua senza sosta la ricerca di un vaccino efficace. L' Aifa ha dato il via libera ai test su un vaccino italiano anti-covid.Cosa comporta?
Aifa autorizza i test al vaccino italiano anti-covid, servono 90 volontari

C’è il rischio di una seconda ondata di Covid-19? La risposta dell’Oms

Purtroppo la pandemia non arresta la corsa e tutti ci chiediamo: c'è il rischio di una seconda ondata di Covid-19?Arriva la risposta dell'Oms
C’è il rischio di una seconda ondata di Covid-19? La risposta dell’Oms

Salute e Benessere, Rimedi naturali, Alimentazione sana, e prodotti biologici

Quante volte ti sei chiesto se avresti potuto curarti in modo al 100% naturale? Su Salute Eco Bio troverai tantissime soluzioni naturali per tutti i tuoi problemi, i trucchi e i segreti della medicina popolare tramandati di generazione in generazione che aiutano a curare, lenire e prevenire i problemi di salute e benessere più comuni. I nostri antenati avevano i rimedi giusti per ogni evenienza, conoscevano bene proprietà e benefici di alimenti ed erbe, avevano sempre qualcosa di buono e salutare da mangiare. Su Salute Eco Bio puoi trovare rimedi naturali per la salute e il benessere generale dell' organismo, utili consigli per un' alimentazione sana e per uno stile di vita sano all' insegna della natura. Inoltre sono presenti alcuni suggerimenti per affrontare i disturbi mentali più comuni e molti aggiornamenti rivolti alla ricerca scientifica. Dal punto di vista dell' ambiente, Salute Eco Bio si fa promotore di soluzioni rivolte alla sostenibilità ambientale e allo sviluppo sostenibile attraverso la promozione di energie rinnovabili. Il tutto è diviso per categorie per una facile navigazione.

Post recenti