Eccesso di zuccheri nel Sangue. 13 segnali d’allarme dell’ Iperglicemia

Eccesso di zuccheri nel sangue (Iperglicemia). Fate molta attenzione ai 13 campanelli d’allarme che il nostro corpo ci manda. Scopriteli con noi
eccesso di zuccheri nel sangue
L’ Iperglicemia è un serio problema che, se non curato e tenuto sotto controllo, può sfociare in serie patologie. Nei casi più seri la glicemia può portare al coma e addirittura al cancro.

Cos’è l’ iperglicemia

Detto in maniere semplice, è quando c’è troppo glucosio nel sangue, al di sopra dei limiti consentiti, il quale denota un eccesso di zuccheri.

I valori che denotano l’ iperglicemia

I valori indicativi minimi per parlare di iperglicemia sono:

  • Il valore di soglia oltre il quale si può parlare di iperglicemia è di 126-140 milligrammi su decilitro di sangue a digiuno.
  • Tra 110 e 125 milligrammi vi è una situazione da tenere sotto controllo.

A soffrire di iperglicemia sono molte persone alcune delle quali neppure ne sono consapevoli.
Sostanzialmente il nostro corpo ci manda dei veri e propri segnali d’allarme che non devono essere assolutamente sottovalutati.
Ovviamente alla base di tutte queste disfunzioni, la causa di tutto ruota sempre intorno a ciò che si mangia. Infatti tutti possono avere un eccesso di zuccheri nel sangue ma il vero problema è quando i livelli di questa sostanza rimangono elevati per un tempo troppo lungo  tanto da causare gravi problemi di salute.

Loading...

Le cause che provocano un eccesso di zuccheri nel sangue

Un eccesso di zuccheri nel sangue può essere causato da una serie di fattori:

  • alimentazione smodata,
  • eccessivo consumo di dolci,
  • somministrazione insufficiente di insulina,
  • malattie,
  • uso di droghe,
  • stress,
  • poco esercizio fisico.

PER CAPIRE SE ANCHE VOI FATE PARTE DI QUELLE PERSONE CHE SOFFRONO DI ECCESSO DI ZUCCHERI NEL SANGUE, POTETE FAR RIFERIMENTO AD UNA SERIE DI SINTOMI I QUALI POSSONO AIUTARVI A CAPIRE SE IL VOSTRO ORGANISMO E’ IN UNO STATO DI SOFFERENZA.

I sintomi principali di un eccesso di zuccheri

  • secchezza delle fauci,
  • eccessiva sete, soprattutto alla mattina
  • aumento di peso
  • accumulo di grasso addominale in eccesso
  • lentissima guarigione delle ferite e tagli
  • bisogni di orinare molto frequente,
  • affaticamento o sonnolenza,
  • dimagrimento,
  • sensazione di malessere,
  • mancanza di appetito,
  • alti valori di chetoni nelle urine.
    pelle secca
  • problemi di stomaco
  • mal di testa frequente

Dunque, se spesso siete soliti andare al bagno, se avete ferite che difficilmente rimarginano, se avere sempre sete e la vostra pelle appare squamata ed irritata…
Fareste bene  controllarvi i valori di glicemia nel sangue.
Tutti questi sintomi messi insieme possono darvi seri problemi che a lungo andare non devono essere sottovalutati.
RICORDATE, SE AVETE TROPPI ZUCCHERI NEL SANGUE STATE INTOSSICANDO IL VOSTRO ORGANISMO, PER CUI DOVETE ASSOLUTAMENTE CORRERE AI RIPARI.

I rimedi per contrastare l’ iperglicemia

Una delle soluzioni più indicate per abbassare la glicemia è una alimentazione sana. Priva di eccessi e ricca di cibi poco grassi.
Ovviamente è buona cosa ridurre il consumo di dolci e quello di carboidrati, e utilizzare dei dolcificanti naturali al posto dello zucchero.
Consumate molta frutta e verdura, soprattutto quella di stagione.

eccesso di zuccheri nel sangue integratore iperglicemia fitosin

FitoSin 50 è un integratore alimentare che agisce come coadiuvante nei casi di aumentato livello di zuccheri nel sangue (iperglicemia)

Per contrastare l’iperglicemia, Un aiuto fondamentale arriva da:

  • pera
  • anguria
  • melone
  • kiwi
  • mela
  • banana
  • limone

E non solo. Consumate spesso anche:

  • ceci
  • patate americane
  • cipolle
  • carote
  • yogurt bianco
  • broccoli
  • quinoa
eccesso di zuccheri nel sangue quinoa senza glutine

Quinoa senza glutine

Condividi su

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...

1 Commento

  1. Pingback: Mangi frutta dopo i pasti? Allora ti conviene leggere questo

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *