Prof. Zangrillo: “gli italiani devono sapere la verità, basta terrorismo sul coronavirus”

25.7K Condivisioni

prof zangrillo coronavirus meno letale

Il Prof. Alberto Zangrillo, direttore dell’unità di anestesia e rianimazione dell’ospedale San Raffaele di Milano è intervenuto in collegamento alla trasmissione Petrolio su Rai Due. Il dottore è apparso abbastanza irritato per quanto riguarda le previsioni catastrofiche e il terrorismo mediatico fatto sul coronavirus, che a suo dire non corrisponde all’attuale realtà dei fatti.

<<E’ ora di finirla con le analisi matematiche e statistiche che qualche tempo fa (in piena pandemia) hanno suggerito al governo di costruire 151mila posti di terapia intensiva. Io pretendo rispetto per  chi vive all’interno degli ospedali. venissero all’interno degli ospedali a vedere ciò che succede e poi parlino tutti (riferendosi a tutti gli organi di informazione che fanno terrorismo sul covid-19). Devono parlare dopo aver avuto accortezza di quello che accade.

Gli italiani devono sapere la verità, non le previsioni più catastrofiche, e noi tutti abbiamo il dovere di rappresentare la realtà, quando questa era drammatica glie l’abbiamo rappresentata (riferendosi al periodo di picco dell’epidemia), anzi non abbiamo nemmeno avuto il tempo di rappresentarla (dato il rapido diffondersi della pandemia che provocava centinaia di ricoveri e morti ogni giorno).

Adesso la realtà si è completamente modificata, se a qualcuno da fastidio che questo accada lo dica chiaramente>>.
Queste ultime parole di Zangrillo lasciano presagire un suo sospetto, cioè che a “qualcuno” non giovi il fatto che l’epidemia stia scemando a tal punto da dargli “fastidio“. Forse perchè pensa che su questa epidemia si sia creata una speculazione a livello economico, politico o sociale. Di seguito mostriamo l’estratto sopra citato del suo intervento.

 

Il professore ha anche rilasciato recentemente una intervista all’ AGI sostenendo che il coronavirus ora è meno letale ed aggressivo molto probabilmente perchè sta risentendo dei fattori ambientali e delle temperature estive:
<<Oggi dopo diverso tempo serve non terrorizzare più le persone perché la carica virale è diminuita come attestano i tamponi”. Continua poi :” Attestiamo che il virus non è mutato ma che forse sta risentendo dei fattori ambientali e delle temperature.

Dobbiamo essere seri e non continuare a terrorizzare la gente visto che solo oggi al San Raffaele abbiamo attestato solo 4 positivi al covid19 ma tutti con fattori lievi>>.
In controtendenza con molti altri scienziati, virologi e organi di informazione, durante un’altro collegamento con la trasmissione “Live- Non è la d’Urso”, il primario torna a tranquillizzare gli italiani e ad invitarli, almeno per questa estate, ad andare in ospedale per curarsi senza la paura di contrarre il coronavirus:

<<Sarà un’estate di rinascita, di ripresa, sarà un’estate normale. Dal punto di vista sanitario non possiamo permetterci di trascurare delle altre patologie che uccidono delle persone semplicemente perché sono terrorizzate e pensano che venire in ospedale sia un grosso rischio: non è così>>.

Conclude infine:
<< I tamponi positivi di oggi hanno una carica virale che è di molto inferiore a un tampone fatto due mesi fa>>.

25.7K Condivisioni

Coronavirus: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *