E’ pericoloso fare sport e passeggiate veloci con la mascherina: rischio alcalosi

115.2K Condivisioni

Lunghe passeggiate, sport e corse utilizzando la mascherina possono essere molto dannose per la salute. Si va incontro al pericolo Alcalosi. Ecco perché.
correre con la mascherina

Fare attività sportiva è una forma di svago oltre che un modo per mantenerci in forma. In questi giorni così particolari in cui bisogna mantenere le distanze di sicurezza occorre avere maggiori accortezze ed attenzioni in più così da salvaguardare la nostra salute e quella di chi ci sta attorno.
Proprio riferendosi a questi aspetti, ci si è posti il problema se fare sport utilizzando la mascherina di sicurezza fosse una cosa buona oppure no. Ebbene, questa pratica può essere davvero pericolosissima per l’ individuo.

Dunque lo sport con la mascherina e Coronavirus sembrerebbero essere incompatibili. A dirlo sono anche innumerevoli medici, tra questi spicca il Dottor Alberto Macis, il quale sconsiglia vivamente l’uso della mascherina soprattutto se lo sport richiede particolare sforzo fisico.
Cerchiamo di capire meglio le motivazioni.

Sport con la mascherina e il pericolo Alcalosi

L’ utilizzo della mascherina quando si sta facendo una particolare sforzo fisico è assolutamente sconsigliata. In questi casi è da evitare sia se stiamo correndo ma anche se facciamo una passeggiata a passo svelto; insomma: in qualsiasi forma di attività motoria.
Ma perché?

Quando ci si sottopone ed uno sforzo fisico la mascherina di protezione è controproducente in quanto va a coprire completamente sia la bocca che il naso. In questo modo noi non facciamo altro che respirare all’interno di un ambiente chiuso e non ventilato il quale sarà sovraccaricato da un accumulo non indifferente di anidride carbonica.

Attenzione: maggiore sarà lo sforzo prodotto dall’attività fisica, maggiore sara la produzione di anidride carbonica che respiriamo all’interno della mascherina.
In casi come questo il pericolo è elevato: c’è il rischio di andare in alcalosi e quindi lo svenimento.
Per alcalosi polmonare si intende una condizione in cui il pH ematico sale al di sopra del normale valore di 7,4 e la causa che determina questa condizione di alcalosi è di carattere polmonare. Clinicamente si può riconoscere una condizione di Alcalosi nel momento in cui compare l’ iperventilazione, ovvero atti respiratori troppo frequenti, ma anche: forte tachipnea, nausea, capogiri, vomito, aritmie, rigidità muscolare, vertigini, disturbi del visus.

Questo problema non deve essere assolutamente trascurato anzi, deve essere tenuto ben a mente sia per chi pratica la corsa sia per chi esce a fare una camminata magari un po’ più lunga del solito; e ricordiamo: il pericolo tende ad essere maggiore soprattutto con le alte temperature.

Alla luce di questi risvolti, sarebbe consigliabile fare attività fisica solamente in posti non affollati così da poter rispettare la distanza di sicurezza. Se proprio vogliamo avere la certezza di non sbagliare, potremmo comunque portare con noi la mascherina di protezione ed indossarla solamente in casi in cui incontriamo più persone nel corso dello sport, in questo modo potremmo indossarla all’occorrenza così da non rappresentare un pericolo per noi e per gli altri, proteggendoli dalla vaporizzazione del respiro e dunque dalla formazione di “droplet”: ossia quelle famose goccioline in grado di veicolare il virus.

115.2K Condivisioni

Mascherine: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

1 Commento

  1. Maria Giovanna

    Buongiorno, vorrei avere qualche info sull’articolo, ovvero da dove sono tratte le informazioni sui problemi legati all’uso della mascherina. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *