Franco Berrino: il pane che tutti i diabetici dovrebbero mangiare

Chi soffre di glicemia alta, e quindi di diabete, dovrebbe stare molto attento, oltre che al consumo di alimenti zuccherati, anche a quelli che contengono carboidrati. In una intervista per NaturaSì, il prof. Franco Berrino fornisce indicazioni sulle farine migliori da consumare e sul pane adatto per chi soffre di diabete.

Franco Berrino intervistato da NaturaSì

Franco Berrino intervistato da NaturaSì – screenshot YouTube

Secondo Berrino, il problema del pane bianco di oggi sarebbe la farina raffinata: “se facciamo il pane con la farina raffinata perdiamo delle ottime proprietà del grano, in particolare si perdono le fibre“. Infatti è noto che il processo di raffinazione della farina sottrae quei nutrienti essenziali per il corretto funzionamento dell’organismo.
Il pane bianco ha un indice glicemico molto alto” afferma il professore, e quindi totalmente inadatto per chi soffre di diabete. “Il pane si fa con la farina, il sale e l’acqua, invece oggi lo rovinano con decine di ingredienti“.
La pasta” invece anche se prodotta con farina bianca “ha un indice glicemico molto più basso“.

Berrino consiglia comunque di acquistare pasta integrale, queste le sue parole a riguardo:
“Assicuriamoci che la pasta che acquistiamo sia stata fatta con grano macinato”.
Poi passa ad una sostanza che è purtroppo contenuta nel frumento, la quale è la principale responsabile della celiachia e dell’intolleranza alimentare: il glutine.

Il glutine è la principale proteina del frumento, ma viene spesso mal digerita. I pezzi di glutine che non vengono digeriti causano una infiammazione dell’intestino. Questo succede soprattutto con i grani moderni, invece i grani più antichi avevano un glutine che causava meno infiammazione. Invece il grano più antico di tutti, il grano o farro monococco ha un glutine che è digeribile al 100%“.

Il professore afferma che il grano monococco, anche se antico, è presente in commercio in quanto molte aziende agricole ancora lo producono, ma è molto più costoso. Il motivo del costo elevato risiede nel fatto che rende molto poco sul campo, a fronte di un duro lavoro per produrlo.

Infine un consiglio per chi soffre di glicemia alta sul pane da consumare:
Togliamo il pane bianco facendo spazio a quello integrale. Ma il pane migliore è quello integrale con dentro i semi di girasole, di zucca, di sesamo e di lino, in quanto i semi grassi riducono la velocità di assorbimento del glucosio, e di conseguenza riducono l’indice glicemico del pane“.

Al link di seguito l’intervista completa di Franco Berrino per NaturaSì.

Franco Berrino: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *