Insegniamo ai nostri figli che le cose belle della vita non si comprano con i soldi

Insegniamo ai figli che le cose belle della vita non si comprano con il denaro.Ci sono cose che non hanno prezzo e ci regalano la serenità, QUELLA VERA.
Insegniamo ai nostri figli che le cose belle della vita non si comprano con i soldi

Le cose belle che non hanno prezzo

Insegniamo ai figli che le cose belle della vita non le possiamo comprare con il denaro… Ci sono cose che non hanno prezzo come l’ amore, la felicità, la famiglia e la salute; per questo insegniamo loro a vivere ringraziando per quello che hanno e non a lamentarsi per ciò che manca perché non si è ricchi per ciò che possediamo, ma per ciò di cui possiamo fare a meno e questo ci fa comprendere che la serenità, QUELLA VERA, non si acquista con il denaro.

Il consumismo offusca le cose belle della vita

E’ vero, viviamo in un mondo frenetico che impone di viaggiare al ritmo forsennato del consumismo… dove ognuno porta avanti la sua battaglia per cercare di vincere nella lotta a chi più può avere, ottenere e conquistare più dell’altro.
Questo accade perché il consumismo è alla base di tutto e, come disse Lev Tolstoj: “Il denaro è la schiavitù moderna” dove Tutto si compra e tutto si vende e, senza potercene accorgere, finiamo immersi in una società fuorviata con ossessione dell’ apparire ed avere l’ultimo modello di ogni cosa: che sia una maglia, un giocattolo, il telefonino, il videogioco, un’ automobile e tanto altro ancora!
Come dice un famoso detto: “i soldi non hanno mai fatto la felicità” e questo perchè più un uomo ne possiede, più ne desidera, finendo con il disperato bisogno di riempire un vuoto che sembra una voragine.

Avere tutto come e quando si vuole non educa alla vita perchè così facendo non si da il vero valore a quello che abbiamo e tale atteggiamento non fa altro che andare ad ampliare quella sensazione di vuoto, è a questo punto che ci ritroviamo soli con noi stessi.

L’autenticità della vita sta nelle piccole cose belle

C’è un tempo in cui poter sognare ma altra cosa è il saper distinguere la realtà e dunque sapere distinguere l’ idea della felicità dall’ idea della ricchezza, in questo sta la vera saggezza ed è questa che dobbiamo insegnare ai nostri figli; così facendo potranno carpire che l’ autenticità della vita sta nelle piccole cose belle e là dove ci sono valori veri come la condivisione, la compassione, l’ onestà, la solidarietà, il rispetto, il coraggio che ma soprattutto la ricerca della felicità, quella vera, che non si compra ne si vende!

Ricordiamo sempre che in ogni circostanza L’ ESEMPIO è il primo elemento conduttore dei nostri valori. Molte volte siamo noi stessi con i nostri atteggiamenti e con le dinamiche della vita ad insegnare le cose sbagliate ai nostri figli: i bambini sono uno specchio, sono ciò che noi li educhiamo ad essere: il lavoro ci impegna tutta la giornata, priva loro della nostra presenza e spesso gli raccontiamo che la nostra assenza è in funzione dei sacrifici che si fanno al fine di guadagnare per tutta la famiglia. E’ a questo punto che il bambino da al denaro un valore sbagliato ma sarebbe altrettanto errato compensare la nostra assenza comprando loro un regalo al fine di “recuperare”.

Il regalo più bello che possiamo fare ai figli è la nostra presenza, passare del tempo con loro giocando e condividendo momenti felici+; proprio questi ultimi rappresentano attimi intrisi d’ amore e di condivisione che restano impressi nel bambino aiutandolo a crescere fortificandolo nel carattere.

Cose belle: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

Leggi anche:Cosa ne pensi di questo articolo? Esprimi il tuo voto da 1 a 5 cliccando sulle stelle e condividi il contenuto in modo che anche i tuoi amici possano leggere queste informazioni. Grazie!
Insegniamo ai nostri figli che le cose belle della vita non si comprano con i soldi
4.6 (91%) 20 votes

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *