Stimolare la tiroide: la super bevanda che la riattiva

stimolare la tiroide rimedi

La tua tiroide funziona male? Ecco come stimolare la tiroide evitando che non funzioni più

Problemi alla tiroide e Stanchezza fisica? Ecco come stimolare la tiroide con questa la super bevanda tutta naturale che riattiva il metabolismo e non solo

La Tiroide è una ghiandola endocrina di piccolissime dimensioni, arriva ad essere grande dai 6 agli 8 cm e si trova in concomitanza della base del collo e più precisamente nella zona anteriore. Essa, pur essendo piccola, è di fondamentale importanza in quanto il suo corretto funzionamento influisce sul benessere completo di tutti gli altri organi del nostro corpo andando ad agire sulla regolazione dei processi metabolici e di crescita. Dunque, per godere di buona salute è fondamentale che la ghiandola tiroidea sia correttamente funzionante e attiva.

CHE COS’E’ LA TIROIDE?

La tiroide è una ghiandola che secerne gli ormoni tiroidei, i quali influenzano  metabolismo e la sintesi proteica. Gli ormoni che da essa vengono prodotti sono:  triiodotironina (T3) e tiroxina (T4) e vengono creati dallo iodio e dalla tirosina. Non a caso per stimolare la tiroide e per regolarne il suo funzionamento si dovrebbero assumere alimenti ricchi di iodio.

Loading...

La tiroide può essere interessata da diverse malattie le quali portano scompensi e problemi fisici al nostro corpo i quali non vanno mai sottovalutati bensì indagati con uno specialista. I problemi maggiormente diffusi sono legati a:

  • – L’ ipertiroidismo si verifica quando la ghiandola produce una quantità eccessive di ormoni tiroidei, oppure  al contrario,
  • – L’ ipotiroidismo è una condizione in cui vi è una produzione insufficiente di ormone tiroideo la causa più comune dell’ipotiroidismo è la carenza di iodio.
  • Inoltre, la ghiandola tiroidea può anche sviluppare diversi tipi di noduli e neoplasie.

SINTOMI CHE INDICANO UN MALFUNZIONAMENTO DELLA TIROIDE

Ipotiroidismo e ipertiroidismo e possono manifestarsi con diversi sintomi. I disturbi che stanno ad indicare un problema a livello Tiroideo sono davvero vari e possono essere anche gli stessi a seconda del problema in questione: sia se legato all’ipertiroidismo che all’  ipotiroidismo. Per verificare se si hanno problemi alla tiroide devi eseguire un esame del sangue una visita medica e descrivere i sintomi al tuo medico curanteIn genere un malfunzionamento della tiroide viene diagnosticato sia prendendo in considerazione tali sintomi, sia da test di laboratorio che evidenziano ad esempio bassi o alti valori di TSH. Se ad esempio hai tanto tsh nel sangue vuoldire che la tua tiroide è stanca e occorre adottare cure o rimedi per stimolare la tiroide.

In alternativa è possibile anche effettuare un semplice test da casa, conosciuto come “test di Barney, e per farlo basta solo un termometro (preferibilmente a colonnina di merurio e non digitale).

Dopo questi test avrai sicuramente un quadro chiaro della situazione e saprai se occorre stimolare la tiroide o meno.

Quando la tiroide non funziona

Elenchiamo i sintomi più comuni che denotano un malfunzionamento e di seguito alcuni consigli e rimedi per stimolare la tiroide.

  • perdita di peso
  • palpitazioni
  • ansia
  • secchezza cutanea
  • nervosismo
  • affaticamento
  • stanchezza
  • fragilità delle unghie
  • aumento del peso corporeo senza apparente ragione
  • diarrea
  • debolezza muscolare e
  • perdita di capelli
  • palpitazioni

Il problema maggiormente riscontrato in fase di analisi medica accurata è proprio l’ ipotiroidismo. In questo caso è necessario stimolare la tiroide in quanto funziona poco e male.

Come stimolare la tiroide in modo naturale

Ovviamente tale bevanda è un aiuto che sarà di supporto alle cure mediche di un endocrinologo. Ebbene, seguendo i consigli del vostro medico curante, è possibile stimolare la tiroide grazie all’uso di una bevanda naturale e assolutamente benefica. Ne trarrà giovamento ogni cellula del vostro corpo e ogni vostro organo. Provare per credere! Per preparare questo infuso aromatico che vi permette di stimolare la tiroide vi occorreranno ingredienti semplici ma possibilmente biologici: zenzero, noce moscata,  cannella e mirtilli

  1. In primo luogo iniziate lavando la vostra radice di zenzero e tagliatela a piccoli cubetti
  2. Sul fuoco mettete un pentolino con all’interno circa 500 ml acqua
  3. Aggiungete lo zenzero precedentemente tagliato, un pizzico di cannella in polvere, mezzo cucchiaino di noce moscata grattugiata ed infine un bicchiere di succo di mirtillo.
  4. lasciate bollire per qualche minuto dopodiché coliamo il liquido aiutandovi con un panno di cotone; così facendo potrete separarlo da eventuali residui solidi.
  5. Lasciatelo raffreddare per alcuni minuti, prima di degustarlo e poterne carpire tutti i suoi benefici, aggiungete un cucchiaino di miele e uno di limone.

La vostra bevanda della salute per stimolare la tiroide è pronta! E’ preferibile assumerla a stomaco vuoto, prima dei pasti in modo tale da aiutare a risvegliare il metabolismo riattivando i processi di combustione e quindi stimolare la tiroide.

Loading...

ALTRI METODI E CIBI PER STIMOLARE LA TIROIDE REGOLANDONE IL FUNZIONAMENTO

Se il vostro problema è serio, indubbiamente vi occorrerà l’aiuto di un medico specialista, in altri casi, per cercare evitare eventuali squilibri tiroidei e patologie ad essa connessa è necessario imparare a supportarla attraverso un’ alimentazione sana, un’apposita dieta, la giusta quantità di esercizio fisico, dedicare del tempo al riposo e limitare i problemi che aumentano lo stress e la tensione emotiva.

  • Prepara cibi sani che richiedano poco tempo di cottura
  • Fai molto esercizio fisico
  • Bevi tanta acqua naturale
  • Evita di condire esageratamente le pietanze
  • Limita la quantità di bibite alcoliche o gassate
  • Elimina cibi troppi raffinati come: riso bianco, pane bianco, zucchero e farina bianca
  • Diminuisce le proteine animali soprattutto la carne rossa
  • Includi una giusta varietà di legumi nella dieta settimanale
  • Aumenta la quantità di frutta e verdura nella tua dieta
  • Aumenta il consumo di pesce il quale è ricco di benefici grassi omega-3
  • Assumi alimenti che contengono iodio aiutandoti mangiando: frutti di mare, yogurt, uova, latte e alghe marine

Condividi su

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...

1 Commento

  1. lorena

    b. sera trovo contradditorio il fatto di mangiare alghe ,un dottore mi ha detto di stare molto lontana dalle alghe …..dal mangiarne e creme x viso e corpo perchè potrei finire all ospedale

    Replica

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *