Gli additivi chimici cancerogeni che si nascondono nel pane industriale

Gli additivi vengono usati nella produzione di pane industriale per varie ragioni. Gli antiossidanti prevengono il deterioramento e prolungano la durata di conservazione; altri additivi permettono di raggiungere la consistenza desiderata; i dolcificanti sono usati per migliorare il sapore e per trattenere l’umidità.

Alcuni di questi additivi di solito possono davvero essere molto dannosi per la salute umana. Molti degli additivi alimentari che sono considerati legali e sicuri non lo sono affatto, specie nei pancarrè. Non fatevi ingannare dagli stratagemmi di marketing, andate sempre dritti verso il retro della confezione e leggete gli ingredienti. Continuate a leggere per scoprire quali ingredienti del pane industriale fanno male alla salute.

Additivi chimici cancerogeni nel pane

Additivi chimici cancerogeni nel pane

Gli additivi dannosi che potrebbero essere presenti nel pane in commercio

Bromato di potassio

Il bromato di potassio è un agente ossidante usato per far “maturare” la farina del pane, che aiuta a rafforzare l’impasto e a migliorare la lievitazione, dandogli più volume. L’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC), parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, la cui missione è prevenire il cancro attraverso la ricerca del potenziale di esposizione umana agli agenti cancerogeni, considera il bromato di potassio pericoloso.

Lo IARC riferisce che non sono disponibili dati per valutare la potenziale cancerogenicità del composto negli esseri umani. Tuttavia, il bromato di potassio per uso alimentare provoca tumori ai reni e alla tiroide se somministrato ai ratti. Il bromato è stato essenzialmente vietato in tutto il mondo tranne che negli Stati Uniti e in Giappone, quindi se ve lo ritrovate tra gli ingredienti di un pane o un pancarrè acquistato in europa sappiate che è illegale oltre che pericoloso.

A causa della sua utilità nella panificazione, si può anche comprare “farina bromata” (fatta con bromato di potassio) nel negozio di alimentari oppure online. Evitare i pani e le farine che contengono questo additivo.
Fai attenzione al pane dei fast food, che di solito sono fatti con bromato di potassio.

Cereali raffinati

I cereali raffinati si possono trovare nel pane bianco, nel riso bianco, nei cracker bianchi e nei panini bianchi. I cereali raffinati possono aumentare il rischio di un attacco di cuore del 30% e renderci più vulnerabili alla resistenza all’insulina e alla pressione alta. Assicuratevi di controllare questo ingrediente sull’etichetta.

Azodicarbonamide

Dà forza all’impasto del pane. Il composto è riportato sulle etichette come ADA, e è potenzialmente cancerogeno. Le preoccupazioni riguardano il semicarbazide (SEM), una sostanza chimica che si forma quando l’ADA viene scomposta durante la produzione del pane. Secondo la FDA, “ad alti livelli, il SEM ha dimostrato di aumentare l’insorgenza di tumori se somministrato a topi femmina, ma non a topi maschi o a entrambi i sessi di ratto“.

La FDA continua dicendo che i livelli di SEM somministrati a questi roditori “superano di gran lunga le stime dell’esposizione umana dal consumo di farina o prodotti di pane trattati con ADA“. Di conseguenza, l’azodicarbonamide è ancora approvato per l’uso come additivo alimentare nonostante il fatto che “non è necessario per fare il pane e ci sono ingredienti alternativi approvati per l’uso disponibili“.

Quando si sceglie il pane, o qualsiasi altro cibo, è meglio stare alla larga da qualsiasi ingrediente che è stato etichettato come potenzialmente cancerogeno.

Sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio

Questo prodotto è un dolcificante usato in caramelle, snack, cibo confezionato e alcuni prodotti del pane. Anche se è chimicamente simile allo zucchero da tavola, alcuni professionisti della salute sono arrivati a definirlo “tossico” e “velenoso”. I rischi per la salute sono reali, quindi state lontani da questo prodotto del mais.

Olio parzialmente idrogenato

La FDA ha richiesto ai produttori di alimenti di elencare le quantità di grassi trans sulle etichette degli alimenti dal 2006. Questi grassi pericolosi si formano durante la “idrogenazione parziale”, la lavorazione dei grassi insaturi usati nel pane e in altri prodotti alimentari per renderli più resistenti all’ossidazione e al deterioramento.

Tuttavia, se un alimento contiene meno di 0,5 grammi di grassi trans per porzione, l’etichetta nutrizionale può legalmente dire “0 grammi”, e la gente potrebbe inconsapevolmente ingerire un paio di grammi di grassi trans da cibi confezionati durante la giornata. Per assicurarsi che un prodotto non abbia grassi trans, guardate l’etichetta degli ingredienti. La dicitura “olio parzialmente idrogenato” è un segnale che il prodotto contiene grassi trans.

Mangiare grassi trans aumenta il colesterolo cattivo che danneggia le arterie e aumenta l’infiammazione sistemica, che è collegata a malattie cardiache, diabete e ictus. Per questo motivo, molti esperti di salute consigliano di non mangiare affatto grassi trans. Trova del pane più fresco che non utilizzi questi grassi dannosi.

Solfato di ammonio

Questo additivo viene messo nel pane, e sì, l’ammoniaca è quella roba che si usa per pulire i pavimenti. C’è azoto nel solfato di ammonio. Sebbene sia ufficialmente considerato sicuro se mangiato in piccole quantità e sia usato per il cibo, non voglio che qualcosa che pulisce la mia cucina vada nel mio corpo.

Monogliceridi e digliceridi

I monogliceridi e i digliceridi agiscono come emulsionanti nel pane, mettendo insieme gli ingredienti a base di acqua e olio che hanno problemi a combinarsi da soli. Questo rende il pane più morbido, migliora la consistenza dell’impasto e previene l’appassimento.I  mono- e digliceridi sono sicuri da mangiare e sono gli emulsionanti più usati nell’industria alimentare. Anche se non sono dannosi per la salute umana, sono un segno della produzione alimentare industriale

I prodotti di qualità superiore tendono a non usarli, e per una buona ragione: Altri ingredienti, come i tuorli d’uovo e il latte, possono agire come emulsionanti e fornire anche nutrimento aggiunto. Molte ricette di pane fatto in casa non usano affatto emulsionanti. Al contrario, la produzione di pane commerciale su larga scala si affida a questi additivi per garantire l’uniformità del prodotto.

Nel tentativo di mangiare una dieta sana basata in gran parte su cibi interi e freschi, è meglio attenersi a prodotti che contengono ingredienti familiari. Ci sono molti prodotti di pane di qualità superiore sul mercato. Scegliete quelli che non contengono questi additivi.

L-cisteina

Questa roba è usata nei prodotti di pane e pasta per biscotti. Da cosa è composta? Piume d’anatra e capelli umani. È un aminoacido che viene aggiunto al pane per una ragione simile a quella per cui viene aggiunto il bromato di potassio: aiuta a velocizzare la produzione in fabbrica su larga scala.

Secondo l’Health Freedom Alliance, “Mentre una parte della L-cisteina è sintetizzata direttamente in laboratorio, la maggior parte è estratta da una fonte proteica naturale economica e abbondante: i capelli umani. I capelli vengono sciolti in acido e la L-cisteina viene isolata attraverso un processo chimico, poi confezionata e spedita ai produttori di pane commerciale”.

Idrossianisolo butilato (BHA)

Il BHA è un antiossidante usato come conservante per prevenire l’irrancidimento, che è il deterioramento chimico dei grassi che avviene con l’esposizione all’ossigeno. La maggior parte dei pani contiene piccole quantità di grasso che può diventare rancido nel tempo. L’irrancidimento produce un odore e un sapore sgradevoli, e i produttori di cibo desiderosi di evitare questo cambiamento nei loro prodotti possono aggiungere antiossidanti commerciali.

Sfortunatamente, secondo il rapporto 2011 del Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti sulle sostanze cancerogene, il BHA è “ragionevolmente previsto essere un cancerogeno umano”. Il composto è anche elencato nella lista della California delle sostanze chimiche note allo stato per causare il cancro. Tuttavia, il BHA è ancora approvato per l’uso come additivo alimentare dalla FDA.
Scegliete pani di qualità superiore che non elencano BHA o BHT tra i loro ingredienti.

Colorante E150 caramello

L’additivo è anche comunemente usato per scurire il colore del pane o dei prodotti da forno, specialmente il pane scuro di grano o segale. Le preoccupazioni per la salute legate al consumo di colorante caramello sono dovute ad alcuni contaminanti, in particolare 2- e 4-metilimidazolo (2- o 4-MEI), che possono essere prodotti come risultato della lavorazione.

Il National Toxicology Program degli Stati Uniti ha scoperto che queste sostanze chimiche causano il cancro nei topi, e l’Organizzazione Mondiale della Sanità le considera “possibilmente cancerogene per l’uomo”. Per questo è meglio evitare i pani che contengono questo ingrediente.

Pane: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *