La dieta per dopo le feste che depura e disintossica il corpo

Le Feste di Natale volgono al termine e, cosa più sensata e doverosa, appare certamente la necessità di rimettersi in forma e depurare il corpo e la mente.
Questo è uno dei buoni propositi che inaugura  l’arrivo del nuovo anno, pensate che secondo le stime di Coldiretti, oltre il 47% degli italiani considera la perdita di peso un degli obiettivi primari subito dopo le feste.
Tutti abbiamo bisogno di recuperare la forma fisica e per farlo occorre magiare mangiare cibi sani e poco grassi; il tutto coadiuvato dall’attività fisica che, in questi casi non può e non deve mai mancare.

Uno dei rimedi per tornare in forma e depurarsi è proprio l’ alimentazione sana e leggera, basata sull’assunzione di cibi non lavorati e di ingredienti semplici e leggeri: dunque si a verdura e frutta (soprattutto quella stagionale), si ai cibi detox e tisane depurative; ma no categorico al digiuno, in quanto è severamente dannoso per la salute e controproducente.

Per riequilibrare il nostro benessere e rimettere in forma un organismo appesantito e stanco dei molteplici cibi lavorati, è opportuno seguire una dieta del dopo festa che abbia un menù equilibrato e vario ma senza eccessi di nessun tipo: dunque ne eccessivamente drastica, ne troppo permissiva .
Ma quali sono i cibi detox che non possono mai mancare in una dieta post festa? Vediamo assieme di quali si tratta e come possono essere combinati.

I migliori cibi per una dieta detox per dopo le feste

Dieta per dopo le feste

Per una dieta ideale esistono dei cibi appropriati che favoriscono il naturale benessere la depurazione. Per iniziare con il piede giusto, fondamentale è la colazione, la quale deve essere sana e abbondante ma ricca di cibi magri e poco lavorati.

I CIBI DA EVITARE

Dite addio a: torroni e torroncini, no assoluto per i panettoni e merendine varie, no a cornetti o marmellate dolci, creme e cioccolata spalmabile.
Limitate l’uso del caffè e annullate del tutto gli alcolici e le bevande zuccherate o gassate. No ad eccessi di sale e condimenti vari, evitate i carboidrati raffinati.
No a carne rossa, uova e latte intero. Evitate come la peste gli insaccati come salame, mortadella e salsicce (sia fresche che secche), non al prosciutto crudo e limitate anche il prosciutto cotto. Abbandonate le fritture  ed evitate il consumo di patate e formaggi grassi e/o stagionati.

I CIBI SI

Potete sceglie di fare colazione con del latte scemato o latte di soia oppure caffè d’orzo e mangiare cereali e frutta fresca, ottimi per l’apporto di vitamine e sali minerali. Si anche allo yogurt magro con l’aggiunta di frutta fresca al suo interno. Cercate di moderare l’assunzione di caffè e l’eccesso di zucchero al suo interno.

Si a succhi di arancia ma non quelli confezionati. Qui si parla di succhi naturali e frullati vitaminici a base di verdure e frutta di stagione.
Si a carote e finocchi (questi ultimi in particolare sono diuretici), non devono mai mancare.
Potete assumere tranquillamente i cavolfiori e broccoli, ottimi anche i legumi tra i quali: ceci, lenticchie, fagioli neri e fagioli rossi. Si al farro e al riso, ai semi di chia e fiocchi d’avena.

Prediligete il consumo di pesce come ad esempio lo sgombro, il merluzzo, il tonno, la sogliola o il salmone (ma quest’ultimo con moderazione). Ottima è la carne bianca ma sempre prediligendo le cotture veloci o al vapore.
Potete variare l’alimentazione scegliendo di mangiare una buon piatto di bresaola.
Per spezzare la fame potete assumere frutta secca (noci, mandorle, anacardi ecc) ma senza esagerare; ideali anche sono le mele, pere ma anche i mandarini, si all’ananas e ai kiwi e ok anche alla banana ma non sa assumere tutti i giorni.

L’avocado dovrebbe essere un cibo che in una diete non dovrebbe mai mancare: è ricco di proteine e di grassi buoni, ideale per condire e insaporire insalate varie, sia a base di verdire che a base di pesce.
Un ottimo alleate per la depurazione è il porro, spinaci, biete, il sedano, la scarola, radicchio, cavolo cappuccia, verze, cavolo nero e cavoletti di bruxelles e funghi.

Il via libera per i formaggi è un po’ più complicato, per poterli mangiare fate passare un settimana dall’inizio della dieta detox e poi piano pianino iniziate ad aggiungerli ma occhio a quali mangiate perché non tutti i formaggi sono permessi: si a formaggio spalmabile, ricotta, parmigiano (con moderazione) e jocca ( con 97 kcal per 100g).

Per quanto riguarda i carboidrati prediligete quelli integrali e in ogni caso, mangiatene con moderazione ma senza eliminarli del tutto dalla vostra dieta giornaliera. Questo sono indispensabile per il corretto funzionamento metabolico.
Non dimenticate che per garantire il buon risultato della dieta post Natale un contributo fondamentale lo avrete dall’attività fisica che non dovrebbe mai mancare.

Questa andrebbe praticata almeno 3 volte a settimana per ina durata di 45 minuti. Basterebbe anche una camminata sostenuta.
Importantissima anche l’idratazione corporea assumendo almeno 2 litri di acqua al giorno.
Non ci resta che metterci all’opera e armarsi di costanza e determinazione!

Dieta: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *