CALCIO per le ossa: dopo i 50 anni di età diventa pericoloso e dannoso! Altro che toccasana… Ecco perché

ECCESSO DI CALCIO

CALCIO per le ossa.Da toccasana a dannoso! Dopo una certa età può essere rischioso per la salute assumerne troppo. Ecco perchè e quanto assumerne!LA TABELLA

Certo si sa che è importante assumere latte quando si è in una fase infantile della vita! Esso apporta nutrienti indispensabili di cui, via via, possiamo farne a meno.
E’ importante sapere che nella popolazione italiana l’Assunzione dei media giornaliera corrispondente frazione di circa 500-800 mg di calcio. Spesso si assume tramite pasticche sotto forma di integratore alimentare.
(VAI GIU’ PER VEDERE LA TABELLA CON I VALORI)

A provare gli effetti nocivi del latte dopo una certa età è uno studio condotto all’ università di Auckland in Nuova Zelanda università e prova la sua inutilità, non rafforza più le ossa e può persino far male alla salute. Questo perchè la quantità di calcio in eccesso può accumularsi in corrispondenza delle pareti arteriose e causare problemi cardiovascolari, acuti sintomi gastrointestinali e sviluppo di calcoli renali.

Ad essere avvertite sono soprattutto e donne che si trovano in menopausa o che comunque hanno superato i 50 anni. Inoltre un eccessi di calcio può essere deleterio soprattutto in presenza di osteoporosi
Ovviamente l’eccesso di Calcio è nocivo anche per gli uomini quando assumerne in eccesso può rappresentare un rischio cerro e proprio.

Come scrive il sito huffington post:
“Un’elevata assunzione di latte potrebbe avere effetti indesiderati perché il latte è la principale fonte alimentare di D-galattosio. Gli esperimenti condotti sugli animali, secondo gli scienziati, dimostrano che una dose sottocutanea di 100 mg/kg di D-galattosio accelera l’invecchiamento nei topi. La dose per gli uomini corrisponde a uno o due bicchieri di latte.”

ECCO DEI VALORI INDICATIVI CHE MOSTRANO QUANTO CALCIO PUO’ ESSERE ASSUNTO. 

TABELLA calcio

 

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
loading...
loading...

Aggiungi un commento con il tuo profilo Facebook,Google+ o anonimo

Loading Facebook Comments ...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *