Ogni diabetico può abbuffarsi di questi cibi a basso indice glicemico

Cosa può mangiare un diabetico?  Ci sono cibi con basso indice glicemico ideali per affrontare al meglio questo problema di salute. Vediamo in cosa consiste l’alimentazione per diabetici.

Crostacei a basso indice glicemico

Foto pixabay.com

Cos’è l’indice glicemico?

Spiegandolo in termini semplici, possiamo dire che è la velocità con la quale i carboidrati e le proteine vengono prima prima digeriti, assorbiti ed infine rimessi in circolo nel sangue trasformati in glucosio.
Quest’ultimo, agisce su quella che comunemente viene chiamata glicemia, ossia la quantità di glucosio che è presente nel sangue (mg/dl).

A stimolare la produzione della glicemia vi è un particolare ormone prodotto dal Pancreas ovvero: l’insulina la quale è la maggiore responsabile della formazione di accumuli adiposi nel nostro organismo.
L’insulina è indispensabile per regolare la quantità di glucosio nel sangue evitando il l’incremento della glicemia, fattore caratterizzante il diabete mellito.

Per mantenere a bada i livelli glicemici nel sangue vi sono diverse trade da percorrere: in alcuni casi occorre fare uso di insulina, in altre bastano farmici per bocca in grado di mantenere l’indice glicemico moderato, in casi meno gravi può bastare fare attenzione all’alimentazione. Proprio in funzione di questo ultimo aspetto, è bene sapere che vi sono alcuni cibi indicati in quanto possiedono un basso indice glicemico per cui possono essere assunti anche da coloro che soffrono di Diabete (certamente non si sostituiscono a nessun farmaco). Vediamo insieme di quali cibi stiamo parlando.

Quali sono gli alimenti a Basso Indice Glicemico

E’ fondamentale seguire un’alimentazione sana, questa è alla base del corretto impatto sul nostro organismo ed è capace di determinare una situazione di benessere generale.
Abbiamo visto che l’indice glicemico altro non è che la velocità con la quale si sintetizzano ed assorbono i carboidrati e le proteine che vengono ingerite. Per non sovraccaricare il nostro organismo sarebbe buona cosa assumerne in quantità moderate perché la composizione chimica dei cibi è un fattore determinante.

Solitamente un cibo con basso indice glicemico è caratterizzato dall’abbondanza di fibre, un buon contenuto di acqua, ma anche povero in basso contenuto di proteine e carboidrati.
Ovviamente è sempre opportuno poter fare una dieta ipocalorica ma soprattutto varia che ci permetta di assimilare micro e macronutrienti in modo bilanciato.

I cibi con basso indice glicemico sono vari e ci permettono di spaziare con la fantasia, unico aspetto da tener presente, in quanto non può essere sottovalutato, è la cottura la quale non deve essere lunga e neppure elaborata. Per poter mantenere le sue proprietà chimiche un alimento dovrebbe essere cucinato il tempo necessario al fine che questo si mantenga integro dal punto di vista nutrizionale.

I cibi con un indice glicemico basso (5-25) sono:

  • crostacei,
  • spezie,
  • verdura,
  • sedano,
  • zucchine,
  • avocado,
  • zucca,
  • porri,
  • yogurt magro,
  • zenzero,
  • ciliegie,
  • broccoli,
  • cavolo,
  • cavolfiore,
  • verze,
  • melanzane,
  • carciofi,
  • asparagi,
  • olive,
  • noci,
  • cipolla,
  • erba cipollina,
  • pinoli,
  • noci,
  • nocciole,
  • fagioli,
  • insalata,
  • funghi,
  • anacardi arachidi,
  • piselli,
  • orzo,
  • cioccolato fondente,
  • kiwi.

Gli alimenti con un medio contenuto glicemico

I cibi a medio contenuto glicemico (30-35) sono:

  • pomodori,
  • passata di pomodori,
  • mais,
  • aglio,
  • albicocche,
  • latte (sia scremato che intero),
  • piselli freschi,
  • fagioli,
  • ricotta,
  • canditi,
  • riso,
  • mela,
  • prugne,
  • pesche,
  • pere,
  • pompelmo,
  • clementine,
  • lenticchie,
  • carote,
  • lievito di birra,
  • sedano rapa.

Altri alimenti che possono essere consumati anche se con moderazione sono: pane e pasta integrale, carni bianche e magre, olio di oliva, latticini e formaggi ( non più di due volte a settimana e preferibilmente che siano poco grassi).
E’ opportuno invece evitare o quanto meno moderare al massimo il consumo di: cibi contenenti i cosiddetti grassi “trans”, presenti ad esempio nei biscotti, crakers e merendine varie.

Fate a meno degli alimento la cui etichetta presenta la scritta di: grassi idrogenati o parzialmente idrogenati.
Evitate le bevande troppo zuccherate come i succhi e altre gassate. Moderate il consumo di alcolici.

Occasionalmente possono essere assunti anche: marmellate e confetture varie purché presentino un basso contenuto di zucchero, cioccolato, cibi elaborati come ad esempio le lasagne o la pasta al forno e via dicendo), gelati, merende, grissini, focacce con aggiunta di sale e/o olio, pane bianco e frutta secca.

Buona abitudine, oltre alla corretta alimentazione, è l’esercizio fisico.
Basta anche una buona e sana camminata aiuta a mantenere attivo tutto l’organismo.

Glicemia: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *