Fibre di plastica nell’80%dell’ acqua in tutto il mondo!Lo studio

acqua inquinata fibre di plastica

Molto probabilmente in tutto il mondo miliardi di persone stanno bevendo acqua contaminata da microscopiche fibre di plastica!

Uno studio globale shock condotto da Orb Media, un’organizzazione no-profit di Washington, rivela che l’83% dell’ acqua considerata potabile in realtà è contaminata da microscopiche fibre di plastica.

Lavorando insieme ai ricercatori dell’Università statale di New York e dell’Università del Minnesota, la Orb Media ha testato 159 campioni di acqua potabile in città grandi e piccole di tutti i continenti, rilevando fibre di plastica in quasi tutti i campioni utilizzati. Basti solo pensare che il più basso tasso di contaminazione è stato registrato in Europa, che comunque si avvale di una percentuale molto alta, pari al 72%. Gli altri continenti hanno addirittura una contaminazione superiore all’ 80%, il primato va agli USA con il 94% dei campioni contaminati.
Il numero medio di fibre rinvenute ogni 500 ml di acqua oscilla tra il 4,8% degli Usa all’1,9% dell’Europa.


La dimensione delle particelle rinvenute va dai 2,5 micron fino a particelle  sufficientemente piccole da penetrare in cellule e tessuti, dove potrebbero causare seri danni all’ organismo. I risultati dell’analisi in esclusiva sono stati pubblicati dal  The Guardian.

[php function=3]

Ciò è dovuto alla massiccia quantità di plastica prodotta negli ultimi 60 anni, pari a 8,3 miliardi di tonnellate, che ha fatto sì che questo materiale, oltre a finire nella catena alimentare finisse anche nelle falde acquifere, oceani, mari, laghi e sorgenti.
Per quanto riguarda l’acqua in bottiglia, anche se si presenta confezionata in bottiglie di plastica, in genere vengono effettuati i dovuti controlli tali da eliminare il rischio di bere acqua contaminata da fibre.

Come ci sono finite le fibre plastiche nell’ acqua?

Il “mezzo” tramite il quale queste fibre plastiche siano finite nelle acque non è ancora chiaro, tuttavia i ricercatori hanno sottolineato delle ipotesi convincenti.

Abbigliamento. Le fibre sintetiche di abiti e scarpe vengono liberate nell’ aria per poi cadere al suolo;
Discariche a cielo aperto. Nelle discariche contenenti materiale plastico le fibre si diffondono sia nell’ aria che nel suolo;
Scarichi delle lavatrici. La lavatrice dopo aver lavato abiti sintetici scarica una acqua contenente una altissima concentrazione di fibre plastiche;
Erosione dell’ acqua. L’acqua erode le superfici plastiche riversando le fibre nel suolo.

[php function=4]

Si potrebbero fare altre decine di esempi….

Con la contaminazione dell’ acqua si contamina anche la catena alimentare. Il problema della plastica è diventato ormai strutturale. Altri 60 anni con questo “ritmo” e l’umanità non avrà scampo visto che è l’acqua la nostra principale fonte di vita, proprio quella che stiamo inquinando. Forse sarebbe ora di andare in un’altra direzione, quella dei materiali biodegradabili e scontentare le lobby del petrolio (principale componente utilizzato per produrre plastica)…

Copyrighted.com Registered & Protected AP3Y-WMC4-DETE-IXMO

[php function=5]
Condividi su [php function=8]

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...

1 Commento

  1. Pingback: Piatti di plastica: Sono dannosi eppure quasi tutti li usano

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *