Come scegliere i probiotici migliori per l’intestino che fanno dimagrire

L’assunzione di probiotici (o fermenti lattici) aumenta il numero dei batteri sani nell’ intestino,aiutandoci a dimagrire e risolvere vari problemi
Come scegliere i probiotici migliori per l'intestino che fanno dimagrire

L’intestino contiene batteri acquisiti alla nascita e in seguito in un processo chiamato colonizzazione. Molti di questi batteri sono considerati sani o “batteri buoni“. Le loro funzioni comprendono la trasformazione della fibra in acidi grassi, la sintesi di alcune vitamine e il supporto del sistema immunitario.

Probiotici: a cosa servono

L’assunzione di probiotici ( o fermenti lattici) può aiutare ad aumentare il numero di questi batteri sani.

Probiotici: cosa sono

Fondamentalmente si tratta di microrganismi vivi che forniscono effetti benefici nell’ intestino quando vengono consumati nelle giuste quantità. Possono essere consumati in forma di supplemento,integratori, capsule o in alimenti fermentati come crauti, kefir e yogurt.

Quali sono i probiotici migliori

Il tuo microbioma intestinale, o flora intestinale, è costituito da un’ampia varietà di batteri buoni. Alcune ricerche hanno dimostrato che alcuni ceppi sembrano essere più efficaci di altri per il trattamento di determinate condizioni di salute. Detto ciò ogni ceppo è utile per risolvere uno specifico problema. Assumendo una quantità sufficiente del probiotico giusto è importante per ottenere gli effetti desiderati. Esistono in commercio probiotici contenenti ceppi di batteri diversi, in base alle proprie esigenze. Tuttavia il probiotico efficace ideale dovrebbe avere le seguenti caratteristiche:

  • Occorre che siana incapsulato in una capsula di film, per risultare gastro-resistente.
  • Deve essere in numero molto elevato (almeno 1 miliardo di cellule vive per ceppo), in modo da assicurare che una quantità adeguata giunga all’obiettivo.
  • Deve essere privo di lattosio.

Di seguito ti indicheremo quali probiotici scegliere in base alle varie condizioni di salute.

Per aiutarti a perdere peso

Alcuni studi suggeriscono che l’assunzione di integratori probiotici può essere utile per raggiungere la perdita di peso e una composizione corporea più sana. Studi su animali e persone hanno scoperto che alcuni ceppi batterici possono ridurre la quantità di grassi e calorie assorbiti dall’intestino, promuovere un sano equilibrio dei batteri intestinali e ridurre il peso e il grasso della pancia .
Secondo un’analisi del 2014 di diversi studi, i probiotici che sembrano essere efficaci per la perdita di grasso includono Lactobacillus gasseri , Lactobacillus rhamnosus e la combinazione di Lactobacillus rhamnosus e Bifidobacterium lactis.

Per migliorare la salute del cuore

L’assunzione di probiotici può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache. Diversi studi hanno scoperto che alcuni batteri nello yogurt o integratori probiotici possono portare a cambiamenti favorevoli nei marcatori di salute del cuore. Questi includono una diminuzione del colesterolo LDL “cattivo”, un aumento del colesterolo HDL “buono” e una riduzione della pressione sanguigna.

Specifici ceppi batterici che sembrano essere efficaci nell’abbassare i livelli di colesterolo includono Lactobacillus acidophilus , Bifidobacterium longum e Lactobacillus reuteri.

Per ansia, depressione e scarsa memoria

C’è una forte connessione tra l’intestino e la salute del cervello. I batteri nel colon digeriscono e fermentano la fibra in acidi grassi a catena corta che nutrono l’intestino. Una ricerca ha dimostrato che questi composti possono anche giovare al cervello e al sistema nervoso.Una revisione di 38 studi su animali ed esseri umani ha scoperto che vari probiotici hanno contribuito a migliorare i sintomi di ansia, depressione, autismo, disturbo ossessivo-compulsivo e scarsa memoria.

I ceppi più comunemente utilizzati in questi studi sono stati Bifidobacterium longum , Bifidobacterium breve , Bifidobacterium infantis , Lactobacillus helveticus e Lactobacillus rhamnosus .

Per rafforzare il sistema immunitario

Alcuni studi studi suggeriscono che l’assunzione di integratori probiotici può spostare l’equilibrio dei batteri intestinali in un modo da aumentare le difese del corpo contro le allergie, le infezioni e il cancro.

Di particolare rilievo sono i ceppi Lactobacillus GG , Lactobacillus crispatus , Lactobacillus gasseri , Bifidobacterium bifidum e Bifidobacterium longum .
Questi tipi di batteri sembrano ridurre  in particolare il rischio di malattie respiratorie ed eczema nei bambini, così come le infezioni del tratto urinario nelle donne adulte.

Per aiutare a ridurre la stitichezza

La stitichezza è un problema che in alcuni casi si verifica una tantum, in altri è un vero e proprio problema cronico. La costipazione cronica è più comune tra gli anziani e gli adulti che sono costretti a letto, anche se può verificarsi anche nei bambini. Inoltre, alcune persone con la sindrome dell’intestino irritabile (IBS) soffrono di stitichezza persistente come sintomo principale.
I trattamenti convenzionali includono l’assunzione di lassativi e ammorbidenti delle feci. Tuttavia, negli ultimi anni, i cambiamenti alimentari e i supplementi probiotici sono diventati approcci alternativi sempre più diffusi.
Numerosi studi hanno dimostrato che l’integrazione con alcuni ceppi probiotici può ridurre la stitichezza sia negli adulti che nei bambini.

secondo gli studi, i probiotici che possono aiutare a ridurre la stitichezza comprendono i ceppi:  B. longum , S. cerevisiae e una combinazione di L. acidophilus , L. reuteri , L. plantarum , L. rhamnosus e B. animalis. Verificate la presenza di questi ceppi sull’ etichetta per acquistare il probiotico adatto per la stitichezza.

Per ridurre la diarrea

In alcuni studi sono stati trovati dei probiotici per per ridurre la frequenza delle feci nella diarrea legata all’infezione che si verifica con intossicazione alimentare e gastroenterite, comunemente nota come “influenza dello stomaco”, essi comprendono i ceppi: Lactobacillus rhamnosus GG , Lactobacillus acidophilus e Lactobacillus bulgaricus.

Per coloro che sono affetti dalla sindrome del colon irritabile invece, essa può sia provocare stitichezza (come sopra specificato), ma in alcuni casi diarrea.

Una ricerca suggerisce che alcuni probiotici sembrano essere particolarmente efficaci per la diarrea provocata dalla sindrome del colon irritabile, tra cui B. coagulans , S. boulardii e una combinazione di diversi ceppi Lactobacillus e Bifidobacterium.

Probiotici: controindicazioni

Questi microrganismi in genere non arrecano danni particolari. Tuttavia, l’assunzione di integratori probiotici può essere pericolosa per le persone che sono molto malate o che hanno un sistema immunitario compromesso.

PROBIOTICI: prodotti
I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

Leggi anche:Cosa ne pensi di questo articolo? Esprimi il tuo voto da 1 a 5 cliccando sulle stelle e condividi il contenuto in modo che anche i tuoi amici possano leggere queste informazioni. Grazie!
Come scegliere i probiotici migliori per l’intestino che fanno dimagrire
3.3 (66.67%) 6 votes


Condividi su
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *