Ricciardi: piano vaccinale a fine anno, “prima medici e anziani, poi tutti gli altri”

walter Ricciardi piano vaccinale coronavirus

Il consulente del ministero della Salute all’OMS Walter Ricciardi in una intervista a Repubblica rivela la strategia che verrà adottata in Italia per immunizzare il paese tramite il vaccino per il covid 19. L’annuncio è stato dato dopo aver appreso del contratto firmato dal ministro della Salute Roberto Speranza con AstraZeneca per la produzione del vaccino.

Un accordo da 400 milioni di dosi in tutta Europa per un vaccino in corso di sperimentazione che dovrebbe essere pronto entro la fine dell’anno.
Quando gli viene chiesto il motivo per cui sia stato scelto il vaccino di AstraZeneca tra i tanti in fase di sperimentazione in tutto il mondo Ricciardi risponde:

Il vaccino di AstraZeneca è in fase di sperimentazione più avanzata, cioè nella seconda fase. Lo stanno provando su 10 mila volontari. Rispetto agli altri gruppi che lavorano sullo stesso obiettivo hanno almeno sei mesi di vantaggio“.
Quindi, come affermato da Ricciardi, è stata scelta l’azienda farmaceutica che garantisce tempi più rapidi rispetto alle altre. Quanto ai tempi sottolinea: “Anche se in questo momento nessuno può dire al 100 per cento che arriveranno in fondo, se lo faranno potremo avere le prime dosi alla fine di quest’ anno“.

Precisa poi:
“AstraZeneca userà gli stabilimenti messi a disposizione, sulla base di accordi, dai produttori dei vari Paesi, tra i quali il nostro. Quindi noi produrremo in Italia, abbatendo i costi e aggirando così il rischio che altri Stati dove si preparano i vaccini ci lascino indietro”.
Ma se la sperimentazione di tale vaccino contro il coronavirus dovesse fallire?

“Si perderà un investimento in cui il pubblico e il privato hanno condiviso il rischio. Punteremo sugli altri vaccini, come quelli su cui la Ue sta per investire 2 miliardi del fondo Esi. Per questo abbiamo più candidati” afferma Ricciardi.
Qualora la sperimentazione dovesse andare a buon fine e quindi pronto per fine anno, Ricciardi spiega quale sarà il piano vaccinale per il nostro paese:

I primi a ricevere il vaccino saranno i lavoratori della sanità. E poi le persone a rischio, per età o perché colpite da certe patologie, e le forze dell’ordine. Dopo, toccherà a tutti gli altri. Le prime dosi, se gli studi clinici arriveranno in fondo, saranno somministrate tra novembre e dicembre“.

Coronavirus: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

1 Commento

  1. vito

    Deve ricordare al dott. Walter Ricciardi che il vaccino non ti rende immune e dopo i 65 anni il corpo umano non produce più anticorpi quindi che cosa volete fare uccidere tante persone anziane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *