Bastano pochi grammi di questa sostanza naturale per abbassare la glicemia

Forse molti che soffrono di diabete non lo sanno, ma il magnesio può aiutare a gestire lo zucchero nel sangue, e quindi il livello di glicemia.

Magnesio in polvere

Foto Pixabay

Il magnesio è un minerale che ha molte responsabilità nel corpo. Gli enzimi che svolgono ruoli importanti usano il magnesio per aiutare a svolgere le reazioni biochimiche tra cui la produzione di proteine, le operazioni muscolari e nervose e il controllo della pressione sanguigna. Alcune ricerche suggeriscono che il magnesio gioca un ruolo significativo nella regolazione dello zucchero nel sangue e l’azione dell’insulina.

Una recente ricerca dell’International Journal of Molecular Sciences ha evidenziato il ruolo del magnesio nella gestione dello zucchero nel sangue, il che significa che l’integrazione di questo minerale chiave potrebbe aiutare gli individui con prediabete, diabete di tipo 2, o che stanno solo cercando di mantenere il loro zucchero nel sangue su un livello più uniforme.

Il magnesio sembra aiutare a gestire i livelli di zucchero nel sangue nelle persone con diabete. Inoltre, coloro che tendono a consumare meno magnesio hanno tipicamente una regolazione dello zucchero nel sangue più scadente e un rischio maggiore di diabete di tipo 2 rispetto alle persone che consumano quantità maggiori. Vediamo quali sono le persone maggiormente a rischio di carenza di magnesio.

Persone a rischio di carenza di magnesio

Persone con diabete.
Quando c’è una grande quantità di glucosio nel corpo, il rene compensa sbarazzandosi del glucosio attraverso l’aumento della produzione urinaria. Anche il magnesio si perde attraverso questo aumento della produzione urinaria, seguendo il glucosio. È stato persino suggerito che i livelli di magnesio alterati possono promuovere lo sviluppo del diabete di tipo 2.

Persone anziane.
È stato riscontrato che le persone più anziane hanno una minore assunzione di magnesio rispetto agli adulti più giovani. Anche la quantità di magnesio assorbita nell’intestino diminuisce con l’età, mentre la quantità escreta dai reni aumenta.

Persone che assumono alcuni farmaci.
Alcuni farmaci tra cui diuretici, antibiotici e inibitori della pompa protonica possono anche avere il potenziale di diminuire la quantità di magnesio nel corpo.

Persone con problemi gastrointestinali.
Il morbo di Crohn, la malattia celiaca e gli individui che hanno subito una resezione o un bypass dell’intestino tenue possono non assorbire il magnesio a sufficienza.

Controllo della glicemia nel sangue e magnesio

Bassi livelli di magnesio sono comuni negli individui con diabete di tipo due, soprattutto se i livelli di glucosio nel sangue sono scarsamente controllati. Il magnesio è importante nel controllo dell’azione dell’insulina e dell’assorbimento del glucosio da parte dell’insulina nella cellula. Nel complesso, bassi livelli di magnesio possono compromettere l’azione dell’insulina e aumentare la resistenza alla stessa.

Attraverso una serie di meccanismi, il magnesio aiuta il corpo a ridurre la resistenza all’insulina. La resistenza all’insulina si verifica quando le nostre cellule smettono di rispondere al segnale dell’ormone di prendere lo zucchero nel sangue per l’energia. Le persone possono diventare resistenti all’insulina a causa della genetica o di fattori legati alla dieta e allo stile di vita.

Di conseguenza, il pancreas pensa di dover produrre più insulina e non riesce a soddisfare la domanda. Nel frattempo, i nostri livelli di zucchero nel sangue rimangono alti e il nostro fegato immagazzina troppo glucosio e lo invia alle cellule di grasso, portando all’aumento di peso (e anche al fegato grasso). Se questo ciclo continua, possiamo diventare prediabetici o sviluppare il diabete di tipo 2.

In conclusione il diabete di tipo 2 è anche associato alla carenza di magnesio. Non ottenere abbastanza magnesio attraverso la dieta e anche perderlo attraverso l’aumento della minzione, un sintomo di diabete di tipo 2, può contribuire a livelli più bassi del minerale nel corpo, eventualmente portando a un ciclo di peggioramento dei problemi di zucchero nel sangue.

Se non hai il diabete di tipo 2 o non ti è stato diagnosticato il prediabete, potresti comunque beneficiare dell’aiuto del magnesio per il controllo dello zucchero nel sangue, soprattutto se sei carente o hai bassi livelli del minerale. Vediamo come integrare magnesio nel nostro organismo.

Assumere integratori di Magnesio

Gli integratori di magnesio sono una buona strategia per introdurre questa sostanza nel nostro organismo.
In uno studio di 3 mesi, le persone con diabete di tipo 2 che assumevano 300 mg al giorno di magnesio hanno mostrato una significativa riduzione dei livelli di zucchero nel sangue a digiuno e post-pasto rispetto al gruppo placebo.

Inoltre, una revisione ha rilevato che l’assunzione di integratori di magnesio per più di quattro mesi ha avuto un effetto benefico sulla sensibilità all’insulina e sul controllo della glicemia.
Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche, gli integratori sembrano essere efficaci nell’aiutare a controllare la glicemia nelle persone con diabete di tipo 2.

Come introdurre il magnesio tramite la dieta

L’apporto dietetico raccomandato per il magnesio è di 320 mg per le donne e 420 mg per gli uomini. Per raggiungere questo valore giornaliero, cerca di includere alcuni degli alimenti ricchi di magnesio elencati di seguito:

  • Verdure a foglia verde;
  • Legumi;
  • Noci e semi;
  • Cereali integrali;
  • Cioccolato fondente;
  • Avocado.

In un recente articolo ho anche elencato in dettaglio i cibi ricchi di magnesio.

Condividi su :

Magnesio: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *