L’acqua ideale da bere che aiuta a dimagrire in fretta

Non tutte le acque sono uguali,a ognuno la sua in base alle differenti patologie. Sapevate che esiste anche un'acqua ideale per dimagrire?Ecco cosa guardare
L’acqua ideale da bere che aiuta a dimagrire in fretta

Virologo Tarro: “gli asintomatici non sono contagiosi e il virus si sta spegnendo”

Di seguito vi mostriamo una intervista di Pierluigi Pietricola della Fonfazione Pietro Nenni al virologo di fama mondiale Giulio Tarro su indagine sierologica, asintomatici infettivi o no, cambiamenti nel decorso clinico dell’infezione da Sars CoV2, goccioline di contagio e distanziamento sociale. Prof. Tarro, partiamo dall’indagine sierologica che ha preso il via da pochi giorni in Italia. Che ne pensa? Ormai siamo a fine Maggio e, in tutta onestà, fatta adesso non vedo quale vantaggio se ne possa trarre. Io l’avrei fatta almeno un mese e mezzo fa, quando ancora la curva dei contagi era considerevolmente alta. Ciò che ha fatto il dott. Pasquale Bacco con il suo studio, il quale ha riscontrato che nell’ultimo semestre, su un campione di oltre 7000 sieri, vi era il 35% di positività alle IgG per il Sars CoV2. Noi abbiamo basato tutto sui tamponi, i quali non solo sono poco attendibili, ma come il Washington Post ha detto in un suo articolo recente, parrebbe persino che abbiano favorito il contagio, almeno in alcuni casi. Da noi se si risulta positivi alle IgG, bisogna procedere a fare il tampone; e se si è positivi al Sars CoV2 bisogna restare in quarantena per due settimane. Pensa sia giusto? Mi pare
Virologo Tarro: “gli asintomatici non sono contagiosi e il virus si sta spegnendo”

Autopsie sui morti con covid-19: molti deceduti per trombosi

Perchè ci sono stati così tanti morti da coronavirus? Il covid-19 crea altre complicazioni oltre quelle che già conosciamo? La risposta arriva dalle autopsie effettuate al Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Bergamo è stata una delle città più colpite in assoluto dall'emergenza sanitaria Coronavirus, città nella quale a risultare immediatamente allertata per contrastare l'onda d'urto generata dalla malattia è stata la struttura ospedaliera del Papa Giovanni XXIII. L'ospedale infatti, per cause di forza maggiore, dall’inizio dell’emergenza sanitaria, è stato tra i primi a riconvertire i propri reparti per creare nuovi posti in Terapia intensiva, diventando il più grande reparto dedicato alla terapia intensiva dell'intero continente europeo. Si era arrivati infatti ad ospitare contemporaneamente ben 500 pazienti affetti da Sars-Cov-2. Ovviamente essendoci stati più pazienti sono avvenuti anche più decessi, e fare le autopsie su una buona parte dei deceduti avrebbe portato a scoprire maggiori indizi per combattere il covid-19. E questo è ciò che hanno fatto all'interno della struttura, in controtendenza alle linee guida del Ministero della Salute che prevedevano di non fare autopsie sui morti accertati da covid semplicemente perchè già si conosceva la causa del decesso. Questo il contenuto di una circolare ministeriale che metteva il freno a questa importante possibilità di analisi e
Autopsie sui morti con covid-19: molti deceduti per trombosi

Mascherine e guanti in mare: è già disastro ambientale

Si sperava che la pandemia potesse cambiare alcune persone, che la quarantena forzata invitasse a riflettere sugli sbagli e i comportamenti del passato, ma purtroppo era solo un'illusione. Incivili eravamo, incivili siamo e, se nemmeno questa dura prova è riuscita a cambiarci, molto probabilmente incivili resteremo. Se il lockdown ha avuto un impatto significativo sull'inquinamento e sulla qualità dell'aria che respiriamo, determinando un crollo nelle emissioni di anidride carbonica e diossido di azoto, la Fase 2 dell'emergenza coronavirus sta avendo un effetto totalmente opposto sull'ambiente. Oltre al fatto che essendo ripresa la circolazione i livelli di inquinamento stanno pian piano risalendo, si aggiunge l'inciviltà delle persone. Sappiamo tutti che, specie nella fase 2 siamo obbligati ad indossare dispositivi di protezione individuale che una volta utilizzati dovrebbero finire nei rifiuti. Ma in molti stanno gettando a terra questi oggetti senza preoccuparsi dell'enorme impatto ambientale che questi determinano. Intanto, diversi volontari, come quelli dell’Associazione ambientalista Marevivo, sono già in azione per ripulire le spiagge, specie quelle siciliane «Andare in spiaggia e trovare tutti questi guanti e mascherine abbandonati è stato davvero demoralizzante», ci ha raccontato Luisa di @siciliamarevivo. 🔵 Leggi tutti i consigli su come gestire correttamente mascherine e guanti: https://t.co/IVHC4Y7ify pic.twitter.com/t93vpymMn3 — Marevivo Onlus (@MarevivoOnlus) May 23, 2020 La stagione
Mascherine e guanti in mare: è già disastro ambientale

Dimagrire bevendo acqua si può, ma solo se bevuta all’ora giusta

Dimagrire bevendo acqua si può, l'importante è berla negli orari giusti della giornata. Otterrete risultati assicurati e il corpo ringrazierà
Dimagrire bevendo acqua si può, ma solo se bevuta all’ora giusta

Intervista al Prof. Montanari e Fauci: mascherine utili solo per i malati

Il Prof. Stefano Montanari,è laureato in Farmacia nel 1972 con una tesi in Microchimica, ha cominciato fin dai tempi dell’università ad occuparsi di ricerca applicata al campo della medicina. E' l' autore di diversi brevetti nel campo della cardiochirurgia, della chirurgia vascolare, della pneumologia e progettista di sistemi ed apparecchiature per l’elettrofisiologia, ha eseguito consulenze scientifiche per varie aziende, dirigendo, tra l’altro, un progetto per la realizzazione di una valvola cardiaca biologica. Docente in diversi master nazionali ed internazionali, è inoltre autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Da anni svolge un’intensa opera di divulgazione scientifica nel campo delle nanopatologie, soprattutto per quanto riguarda le fonti inquinanti da polveri ultrafini. Di seguito riportiamo alcuni estratti di una sua intervista per Byoblu riguardo l'utilizzo delle mascherine, dove afferma che queste non sono necessarie per chi non è infetto, al contrario invece sono necessarie per chi lo è, ma si dovrebbero cambiare molto spesso. Tali dichiarazioni secondo Claudio Messora (fondatore di Byoblu) avrebbero "scatenato i poteri forti dell'informazione". "Le mascherine non sono in grado di fermare il virus, se una persona è malata, e con le goccioline di saliva butta fuori anche i virus che sono sospesi all'interno di tali goccioline allora in questo caso servono. Ma se
Intervista al Prof. Montanari e Fauci: mascherine utili solo per i malati

Delirio, depressione, ansia: gli effetti della psicosi da covid19

Autori: Dott. Jonathan Rogers e Dott. Edward Chesney. Articolo tradotto da The Conversation. Tosse, febbre, perdita dell'olfatto, questi sono i sintomi del COVID-19 che tutti conosciamo. Ma sapevate che la confusione colpisce il 20% o più dei pazienti in ospedale ricoverati con COVID-19? O che le precedenti epidemie di coronavirus sono state collegate ad alti tassi di malattie mentali in seguito? Come psichiatri che lavorano in un ospedale generale, siamo abituati a vedere pazienti con depressione, desiderio di autolesionismo, demenza e psicosi. Quello che abbiamo notato quando è iniziato il COVID-19 è che ci venivano indirizzati molti pazienti che erano disorientati, confusi e a volte con allucinazioni. Presi nel loro insieme, questi sono segni di una condizione nota come delirio. Il delirio è uno stato di confusione a breve termine che deriva da malattie come il COVID-19. I pazienti possono cambiare nel giro di poche ore e non sapere dove si trovano o cosa gli sta succedendo. Aggiungete a questo le paranoie e le allucinazioni visive che molti manifestano e capirete perché può essere un'esperienza piuttosto spaventosa. Ci sono stati due precedenti focolai di infezioni gravi da coronavirus: la sindrome respiratoria acuta grave (Sars) a partire dal 2002 e la sindrome respiratoria del Medio
Delirio, depressione, ansia: gli effetti della psicosi da covid19

OMS: “Il coronavirus non sopravviverà a lungo. Improbabile seconda ondata di contagi”

Finalmente una buona notizia, un messaggio di speranza che tutto questo possa finire e si possa tornare alla totale normalità è stato rilasciato ufficialmente da un membro dell' Organizzazione Mondiale della Sanità. La dottoressa spagnola Maria Neira, direttrice di sanità pubblica dell’Oms, Organizzazione mondiale della sanità, durante una intervista rilasciata alla radio spagnola RAC 1, ha affermato quanto segue: “Abbiamo abbassato così tanto la velocità di trasmissione che il virus avrà difficoltà a sopravvivere. Dobbiamo stare molto attenti ad affermare che questa è la fine dell’onda, ma i dati almeno ci mostrano che la trasmissione e l’esplosione delle prime settimane adesso sono state evitate”. Nonostante ciò la dottoressa invita ad avere “molta prudenza” e “buon senso” chiedendo poi alla popolazione mondiale di “non avere paranoie né un rilassamento eccessivo" e di "imparare a convivere con le malattie infettive”. Anche se recentemente ci sono stati vari messaggi tranquillizzanti da parte di molti virologi che affermano che il virus è potenzialmente destinato ad indebolirsi sempre di più nel periodo estivo, molti si chiedono se potrebbe esserci un ritorno a partire dal prossimo autunno, proprio come gli altri ceppi di coronavirus come l'influenza stagionale. Riguardo questo tema la dottoressa spagnola non crede che si possa essere una seconda massiccia
OMS: “Il coronavirus non sopravviverà a lungo. Improbabile seconda ondata di contagi”

La dieta della camminata: i segreti per dimagrire senza fare sacrifici

Perdere peso con la Dieta della Camminata a stomaco vuoto. Tutti i segreti e gli accorgimenti indispensabili per ottenere risultati strepitosi in poco tempo
La dieta della camminata: i segreti per dimagrire senza fare sacrifici

Prof. Zangrillo: “gli italiani devono sapere la verità, basta terrorismo sul coronavirus”

Il Prof. Alberto Zangrillo, direttore dell'unità di anestesia e rianimazione dell'ospedale San Raffaele di Milano è intervenuto in collegamento alla trasmissione Petrolio su Rai Due. Il dottore è apparso abbastanza irritato per quanto riguarda le previsioni catastrofiche e il terrorismo mediatico fatto sul coronavirus, che a suo dire non corrisponde all'attuale realtà dei fatti. <<E' ora di finirla con le analisi matematiche e statistiche che qualche tempo fa (in piena pandemia) hanno suggerito al governo di costruire 151mila posti di terapia intensiva. Io pretendo rispetto per  chi vive all'interno degli ospedali. venissero all'interno degli ospedali a vedere ciò che succede e poi parlino tutti (riferendosi a tutti gli organi di informazione che fanno terrorismo sul covid-19). Devono parlare dopo aver avuto accortezza di quello che accade. Gli italiani devono sapere la verità, non le previsioni più catastrofiche, e noi tutti abbiamo il dovere di rappresentare la realtà, quando questa era drammatica glie l'abbiamo rappresentata (riferendosi al periodo di picco dell'epidemia), anzi non abbiamo nemmeno avuto il tempo di rappresentarla (dato il rapido diffondersi della pandemia che provocava centinaia di ricoveri e morti ogni giorno). Adesso la realtà si è completamente modificata, se a qualcuno da fastidio che questo accada lo dica chiaramente>>. Queste ultime
Prof. Zangrillo: “gli italiani devono sapere la verità, basta terrorismo sul coronavirus”

Salute e Benessere, Rimedi naturali, Alimentazione sana, e prodotti biologici

Quante volte ti sei chiesto se avresti potuto curarti in modo al 100% naturale? Su Salute Eco Bio troverai tantissime soluzioni naturali per tutti i tuoi problemi, i trucchi e i segreti della medicina popolare tramandati di generazione in generazione che aiutano a curare, lenire e prevenire i problemi di salute e benessere più comuni. I nostri antenati avevano i rimedi giusti per ogni evenienza, conoscevano bene proprietà e benefici di alimenti ed erbe, avevano sempre qualcosa di buono e salutare da mangiare. Su Salute Eco Bio puoi trovare rimedi naturali per la salute e il benessere generale dell' organismo, utili consigli per un' alimentazione sana e per uno stile di vita sano all' insegna della natura. Inoltre sono presenti alcuni suggerimenti per affrontare i disturbi mentali più comuni e molti aggiornamenti rivolti alla ricerca scientifica. Dal punto di vista dell' ambiente, Salute Eco Bio si fa promotore di soluzioni rivolte alla sostenibilità ambientale e allo sviluppo sostenibile attraverso la promozione di energie rinnovabili. Il tutto è diviso per categorie per una facile navigazione.

Post recenti