Bastano pochi grammi di frutta secca ogni giorno per prevenire l’aumento di peso

Ecco spiegato in che modo pochi grammi di frutta secca ogni giorno, inseriti nella vostra dieta, aiutano a prevenire l’aumento di peso.
frutta secca perdita di peso

Fanno parte della frutta secca per lo più frutti dai quali è stata eliminata una parte significativa del contenuto d’acqua originale. Questo processo di rimozione può essere di diversi tipi. L’acqua potrebbe essere stata eliminata naturalmente o attraverso disidratatori.
L’utilizzo di disidratatori è una forma artificiale di eliminare il contenuto d’acqua dalla frutta per trasformarla nella varietà essiccata.

Durante il processo di disidratazione (sia naturale che artificiale), la frutta si asciuga e si restringe, facendo sì che ciò che ne risulta sia generalmente di dimensioni più piccole rispetto all’originale e porti anche un nucleo energetico incredibilmente denso. I frutti essiccati più comuni sono datteri, prugne, albicocche, noci, mandorle, mirtilli rossi, ananas, manghi, banane e mele.

La frutta secca ha un alto valore nutrizionale e ha una lunga durata di conservazione. Inoltre ha un contenuto nutrizionale straordinario, motivo per cui fa parte delle diete dimagranti di molte persone. Contribuiscono a stimolare il metabolismo, che è un requisito essenziale per aiutare a ridurre il peso in modo sano. Quindi, quando si tratta di cercare di mangiare in modo sano e di prevenire l’aumento di peso, la frutta secca è la scelta giusta!

Frutta secca, calorie e aumento di peso

L’equilibrio tra quante calorie mangiate rispetto a quante calorie bruciate influisce sul vostro peso – mangiare regolarmente troppe calorie provoca un aumento di peso, mentre mangiare un po’ meno del necessario favorisce la perdita di peso.

La frutta secca può entrare praticamente in qualsiasi dieta, sia che si tratti di una dieta ipocalorica, limitata per la perdita di peso, sia di una progettata per il mantenimento del peso o per l’aumento di peso. Tuttavia, poiché la frutta secca si restringe durante il processo di disidratazione quando l’acqua viene rimossa, il suo volume è significativamente più alto in quanto calorie rispetto alla frutta fresca.

Per esempio, mentre un’uva e un’uva passa contengono calorie comparabili, una tazza di uva passa ha più pezzi di frutta di una tazza di uva, quindi contiene più calorie – circa 400, rispetto alle 100 calorie di una tazza di uva. Anche le mele secche e le albicocche secche sono più ricche di calorie rispetto alle loro controparti fresche, fornendo circa 4 volte più calorie per porzione di 1 tazza.

Il vostro peso e la vostra salute dipendono da molti fattori, dalla vostra genetica ai vostri livelli di attività, quindi non potete contare su un solo alimento per fare o rompere il vostro piano di perdita di peso. La frutta secca tende ad essere più ricca di calorie rispetto alle sue controparti fresche, il che potrebbe rendere più probabile l’aumento di peso, ma non aumenterete di peso se non mangiate più calorie di quante ne bruciate. Se si controlla la dimensione delle porzioni, la frutta secca fornisce nutrienti che potrebbero effettivamente aiutare a perdere peso.

Continuate a leggere per scoprire come la frutta secca può aiutarvi a perdere peso, o almeno a farvi mantenere il vostro peso attuale.

I migliori frutti secchi da consumare per evitare l’aumento di peso

Prugne secche

Le prugne secche vantano un impressionante contenuto di fibre. Quando si consuma un’elevata quantità di fibre (con moderazione e controllo), si dà un calcio al proprio metabolismo, mettendolo così sulla strada giusta.
L’alto contenuto di fibre aiuta a liberarci delle tossine e di altro materiale non nutritivo dal nostro sistema digestivo, pulendo così il nostro intestino. Inoltre, ci dà una sensazione di pienezza per un periodo prolungato.

Cento grammi di prugne secche possono fornire circa 240 kcal di energia, rendendole una fonte di forza. Avere una manciata di prugne secche mescolate con altra frutta secca è sufficiente per non farti venire una sensazione di fame per circa cinque o sei ore.
Quando non si percepisce la necessità di mangiare ogni una o due ore, ci si nutre di meno cibo spazzatura con un basso valore nutrizionale, aiutando così a prevenire l’aumento di peso.

Fichi secchi

I fichi sono incredibilmente poveri di grassi e hanno un alto indice glicemico. Un fico può fornire ovunque tra 5 e 12 grammi di carboidrati. Inoltre, vantano anche un eccellente contenuto di fibre, permettendovi così di mantenere i vostri livelli metabolici corporei. Incoraggiano persino lo stomaco a percepire la pienezza per un paio d’ore.

I fichi sono ricchi di numerosi micronutrienti. Questi includono potassio, calcio, magnesio, vitamina K, vitamina C, flavonoidi e alcaloidi. Oltre a prevenire l’aumento di peso, ti danno anche sollievo dalla stitichezza, mantengono la pressione sanguigna e tengono a bada il diabete.
I fichi possono essere mangiati in diversi modi, come crudi, alla griglia, arrostiti, o anche essiccati. A volte, mangiare troppi fichi può causare una sensazione di bruciore, quindi è consigliabile mangiarli con moderazione.

Albicocche secche

Le albicocche secche si ottengono facendo essiccare i frutti dell’albicocca. Sono molto abbondanti in potassio, magnesio e calcio e presentano una quantità di grassi estremamente bassa. Sono anche ad alto contenuto di vitamina A e ferro e possono regolare il metabolismo dei grassi permettendovi di perdere peso, dato che non sgranocchiate altre cianfrusaglie e praticate regolarmente una dieta equilibrata.

Una manciata di albicocche secche può tenervi sazi per circa cinque o sei ore, facendo in modo che non finiate per sgranocchiare e accumulare calorie extra. Le albicocche secche possono essere mangiate in diversi modi. Il modo migliore è mangiarle asciutte come spuntino. Basta prenderne una manciata mescolata con qualche altra frutta secca e si è pronti a partire. Potete anche aggiungerle al vostro yogurt e ai frullati per creare un pasto più ricco e per creare un’alimentazione più ricca. Si possono anche consumare con il latte.

Uva passa

L’uva passa è di gran lunga la frutta secca più venduta in tutto il mondo. L’uva passa è essenzialmente uva secca che può essere consumata cruda o utilizzata in cucina, al forno e persino nella produzione di birra. Ci sono una miriade di dessert in cui l’uva passa viene aggiunta come prelibatezza.

Possono anche essere usate come condimento in yogurt e frullati per integrarne il valore nutrizionale e trasformarle in uno spuntino che ti ruba la fame per diverse ore. L’uva passa è ricca di neurotrasmettitori chiamati GABA (acido gamma amminobutirrico) che prevengono ulteriormente l’aumento di peso stabilizzando l’appetito e rallentando la digestione del cibo. Questo permette di sentirsi sazi per periodi prolungati, impedendo così l’abbuffata. Hanno anche un basso contenuto di sale e alti livelli di iodio e possono fornire circa 299 kcal ogni 100 grammi.

Datteri

Un famoso prodotto alimentare mediorientale, i datteri sono una fonte di energia e di nutrizione. Il bello è che possono essere consumati in diversi modi e attraverso numerose ricette.
I datteri contengono una massiccia quantità di vitamina B6, insieme al ferro, che li rende un ottimo boccone da consumare tra un pasto e l’altro. In questo modo, si evita la tentazione di monopolizzare prodotti malsani che sono dannosi per il vostro corpo e vi spingono anche a ingrassare.

I datteri sono piuttosto ricchi di fibre, a causa delle quali la vostra salute intestinale sale alle stelle, e vi sentite più sani e puliti. Le tossine vengono rimosse efficacemente dal vostro corpo, e vi aiutano anche a sentirvi pieni per diverse ore. Oltre a contrastare l’aumento di peso, i datteri permettono di godere di un buon cuore sano, poiché sono ricchi di potassio. Possono anche essere utilizzati in ricette di cucina.

Pesche secche

Spesso trascurate come frutta secca, le pesche secche sono incredibilmente sane e nutrienti. Centosessanta grammi di pesche essiccate sono costituiti dal 53% di fibre. Questo le rende abbastanza efficaci tra i pasti e le pause merenda, poiché non si sente la tentazione di prendere qualche cianfrusaglia se si è mangiato qualche pesca secca.

Sono anche cariche di diverse vitamine, contenenti circa il 20% di vitamina A, 9% di vitamina B6, 13% di vitamina C e 21% di vitamina K, insieme all’82% di ferro e 20% di magnesio. Quindi le pesche essiccate contengono davvero un sacco di energia e nutrimento.

Migliorano i movimenti intestinali e non vi fanno venire fame ogni poche ore. La chiave con le pesche essiccate è anche quella di consumarle con moderazione in modo da non agitare l’intestino.

Frutta secca: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *