L’alcol favorisce l’Alzheimer negli anziani ma in pochi lo sanno

Il consumo di alcol in eccesso ha effetti negativi ben documentati sulla salute a breve e lungo termine, uno dei quali è il danno cerebrale che può portare al morbo di Alzheimer o ad altre forme di demenza.

Uomo anziano che beve vino

Uomo anziano che beve vino

Un consumo eccessivo di alcol per un lungo periodo di tempo può portare a danni cerebrali e può aumentare il rischio di sviluppare la demenza.

Ci sono molte prove di un aumento del rischio di demenza tra le persone che abusano di alcol. Molti studi dimostrano che l’uso regolare dell’alcol può lasciare segni irreversibili nel cervello. Si pensa che l’alcol in alte concentrazioni abbia un effetto tossico diretto sul rivestimento dei vasi sanguigni, promuovendo le malattie vascolari.

Inoltre, l’alcol attiva un processo che danneggia le cellule cerebrali, chiamato eccitotossicità del glutammato, aumenta lo stress ossidativo e interferisce con il processo di creazione di nuove cellule noto come neurogenesi.

Infine, l’intossicazione può aumentare il rischio di lesioni alla testa, esse stesse contribuenti ai sintomi cognitivi e alla demenza.
Tuttavia, bere alcol con moderazione non è stato definitivamente collegato a un aumento del rischio di demenza, né ha dimostrato di offrire una protezione significativa contro lo sviluppo della demenza.

Gli studi sulla relazione tra alcol e alzheimer

In particolare due studi, condotti da da Alzheimer’s Disease International e dal National Institute for Health and Care Excellence (NICE) hanno esaminato le relazioni sul consumo di alcol e lo sviluppo della demenza.

In questi studi hanno trovato che gli individui che hanno bevuto pesantemente avevano più probabilità di sviluppare il morbo di Alzheimer o qualsiasi altra forma di demenza rispetto a quelli che si sono impegnati in un consumo moderato di alcol.

Ma cosa si intende consumare alcol con moderazione?

Viene tipicamente definito il consumo moderato di alcol come 1-14 unità di alcol a settimana per le donne e 1-21 unità a settimana per gli uomini. Le linee guida affermano che sia gli uomini che le donne dovrebbero limitare la loro assunzione a 14 unità a settimana. Un’unità dipende dalla quantità di alcol puro in un dato volume e può essere calcolata per specifiche bevande qui. Una linea guida di base per le unità di alcol è la seguente:

  • Un tipico bicchiere (175mL) di vino (12%): 2 unità;
  • Una pinta di birra a bassa gradazione (3,6%): 2 unità;
  • Una pinta di birra più alcolica (5,2%): 3 unità;
  • Un singolo shot (25mL) di alcolici come whisky, gin o vodka (40%): 1 unità.

Alzheimer: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *