Bolle o vesciche da scottatura solare: cosa non fare assolutamente e i rimedi naturali

A seguito di una lunga e non protetta esposizione alla luce del sole possono manifestarsi delle vesciche o bolle da scottatura solare. Cosa non fare assolutamente e i rimedi.
Vesciche o bolle da scottatura solare: cosa non fare assolutamente e i rimedi naturali

La solarizzazione è una lesione della pelle causata da calore e radiazioni che provocano ustioni più o meno gravi.
Un’ustione di primo grado colpisce lo strato superiore della pelle e provoca arrossamenti, leggera tenerezza e può causare un leggero sbucciamento della pelle entro 24-48 ore dopo la lesione.
Un altro tipo di scottatura solare , noto come ustione di secondo grado, provoca danni più in profondità nella pelle. Questo tipo di ustioni può causare la formazione di vesciche o bolle e richiede più tempo per guarire. Le bolle da scottatura compaiono di solito poche ore dopo l’insorgenza di scottature, ma a volte possono richiedere fino a 24 ore per svilupparsi.

Le vesciche da scottature possono essere estremamente dolorose e impiegare circa una settimana per guarire, di solito si verificano solo quando una persona è stata gravemente bruciata dal sole. Questo tipo di ustioni aumenta anche il rischio di sviluppare il cancro della pelle e il melanoma . Dopo la guarigione delle vesciche, le cicatrici da vesciche che appaiono come macchie scure o chiare sulla superficie della pelle possono rimanere visibili per 6-12 mesi.

Bolle da scottatura solare: sintomi

Queste bolle si formano come piccole protuberanze sulla pelle. Di solito sono bianche o trasparenti e piene di liquido, che può essere linfa, siero, plasma, sangue o pus . In caso di scottatura solare queste vesciche sono molto dolorose, in particolare se toccate o ad esempio se un capo di abbigliamento sfrega contro di loro. Possono anche generare prurito. Tuttavia, sia il dolore che il prurito si attenueranno quando inizieranno a guarire.

In genere le bolle da scottatura solare guariscono naturalmente e scompaiono da sole dopo circa una settimana, ma per pelli sensibili, scottature elevate e in molti altri casi non è proprio così. Tuttavia è sempre meglio consultare un medico o un dermatologo che esaminerà le vesciche sulla pelle e farà una diagnosi basata sul loro aspetto. Il medico o il dermatologo possono quindi offrire possibili opzioni di trattamento e consulenza.

Una persona con vesciche da scottatura dovrebbe visitare immediatamente il medico se si verifica anche uno dei seguenti sintomi:

  • gonfiore della pelle;
  • brividi di freddo o temperatura elevata della pelle;
  • vertigini, forte mal di testa , nausea o vomito.

Il medico in genere vuole sapere per quanto tempo siete stati al sole e se avete usato qualche protezione solare. In base a ciò che risponderete sarà quindi in grado di consigliarvi il miglior trattamento.

Cosa non fare mai in caso di bolle da scottatura

Prima di recarvi dal medico, oppure in caso di lievi bolle da scottatura, ci sono delle cose che non dovete mai fare sulle vostre vesciche:

  • Evitate di rompere le bolle, bucarle o grattarle. Bucando la bolla si espone la pelle al di sotto di essa, quella danneggiata dal calore, agli agenti esterni rischiando, quindi, di peggiorare l’ustione o di farla infettare. Per lo stesso motivo, nel caso la bolla si rompa da sola, non togliere assolutamente la pellicina.
  • Non mettete il ghiaccio sulle vesciche da scottatura, a causa dello sbalzo termico potrebbe causare un’ustione ancora peggiore.
  • Non avvicinate le bolle da scottatura vicino ad altre fonti di calore.
  • Non applicate assolutamente nè olio nè burro (come molti sono soliti fare) sulle vesciche.

Rimedi per le bolle da scottatura

Le vesciche da scottatura solare possono richiedere un trattamento medico professionale. Un medico può prescrivere una crema per ustioni speciale per lenire la pelle e aiutare con il processo di guarigione e può anche applicare una medicazione per proteggere l’area.

Tuttavia è possibile trattare i casi più lievi di vesciche solari a casa tramite alcuni accorgimenti e rimedi. Innanzitutto è essenziale togliersi subito dal sole non appena avete il sospetto di scottature. Se fate ciò in tempo eviterete molti grattacapi.

Altri accorgimenti contro le vesciche da scottatura includono:

  • Raffreddare la pelle facendo un bagno o una doccia fredda, o semplicemente usando una spugna o una flanella fredda e umida può aiutare a lenire la pelle e alleviare il dolore e il prurito.
  • Applicare lozioni progettate per alleviare le scottature, come quelle contenenti aloe vera, può anche essere utile lenendo la pelle e mantenendola idratata. Il gel di aloe vera è disponibile per l’ acquisto online .
  • Bere molti liquidi idratanti, come l’acqua, raffredderà il corpo e preverrà la disidratazione.
  • Assumere antidolorifici disponibili per l’acquisto da banco o online, come l’ ibuprofene o il paracetamolo, per alleviare il dolore.
  • Rimanere in una stanza fresca e ombreggiata, lontano dalla luce solare diretta.
    Coprire tutte le aree interessate e assicurarsi che non siano esposte al sole fino a quando la pelle non sarà completamente guarita.

Bolle da scottatura: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

Leggi anche:Cosa ne pensi di questo articolo? Esprimi il tuo voto da 1 a 5 cliccando sulle stelle e condividi il contenuto in modo che anche i tuoi amici possano leggere queste informazioni. Grazie!
Bolle o vesciche da scottatura solare: cosa non fare assolutamente e i rimedi naturali
5 (100%) 2 votes

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *