Bere tanta acqua fa davvero bene? La risposta non è scontata

Uno dei dogmi della salute sembra essere quello di bere tanta acqua. Da sempre ce lo sentiamo dire e a ricordarcelo sono molti. Ma fa davvero bene bere molta acqua? Diciamo cha la risposta non è poi così tanto scontata e non sempre è un bene bere eccessivamente. Ma ogni situazione è  un caso a se e occorre analizzare i vari aspetti.

Donna che beve acqua

Foto pixabay

Recentemente, studi effettuali dal medico Margaret McCartney, presso la British Medical Journal, ha evidenziato dei punti di discordanza con la raccomandazione comune degli 8 bicchieri d’acqua.
Tale affermazione potrebbe risultare un mito da sfatare in quanto:

  • Potrebbero abbassarsi eccessivamente i livelli di sodio
  • Potrebbe influire sul cuore
  • Infierire sui problemi di insonnia ecc.

Quando fa bene bere molta acqua

Bere ed idratare il nostro organismo è importantissimo. Una buona quantità di liquidi viene assunta anche dai cibi che mangiamo quotidianamente, poi integrata con le bevande.
L’acqua rappresenta un  nutriente essenziale in quanto è ricca si sali minerali ma è anche responsabile della rigenerazione cellulare, favorisce il corretto processo digestivo, il benessere dei nostri organi vitali ecc. Inoltre è un mezzo di trasporto dei nutrienti che introduciamo nel nostro corpo e promuove l’eliminazione naturale delle scorie che ingeriamo attraverso il cibo e non solo.

E’ necessario integrare acqua per riequilibrare i liquidi eliminati durante il giorno (ad esempio dopo una sessione di allenamento); ogni giorno un uomo perde mediamente circa 800 ml massimo 1l, per stare bene e mantenere una giusta idratazione occorrerebbe conservare il medesimo rapporto bilanciato.

Quando l’organismo ha necessario bisogno di acqua, ce lo comunica facendo arrivare al nostro ipotalamo l’informazione della sete. Questa poi ci spinge a bere; reidratare correttamente il nostro corpo però, c’è bisogno di avere una corretta alimentazione perché i liquidi possono essere integrati anche attraverso le verdure, la frutta e molti altri alimenti.

Se vi è una perdita di acqua che poi non viene reintegrata, possono esserci effetti negativi per tutto il nostro organismo; ecco perché è necessario mantenere una corretta e costante idratazione corporea, soprattutto nei periodi estivi là dove la temperatura corporea aumenta di quasi 2°C e di pari passo anche l’evaporazione, che sarà pari al 50%.

Quando fa male bere troppa acqua

L’acqua è un bene inestimabile, sia per la terra che per l’essere umano.
Assumere molta acqua, lo abbiamo visto, è necessario è importante ma non sempre lo facciamo nel modo corretto e questo potrebbe generare conseguenza anche pesanti.

Il rischio di un’intossicazione per via dell’eccesso di acqua comporta un disturbo elettrolitico in cui la concentrazione del sodio nel sangue diventa più bassa del normale; i sintomi che si registrano in questi casi sono: sonnolenza, nausea e dolori di testa.

  • Se si soffre di calcolosi.
    Gli urologi stessi affermano che bere per idratare è necessario per chi soffre di calcoli ma è assolutamente sbagliato eccedere in quanto si corre il rischio di stimolare ancor più l’insorgenza di coliche causate dal passaggio dei calcoli renali.
  • Problemi per il cuore.
    Assumendo molta acqua il sangue potrebbe diventare troppo liquido ed influire negativamente su chi, purtroppo, soffre di patologie cardiache.
  • Danni ai reni.
    Assorbendo acqua più del necessario può risultare nocivo soprattutto per alcuni individui i quali già hanno problemi pregressi. I principali rischi riguardano l’aspetto neurologico e quello renale in quanto potrebbe scaturirne una possibile intossicazione perché si assorbe più acqua di quella che l’organismo è capace di eliminare. Stiamo parlando dell’ipertensione.
  • Se si soffre di insonnia.
    In questo caso il problema potrebbe peggiorare soprattutto se si aumenta eccessivamente il consumo di acqua agisce negativamente sull’ormone che regola l’attività dei reni mentre dormiamo.

E’ necessario tenere presente che, se non si è in presenza di una malattia in particolare, bisognerebbe bere circa 1,5- 2 litri di acqua al giorno, andare oltre diventa già un’altra storia.
Occorre tenere presente che un ruolo importante lo hanno anche frutta e verdura.

Inevitabilmente nel periodo estivo si aumenta il consumo di liquidi, cosa che in inverno viene gradualmente a diminuire, questo perché si suda meno e si conduce una vita meno frenetica che ci permette di eliminare in minor quantità i liquidi presenti nel nostro corpo.

: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *