Aifa autorizza i test al vaccino italiano anti-covid, servono 90 volontari

Continua senza sosta la ricerca di un vaccino efficace. L’ Aifa ha dato il via libera ai test su un vaccino italiano anti-covid. Cosa comporta e come avverrà la sperimentazione?
vaccino italiano anti-covid

E’ arrivato il via libera da parte dell’Aifa alla sperimentazione di un vaccino italiano anti-covid.
La notizia è stata diffusa direttamente dall’ Agenzia Italiana del Farmaco; tale vaccino sarà poi prodotto dall’ azienda bio-tecnologica “ReiThera”, con sede nel Lazio.

Per testare questo vaccino italiano anti-covid è previsto l’arruolamento di circa 90 volontari, comprendenti adulti ed anziani, appartenenti a differenti classi d’eta.

Test su vaccino anti-covid in due fasi

In un primo step inizierà la sperimentazione della fase-1, il cui obbiettivo è quello di osservare e valutare attentamente la sicurezza e l’efficacia del vaccino nei confronti del virus SARS-CoV-2; se le risposte saranno positive, potrà iniziare la fase 2.

Questo nuovo vaccino italiano si basa su un vettore adenovirale il quale ha già dimostrato di essere efficace e sicuro nei modelli animali. Questo aspetto lascia ben sperare ed apre scenari positivi anche per l’uomo. Lo studio e la sperimentazione umana prevedono il coinvolgimento di 90 volontari sani. Di questi soggetti, 45 con età compresa tra i 18 e i 55 anni, mentre l’altra metà con età compresa tra i 65 e gli 85 anni.

La sperimentazione avrà inizio con un primo gruppo di partecipanti giovani e poi,in base alle risposte immunitarie, si procederà con il restante gruppo.
La somministrazione di tale vaccino sarà condotta presso l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive “L. Spallanzani” di Roma e il Centro Ricerche Cliniche Verona.

L’AIFA afferma:

“Il vaccino verrà sperimentato su due gruppi. Entrambe i gruppi (più giovani e meno giovani) riceveranno tre bracci di trattamento contenente tre dosi crescenti, all’interno di queste diverse dosi ci saranno 15 partecipanti ciascuno, per un totale di 6 gruppi.
Inizialmente si partirà con i partecipanti più giovani, poi si procederà in maniera sequenziale. Ma sono dopo aver verificato con sicurezza ogni dato”.

Vaccini anti coronavirus nel mondo

In tutto il mondo vi è la corsa alla creazione del vaccino. Tutti impegnati a cercare di trovare la risposta migliore così da poter combattere attivamente questa tremenda pandemia che ha messo tutto il mondo in ginocchio.
Per quanto riguarda il nostro paese, tale vaccino italiano potrebbe rappresentare un punto di svolta importante se non decisivo; difatti ha già riscontrato vari pareri positivi sia dall’Istituto Superiore di Sanità che dal Comitato etico dell’INIMI Spallanzani.

Ci auguriamo che tutti questi sforzi impiegati a combattere il virus possano dimostrarsi realmente efficaci. Attualmente in tutto il mondo ci sono circa 200 osservati speciali nonché possibili candidati che, potenzialmente, si stanno impegnando per cercare di debellare quanto prima il virus.

Nello specifico esistono 6 vaccini tra i più quotati, uno di questi è quello che vede la collaborazione tra l’Italia e l’Università di Oxford. Tuttavia arrivano notizie incoraggianti anche dalla lontana Australia, la quale sta lavorando alacremente alla creazione di un vaccino chiamato COVAX-19; il tutto presso la prestigiosa Università Flinders di Adelaide, in Australia.

Vaccino coronavirus: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *