Il coronavirus non è sfuggito da un laboratorio. Ecco le prove

Il coronavirus non è un prodotto di laboratorio o un virus manipolato di proposito, e questo studio di Nature Medicine lo dimostra.
coronavirus creato in laboratorio

Mentre il nuovo coronavirus che causa COVID-19 si diffonde in tutto il mondo, la disinformazione si sta diffondendo quasi altrettanto velocemente.
Un mito persistente è che questo virus, chiamato SARS-CoV-2, sia stato creato dagli scienziati e sia fuggito da un laboratorio di Wuhan, in Cina, dove l’epidemia è iniziata.

Una nuova analisi sulla SARS-CoV-2 potrebbe finalmente mettere a tacere quest’ultima idea. Un gruppo di ricercatori ha confrontato il genoma di questo nuovo coronavirus con gli altri coronavirus noti per infettare gli esseri umani: SARS, MERS e SARS-CoV-2, che possono causare gravi malattie; insieme a HKU1, NL63, OC43 e 229E, che tipicamente causano solo sintomi lievi. Lo studio è stato pubblicato il 17 marzo scorso sulla rivista Nature Medicine.

Le nostre analisi mostrano chiaramente che la SARS-CoV-2 non è un costrutto di laboratorio o un virus manipolato di proposito“, scrivono nell’articolo della rivista.

Kristian Andersen, professore associato di immunologia e microbiologia alla Scripps Research, e i suoi colleghi hanno esaminato il modello genetico delle proteine dei “ganci” che sporgono dalla superficie del virus. Il coronavirus usa questi ganci per afferrare le pareti esterne delle cellule del suo ospite e poi entrare in quelle cellule.

In particolare hanno esaminato le sequenze genetiche responsabili di due caratteristiche chiave di queste proteine dei ganci: il grabber, chiamato il dominio legante del recettore, che si aggancia alle cellule dell’ospite; e il cosiddetto sito di scissione che permette al virus di aprirsi ed entrare in quelle cellule.

Tale analisi ha mostrato che questi ganci sono così efficaci nell’attaccare le cellule umane che è impossibile che questi fossero il risultato dell’ingegneria genetica.
Per rafforzare tale teoria, è stato dimostrato che La SARS-CoV-2 (coronavirus covid-19) è strettamente correlata al virus che causa la sindrome respiratoria acuta grave (SARS), che si è diffusa in tutto il mondo quasi 20 anni fa.

Gli scienziati hanno studiato come la SARS-CoV si differenzia dalla SARS-CoV-2 cambiando diverse lettere chiave nel codice genetico tramite simulazioni al computer, praticamente hanno mutato il virus a livello informatico. Tuttavia, nelle simulazioni al computer, le mutazioni della SARS-CoV-2 non sembrano funzionare molto bene per aiutare il virus a legarsi alle cellule umane, eppure questo virus ha una capacità di trasmissione devastante….

Se gli scienziati cinesi avessero deliberatamente ingegnerizzato questo virus, non avrebbero scelto mutazioni che i modelli informatici suggeriscono non funzionino. Ma si è scoperto che la natura è più intelligente degli scienziati e di qualsiasi computer, e il nuovo coronavirus ha trovato un modo per mutare migliore, e completamente diverso da qualsiasi cosa gli scienziati avrebbero potuto creare.

Inoltre, come riferisce lo studio, la struttura molecolare complessiva di questo virus è molto diversa dai noti coronavirus, assomiglia molto ai virus che si trovano nei pipistrelli e nei pangolini.
Se qualcuno stesse cercando di ingegnerizzare un nuovo coronavirus per usarlo come arma, lo avrebbe costruito a partire da elementi di un virus noto per causare malattie.

Ma allora da dove proviene il coronavirus?

Il gruppo di ricerca ha elaborato due possibili scenari per l’origine della SARS-CoV-2 negli esseri umani. Secondo gli scienziati lo scenario di origine del covid-19 è simile a quello di altri recenti coronavirus che hanno causato il caos nelle popolazioni umane. In questi scenari, abbiamo contratto il virus direttamente da un animale: gli zibetti nel caso della SARS e i cammelli nel caso della sindrome respiratoria del Medio Oriente (MERS).

Nel caso del nuovo coronavirus, i ricercatori suggeriscono che l’animale veicolo della trasmissione iniziale è stato il pipistrello, che ha trasmesso il virus a un altro animale intermedio (forse un pangolino) che a sua volta ha portato il virus all’uomo.

Coronavirus: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *