La dieta pre natalizia per stare in salute e non ingrassare durante le feste

La dieta prima di Natale è importante per restare in salute e non ingrassare prima delle abbuffate natalizie. Bastano pochi accorgimenti per passare le festività in forma. Ecco cosa mangiare e cosa è bene evitare assolutamente.
Bisogna fare una dieta prima di natale per affrontare le festività nel migliore dei modi

Certo è vero, prima del Natale mancano ancora 3 mesi ma la giusta soluzione per non arrivare gonfi e con i chili di troppo (prima di prenderne sicuramente degli altri), è quella di iniziare a giocare d’anticipo stando attenti all’alimentazione.
Una bella dieta prima di Natale ci aiuterà a perdere un pò di peso in modo da arrivare in forma alla settimana natalizia.

Si sa, i pranzi e le cene, panettoni, torroni, brindisi vari e frutta secca sono alimenti altamente calorici, e in corrispondenza delle feste natalizie il loro consumo può risultare eccessivo per il nostro organismo.
Vi basti pensare che solitamente un pasto di Natale (o capodanno) completo può contenere dalle 4000 alle 6000 calorie. Pensate  che ingeriamo il fabbisongo calorico di circa 3 giorni, e lo facciamo in un solo pasto!
Ragionando per difetto potremmo calcolare che in una giornata di festa iniziamo con la colazione spesso a base di panettone, per non parlare del pranzo o cena ricco di pietanze come il cotechino o lo zampone oltre a tante altre sfiziosità, quindi continuiamo con qualche brindisi augurale con amici e parenti…E’ così che alla fine della giornata, se tutto ci va bene, “portiamo a casa” 4.000 Kcal.
E questo accade per ogni giornata di festa.
Dove 4 o più portate imbandiscono le nostre tavole e riempiono le nostre pance… Che sia Natale, la Vigilia di Natale così come il Capodanno o la Vigilia del nuovo anno.
Insomma, in questo periodo si scatena una vera e propria guerra culinaria in cui, ci capita di acquistare cibi inusuali ed ipercalorici, alimenti che mangiamo per un periodo di tempo fin troppo lungo, il quale può durare oltre un mese se calcoliamo che al 10 Gennaio cerchiamo ancora di smaltire le scorte di panettoni accumulati…
Morale della favola? A fine Gennaio abbiamo “guadagnato” 3-4 chili in più!

Proprio per questa ragione è buona cosa prepararsi con largo anticipo alle abbuffate delle feste, cercando di moderare gli apporti calorici nel periodo che precede tali festività altrimenti verremo travolti e sommersi ma un’infinità di calorie, grassi e zuccheri in eccesso i quali andranno a depositarsi su pancia, glutei, cosce e non solo. Tutto questo mettendo a rischio la nostra salute.
Quindi per prepararci al meglio per affrontale le feste occorre fare una dieta pre natalizia, è iniziare già da adesso non è per nulla presto.

Dieta prima di Natale: le regole da seguire

Affrontare una dieta prima di Natale, purché che sia sana e bilanciata, ci permette di arrivare alle varie festività di Dicembre in salute e armonia con il nostro organismo.
Così facendo potremmo permetterci di assaggiare ogni tipo di pietanza senza privarsi dei piaceri della tavola. Tutto questo è possibile facendo un po’ di attenzione a ciò che si mangia nel periodo precedente.
Ecco cosa non deve mai mancare in una dieta ipocalorica:

INIZIAMO LA GIORNATA CON UNA COLAZIONE SANA E BILANCIATA

Cerchiamo di evitare la crema al cioccolato spalmabile per un po’ di tempo, scordiamoci anche il cappuccino e il cornetto al bar. Se vogliamo arrivare in forma per le feste, nella nostra dieta di natale dobbiamo prediligere una colazione più sana e meno calorica, soprattutto povera di grassi.
L’ideale sarebbe un vasetto di yogurt magro con qualche cereale integrale; in alternativa va bene anche un bicchiere di latte scremato o tè con l’aggiunta di UN SOLO CUCCHIAINO DI ZUCCHERO e 2 fette biscottate con la marmellata (preferibilmente senza zucchero). Il caffè è consentito sempre, purché usiate un dolcificante (naturale), altrimenti potrete bere il latte o tè al naturale ed utilizzare il cucchiaino di zucchero consentito per dolcificare il caffè.

SPUNTINO

Nel bel mezzo del mattino dovete fare uno spuntino. Attenzione a non saltarlo altrimenti arriverete al pranzo eccessivamente affamati rischiando di mangiare troppo e abbuffarvi.
Lo spuntino ideale è a base di un frutto (di stagione). Vanno bene 2 mandarini medi, una banana non troppo grande, un arancio, una mela oppure 2 fette di Ananas.
Non dovete avere la concezione di assumerne a volontà ripetendovi che “tanto si tratta di frutta”. Bisogna comunque fare attenzione a non esagerare.

PRANZO

Il pranzo è un pasto molto importante e quello che non deve mancare mai durante tutta la settimana è un buon minestrone a base di verdura di stagione.
Il minestrone è un alimento ricco di sali minerali, fibre, vitamine e proteine. Possiamo metterci un po di tutto ed è davvero salutare. Se preparato con la verdura di stagione sarà ancor più genuino. Ci aiuta a raggiungere subito la sensazione di sazietà ma senza appesantire il nostro organismo. Se vogliamo possiamo preparalo con l’aggiunta di patate (non più di 50 gr) oppure aggiungere della pasta al suo interno. Andrebbe mangiato almeno 3 volte a settimana, potete scegliere voi se farlo a pranzo o a cena.

In alternativa al minestrone possiamo scegliere 70 gr di pasta da condire con verdure varie e consumare un contorno a piacere: possiamo cucinare zucchine, carote al vapore, insalatina di finocchi, broccoli, bieta, cavolfiori ecc. Una raccomandazione: come condimento è concesso al massimo un cucchiaio d’olio extravergine d’oliva. Potete anche sostituire la pasta con 60/70 grammi di pane e mangiare un secondo con contorno. Solitamente quest’ultimo è preferibile alla sera.

MERENDA POMERIDIANA

Anche in questo caso sarebbe ideale consumare un frutto di stagione, dunque: mela, pera, arance, mandarini (evitati i cachi che sono ricchi di zuccheri). Potete anche farvi un tè caldo o una gustosa tisana con 2 fette biscottate. Occhio allo zucchero, non ne mettete troppo. Altra alternativa è quella di mangiare una mousse di mela, una manciata di frutta secca oppure uno yogurt magro.

CENA

Per il pasto serale potete optare per la carne o pesce, a vostro piacimento; ovviamente rispettando l’utilizzo cucchiaio d’olio extravergine d’oliva. Accompagnate il tutto con della verdura a vostro piacimento aggiungendo 70 grammi di pane. 2 volte a settimane potete scegliere di sostituire il pane con le patate (circa 130 gr).

I cibi da evitare nella dieta pre natalizia

Se vi accingete a seguire una dieta prima delle feste di Natale, ci sono alimenti che andrebbero evitati come la peste o comunque consumati raramente.
Vediamo quali sono.

  1. Bevande gassate anche se vengono spacciate per ligth;
  2. Patatine fritte (100 grammi di patatine fritte contengono 150 kcal);
  3. Bevande Alcoliche come vino o birra;
  4. Salse per alimenti come  maionese (100 grammi contengono 690 Kcal) o il ketchup;
  5. Dolci di vario genere e merendine;
  6. Alimenti già pronti  e preconfezionati, come quelli nel reparto surgelati;
  7. Insaccati (soprattutto salame, mortadella ed altri salumi grassi);
  8. Pane in cassetta (troppo ricco di zuccheri e grassi);
  9. Fritture in generale;
  10. Cocco. E’ meglio evitarlo perché in 100 gr di prodotto troviamo 370 calorie.

Alcuni accorgimenti da seguire nella vostra dieta prima delle feste

E’ importante seguire una giusta dieta, soprattutto rispettare il nostro corpo durante tutto l’anno, stando attenti agli eccessi che non hanno mai fatto bene. Ovviamente per avere la sicurezza di stare nel giusto è buona abitudine consultare un medico specialista il quale saprà consigliarci al meglio la dieta più adatta al nostro stile di vita e al nostro organismo.
In contemporanea fate attività fisica almeno 2 volte a settimana e mangiate regolarmente. In questo modo manterrete attivo il metabolismo e, anche concedendovi qualche sfizio ogni tanto, sarà sempre in grado di lavorare correttamente garantendo il corretto funzionamento dell’organismo. Seguite questi accorgimenti soprattutto prima di Natale.

Dieta prima di Natale: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

Leggi anche:Cosa ne pensi di questo articolo? Esprimi il tuo voto da 1 a 5 cliccando sulle stelle e condividi il contenuto in modo che anche i tuoi amici possano leggere queste informazioni. Grazie!
Vota questo post

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *