Tutte le malattie e i problemi fisici associati allo stress

Mal di testa frequenti, insonnia e molti altri problemi fisici, potrebbero essere semplicemente legati all'accumulo di stress. Ecco cosa provoca lo stress eccessivo al nostro organismo.
Tutte le malattie e i problemi fisici associati allo stress

Fagioli Vs Carne: qual è la proteina migliore e cosa scegliere

Fagioli e carne, entrambi questi alimenti vantano alti livelli di proteine per il benessere dell'organismo e la costruzione dei muscoli. Ma come si confrontano in termini di proteine e nutrienti?
Fagioli Vs Carne: qual è la proteina migliore e cosa scegliere

I migliori rimedi casalinghi per togliere i graffi dai mobili

Non lasciare che un graffio rovini un bel mobile di legno. Graffi superficiali e segni poco profondi possono essere riparati con alcuni metodi fai-da-te. I rimedi casalinghi funzionano meglio se è graffiata solo la superficie o la finitura del legno. Se il segno va in profondità nel legno, parlate con un professionista delle possibili soluzioni. [caption id="attachment_29872" align="alignnone" width="1280"] Tavolo in legno[/caption] Se il graffio non è profondo, spolvera l'area interessata e puliscila con un panno in microfibra, poi prova uno di questi rimedi. I migliori rimedi casalinghi per togliere i graffi dai mobili Aceto bianco e olio d'oliva: Mescolare parti uguali di aceto bianco e olio d'oliva in una piccola ciotola. Usa un panno in microfibra e strofina la miscela sulla superficie graffiata, con un movimento circolare, finché i graffi non diventano meno visibili. Strofinarci sopra una noce: Gli oli di noce sono perfetti per riparare il legno danneggiato. Strofinare una noce sgusciata con movimenti circolari sul graffio. Lascia agire qualche minuto affinché l'olio della noce scurisca il legno. Spalmare del burro di arachidi: Il burro di arachidi è un buon trattamento di bellezza per il legno danneggiato. Strofinatene un po', lasciatelo per un'ora circa, poi pulite e lucidate. Aggiungere un po' di vaselina: Spalma la
I migliori rimedi casalinghi per togliere i graffi dai mobili

Secondo i nutrizionisti questo è il miglior succo di frutta da acquistare al supermercato

Il succo di frutta è un prodotto di largo consumo per molte famiglie italiane. E' un modo per integrare frutta nel nostro organismo in modo facile e veloce, senza la necessità di ricorrere alla frutta fresca. Ma i succhi di frutta contengono davvero per la maggior parte frutta fresca? Purtroppo NO. Allora quale scegliere? [caption id="attachment_29869" align="alignnone" width="1280"] Succhi di frutta[/caption] Il succo di frutta non dovrebbe essere altro che un frullato o centrifugato di frutta. ma purtroppo l'industria alimentare ci propina prodotti pieni di additivi, coloranti e conservanti. Ma per fortuna esistono anche dei prodotti con degli ingredienti genuini, che ci consentono di apportare una quota calorica nel nostro organismo pari a quella della vera e propria frutta fresca. Prima di acquistare una bevanda al supermercato bisogna selezionarla con cura, perché molto spesso la qualità è bassa. Per farlo bisogna leggere l'etichetta degli ingredienti, lo stesso vale per il succo di frutta. Come scegliere il succo di frutta Bisogna innanzitutto prestare attenzione ai succhi che hanno la più alta percentuale di frutta fresca, derivata preferibilmente da agricoltura biologica, per evitare di trovare sostanze chimiche indesiderata all'interno del prodotto finito. Poi è necessario prestare molta attenzione all'elenco degli ingredienti. Gli ingredienti citati per primi sull'etichetta sono
Secondo i nutrizionisti questo è il miglior succo di frutta da acquistare al supermercato

L’alcol favorisce l’Alzheimer negli anziani ma in pochi lo sanno

Il consumo di alcol in eccesso ha effetti negativi ben documentati sulla salute a breve e lungo termine, uno dei quali è il danno cerebrale che può portare al morbo di Alzheimer o ad altre forme di demenza. [caption id="attachment_29866" align="alignnone" width="1280"] Uomo anziano che beve vino[/caption] Un consumo eccessivo di alcol per un lungo periodo di tempo può portare a danni cerebrali e può aumentare il rischio di sviluppare la demenza. Ci sono molte prove di un aumento del rischio di demenza tra le persone che abusano di alcol. Molti studi dimostrano che l’uso regolare dell’alcol può lasciare segni irreversibili nel cervello. Si pensa che l'alcol in alte concentrazioni abbia un effetto tossico diretto sul rivestimento dei vasi sanguigni, promuovendo le malattie vascolari. Inoltre, l'alcol attiva un processo che danneggia le cellule cerebrali, chiamato eccitotossicità del glutammato, aumenta lo stress ossidativo e interferisce con il processo di creazione di nuove cellule noto come neurogenesi. Infine, l'intossicazione può aumentare il rischio di lesioni alla testa, esse stesse contribuenti ai sintomi cognitivi e alla demenza. Tuttavia, bere alcol con moderazione non è stato definitivamente collegato a un aumento del rischio di demenza, né ha dimostrato di offrire una protezione significativa contro lo sviluppo della demenza. Gli studi sulla relazione tra
L’alcol favorisce l’Alzheimer negli anziani ma in pochi lo sanno

Come conservare i limoni per tutta la stagione invernale e mantenerli freschi

Oggi parliamo di conservazione degli alimenti rivelando il Il segreto per conservare i limoni per mantenerli più freschi e più a lungo. Questo trucco per mantenere gli agrumi più freschi, più a lungo è utilizzato da molti. Come ogni buon trucco è semplice, efficiente e di provata efficacia. Conservare gli agrumi per più tempo possibile, evitando che vadano a male, è tutta una questione di umidità. Quindi come si fa a mantenere quell'umidità all'interno dei limoni? Come conservare i limoni per tutta la stagione invernale [caption id="attachment_29862" align="alignnone" width="1280"] Limoni riposti su una superficie[/caption] Per prevenire questo processo, i limoni dovrebbero essere tenuti in un ambiente con alta umidità. Tieni gli agrumi in una ciotola d'acqua nel tuo frigorifero. Questo metodo di conservazione degli agrumi può mantenerli freschi fino a tre mesi. Un altro metodo sarebbe quello di spremere il succo di limone in vasetti di vetro, sigillarli e riporli in freezer. Basterà scongelare il liquido all'occorrenza ed usarlo. I vasi sigillati permetteranno al vostro succo di avere un sapore come se fosse appena spremuto. Si può anche optare per tenere i limoni in frigo, in sacchetti con zip ben chiusi. Questo crea un ambiente umido su piccola scala e impedisce che quel limone perda troppo liquido,
Come conservare i limoni per tutta la stagione invernale e mantenerli freschi

Come rimuovere le macchie gialle di sudore dai cuscini

Vediamo come rimuovere le macchie gialle di sudore dai cuscini con ingredienti assolutamente naturali. [caption id="attachment_29859" align="alignnone" width="1280"] Cuscini sul materasso[/caption] I cuscini sono tra gli oggetti più usati nelle nostre case. Li utilizziamo almeno 8 ore al giorno, lasciandoci dietro capelli, trucco, sudore e sporco. Con il tempo, lo sporco si accumula, portando a cuscini macchiati. Fortunatamente, è possibile sbiancare e ridare vita a vecchi cuscini ingialliti lavandoli, trattandoli e mantenendoli con poche tecniche fai da te. Sappiate che, come regola di base, dovreste sempre controllare le etichette di manutenzione prima di lavare i vostri cuscini. Mentre la maggior parte dei cuscini sono lavabili in lavatrice, alcuni potrebbero richiedere un lavaggio a mano, poiché il tessuto o l'imbottitura del cuscino potrebbero rovinarsi in lavatrice. I cuscini si sporcano con il trucco, la pelle morta, il sudore, la bava della bocca eccetera. Prima di buttare via i tuoi cuscini e comprarne altri nuovi, impara come sbiancarli, rimuovere le macchie gialle e ridargli nuova vita. L'obiettivo primario di questo articolo è quello di fornire informazioni su come rimuovere le macchie di sudore dalle federe. Come rimuovere le macchie di sudore dalle federe dei cuscini   Le federe possono spesso essere macchiate dal sudore e dagli oli naturali del corpo.
Come rimuovere le macchie gialle di sudore dai cuscini

Bisogna prepararsi alla nuova allergia di settembre: di cosa si tratta

Da ora in poi bisogna prepararsi alle nuova allergia di settembre e di inizio autunno. Per i soggetti allergici il mese di settembre è uno dei periodi più difficili a causa. La causa risiede nel fatto che circolano nell'aria, trainati dal vento pre-autunnale, pollini che nono sono presenti in altre stagioni dell'anno. [caption id="attachment_29855" align="alignnone" width="1280"] Sintomi allergia di settembre[/caption] Il polline che circola nel mese di settembre è quello della pianta di ambrosia, che può essere abbastanza debilitante per il suo forte potenziale allergenico. L'ambrosia esce all'inizio di agosto e dura fino a ottobre, fino alla prima gelata. L'ambrosia e l'ortica e le erbe sono gli allergeni principali del mese di settembre. Il polline di ambrosia raggiunge i livelli massimi a metà del mese. Ambrosia: l'allergia principale del mese di settembre L'ambrosia di fine estate/inizio autunno è la causa più comune delle allergie autunnali. A seconda di dove vivete, le allergie autunnali alimentate dall'ambrosia possono iniziare in agosto o settembre e continuare per ottobre e forse novembre. I grani di polline sono leggeri e si diffondono facilmente, specialmente nei giorni di vento. Più l'autunno è umido e ventoso nella tua zona, più facilmente il polline si diffonde e più si sentiranno i tuoi sintomi
Bisogna prepararsi alla nuova allergia di settembre: di cosa si tratta

I 6 migliori rimedi per sbiancare i denti in modo naturale

Vediamo come sbiancare i denti a casa con questi rimedi naturali fai da te, semplici ed efficaci. [caption id="attachment_29852" align="alignnone" width="1282"] Sbiancare i denti[/caption] Hai intenzione di migliorare il tuo sorriso, ma non vuoi investire denaro per i trattamenti? Non ti convincono nemmeno gli appositi gel in commercio o le strisce sbianca denti? Questi prodotti potrebbero essere in grado di sbiancare i tuoi denti, ma possono anche danneggiarli perché sono prodotti con sostanze chimiche. Alcuni rimedi naturali e casalinghi sono efficienti, sicuri e possono sbiancare i tuoi denti. Usare prodotti e metodi naturali per lo sbiancamento dei denti è la strada da percorrere. Ecco sei modi per sbiancare naturalmente i tuoi denti senza l'uso di sostanze chimiche dannose. Per prima cosa, lavati i denti regolarmente   Togliamoci subito il pensiero, lavarsi i denti ogni giorno è la cosa più importante da fare per mantenerli brillanti. Se non ti sei lavato i denti regolarmente, assicurati di iniziare a farlo subito. Se ti sei lavato i denti tutti i giorni e i tuoi denti risultano ancora giallastri, prova a spazzolarli più spesso, soprattutto dopo aver mangiato o bevuto. Tuttavia, non spazzolare immediatamente dopo aver assunto cibi o bevande acide perché potrebbe portare all'erosione. Per dare al tuo sorriso un po' di
I 6 migliori rimedi per sbiancare i denti in modo naturale

I sintomi dell’Alzheimer si manifestano anni prima, a cosa fare attenzione

I sintomi dell'Alzheimer possono manifestarsi anni prima, ecco quali sono e a cosa prestare particolare attenzione. [caption id="attachment_29849" align="alignnone" width="1281"] Cervello e Alzheimer[/caption] Sei preoccupato per la tua lucidità mentale? O forse quella di una persona cara? Una lieve dimenticanza può essere una parte normale dell'invecchiamento. Se hai problemi a ricordare il nome di qualcuno, ma ti viene in mente più tardi, non è un problema di memoria serio. Ma se i problemi di memoria stanno seriamente influenzando la tua vita quotidiana, potrebbero essere i primi segni della malattia di Alzheimer. Mentre il numero di sintomi che hai e quanto sono forti variano, è importante identificare i primi segni. È necessario porsi alcune domande. Vediamo quali sono i sintomi che precedono il morbo di Alzheimer. I sintomi che precedono il morbo di Alzheimer Molti sintomi possono manifestarsi mesi prima della perdita di memoria negli anziani, che alla fine sviluppano la malattia di Alzheimer. Tra tali sintomi i più comuni sono la depressione e altri cambiamenti nel comportamento. Un nuovo studio solleva tante domande quante risposte sui primi sintomi della demenza. Lo studio in questione è stato effettuato dal British Medical Journal, dove sono stati esaminati pazienti addirittura anni prima dell'esordio della malattia di Alzheimer. In tale studio gli
I sintomi dell’Alzheimer si manifestano anni prima, a cosa fare attenzione

Post recenti