Stress da Coronavirus. Come reagire e come comportarsi in quarantena




La quarantena forzata imposta per affrontare questo periodo di emergenza epidemica porta a quello che può essere definito: stress da coronavirus. Come reagire e come comportarsi.
stress da coronavirus

La situazione che stiamo vivendo attualmente non è delle più semplici. Le restrizioni alle quali dobbiamo coscientemente attenerci, hanno stravolto le nostre abitudini e ci stanno lasciando un segno indelebile nelle nostre vite. Può sembrare strano ma, prima avevamo tutto eppure sembrava di vivere come se non avessimo niente… Oggi che abbiamo poco o niente, ci sembra di avere tutto… Eppure viviamo a metà!

La nostra famiglia, i nostri cari affetti, i nostri amici… tutti sono confinati nelle loro case per cercare di arginare questa epidemia, in alcuni casi addirittura, si è chiusi in casa completamente sa soli, lontani da tutto e da tutti.
Non è certamente una situazione facile da vivere, sopratutto se le tempistiche sono quelle che sono e, per questa ragione, parecchi italiani si  ritrovano ad affrontare la quarantena psicologicamente stressati, demotivati e scoraggiati da numeri impressionanti di contagiati e deceduti.

E’ così che lo stress da Coronavirus incombe.
Ma neppure in queste situazioni bisogna desistere e perdersi d’animo anzi, è in queste situazioni che bisogna dare il meglio di se per far vedere a noi stessi e al mondo intero di cosa siamo capaci. Per farlo occorre avere ben chiaro il quadro della situazione e scandire le proprie giornate rendendo più piacevole la nostra routine quotidiana.

Stress da Coronavirus: come prendersi cura della propria salute mentale

Potrebbe sembrare un’ impresa titanica cercare di affrontare al meglio questa situazione, la nostra salute mentale è qualcosa di cui prendersi cura e, in casi come questo, potrebbe risentirne in modo profondo. Tuttavia vi sono degli aspetti fondamentali da tener presente. Vediamo quali sono.

Diamo priorità alle cose che ci fanno star bene

Cerchiamo di modificare al meglio la nostra routine quotidiana facendo quelle cose che avremmo sempre voluto fare ma che mai abbiamo svolto.
Dipingiamo, ritinteggiamo pareti (magari acquistiamo la pittura online), facciamo giardinaggio o mettiamo a posto le cose che sono in disordine. Approfittiamo del tempo libero per essere connessi con i nostri famigliari anche se a distanza: facciamo video-chiamate, mandiamoci messaggi, fotografiamo attimi della nostra giornata per condividerli con loro.

Impariamo a cucinare pietanze differenti e cerchiamo nuovi stimoli, vediamo film, facciamo giochi di società e/o manuali. Insomma, diamo libero sfogo alla fantasia e alla creatività. Questo ci aiuterà anche a non pensare eccessivamente e a non cedere allo stress da coronavirus.

Prendere coscienza della situazione

In quanto esseri umani, siamo programmati ad avere paura dell’ignoto e di qualcosa che appare casuale e incontrollabile. Anche se è ragionevole che la gente sia preoccupata per l’epidemia di coronavirus, bisogna cercare di ricordare che gli esperti medici virologi, epidemiologi ed esperti di salute pubblica di tutto il mondo stanno lavorando duramente per contenere il virus in modo efficace, curare le persone colpite e sviluppare un vaccino il più rapidamente possibile.

Limitare l’uso di mass media e leggere informazioni di buona qualità

L’esposizione a grandi volumi di informazioni negative può aumentare le sensazioni di ansia e angoscia. Questo certamente non giova alla nostra salute psichica. Evitate di leggere i post dei social media che mettono in guardia da un’ apocalisse e non fatevi trascinare in discussioni da: “questo è giorno del giudizio”. È importante ottenere informazioni accurate da fonti accreditate ed evitare coloro che terrorizzano il lettore con allarmismi infondati speculando su situazioni già tanto drammatiche.

Bisogna attenersi ai fatti e affidarsi a fonti scientifiche. Questo è il modo migliore per mantenere la prospettiva e gestire i propri sentimenti in modo positivo.
Inoltre avere la mente sempre focalizzata su questa pandemia non aiuta, sarebbe utile poter pensare anche ad altro per non far svagare il corpo e lo spirito.

Cercare di mantenere un approccio tranquillo ma consapevole

Il panico diffuso può complicare gli sforzi per gestire efficacemente l’epidemia. Fate del vostro meglio per mantenere la calma e seguire i consigli ufficiali, in particolare per quanto riguarda l’osservanza di buone abitudini igieniche come quelle di cui siamo già a conoscenza.

Cosa non dobbiamo mai dimenticare per reagire e allontanare lo stress da coronavirus

  • Ricordatevi che è un periodo di isolamento temporaneo atto a rallentare la diffusione del virus.
  • Ricordate che il vostro sforzo è quello di aiutare gli altri nella comunità evitando di essere contagiati o di contagiare.
  • Rimanete in contatto con amici, familiari e colleghi tramite e-mail, social, video-chiamate o telefono.
  • .Impegnatevi in attività salutari che siano rilassanti e facciano bene alla vostra psiche.
  • Mantenere una regolare routine di sonno e mangiare cibi sani.
  • Fate attività fisica in casa.
  • Affrontate le routine nel miglior modo possibile e cercate di considerare questo periodo come una nuova esperienza che può portare benefici alla salute.
  • Per chi lavora da casa, cercate di mantenere un sano equilibrio assegnando orari di lavoro specifici, facendo pause regolari e, se possibile, creando uno spazio di lavoro dedicato.
  • Evitate le notizie e i social media se lo trovate angosciante.

Coronavirus e bambini. Come comportarsi con loro

Sappiamo che i bambini assorbono informazioni dai notiziari, dai social media e dalle discussioni che gli adulti hanno intorno a loro. Sembra sempre che siano distratti ma in realtà sono spugne e acquisiscono informazioni senza che noi ce ne rendiamo conto, a maggior ragione che adesso non possono andare a scuola e sono a casa con noi.

I genitori, in questi giorni, si trovano a dove rispondere ai loro tanti quesiti. Del tipo:
Perché non possiamo andare a scuola? Perché non posso vedere i miei amici? Perché non andiamo al parco?
Ebbene, gli psicologi affermano che occorre essere trasparenti con loro, dire la verità in modo da essere aperti e onesti con i bambini (ovviamente farlo con delicatezza e utilizzando le parole adatte). Questo è il modo migliore per aiutarli ad affrontare situazioni gravi come questa.

Cerchiamo di spiegare loro le cose con la massima calma, non facciamoci vedere nervosi o irrequieti per non trasmettere loro le medesime emozioni. Passiamo del tempo con loro facendoli sfogare con il gioco, colorando e disegnando. Magari utilizziamo il pongo o facciamo dei lavoretti con la pasta di sale. Tutto questo potrà sembrare poco o riduttivo ma è un modo per lasciarli sfogare.

Stress da Coronavirus: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

Leggi anche:Cosa ne pensi di questo articolo? Esprimi il tuo voto da 1 a 5 cliccando sulle stelle e condividi il contenuto in modo che anche i tuoi amici possano leggere queste informazioni. Grazie!
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *