Sapone. Il mix tossico che provoca danni. Come farselo in casa

Loading...

Sapone naturale

Sapevate che il sapone è uno dei maggiori inquinanti del pianeta? Per non parlare di quanto fa male al corpo! E’ tossico! Ecco come farselo in casa

Al giorno d’oggi esistono detergenti per ogni genere di superficie e per ogni tipologia di ambiente: abbiamo il detersivo per i pavimenti, quello per la lavastoviglie o lavatrice, l’ammorbidente, i saponi per lavare capelli è molto altro ancora! Indubbiamente utili ma rappresentano una spreco non indifferente per il portafoglio e non solo. Essendo essi contenuti in appositi flaconi di plastica, sono considerati dei veri nemici della natura e dell’ambiente circostante, infatti non tutte le plastiche utilizzate sono riciclabili e per tale motivo sono davvero deleterie per l’ecosistema.

Leggi anche: Come preparare un efficiente ammorbidente naturale fatto in casa

SAPEVATE CHE L’INDUSTRIA DELLA DETERGENZA È TRA LE PIÙ INQUINANTI DEL PIANETA???
Non è un’ esagerazione… è pura realtà Anche con la salute non si scherza e questo perché il nostro corpo, così come lo stomaco, assimila tutte le sostanze col quale viene in contatto, anche solo attraverso l’epidermide!
 La maggior parte dei saponi che troviamo in commercio, hanno ben poco di sapone, infatti in realtà sono un mix “perfettamente nocivo” di sostanze chimiche di vario genere, detergenti chimici e agenti di schiumatura.

-Tanto per dirne alcune, nei saponi che utilizziamo quotidianamente ci sono sostanze che a lungo andare vanno a nuocere alla fibra del capello ed il cuoio capelluto. Queste sono:

  • Alcol
  • Profumo
  • Coloranti
  • Petrolati
  • Siliconi (come ad es: il Methylchloroisothiazolinone ed il Methylisothiazolinone 
  • Conservanti ( es: Sodium Benzoate)
  • Sostanze fortemente allergizzanti e poco tollerate dal corpo

Indubbiamente ogni tipologia di sapone, sia esso liquido che solido, per capelli, corpo o panni, è caratterizzato da ingredienti simili che differiscono tra di essi per poco. In ognuno di questi casi si parla di veri e propri preparati chimici di laboratorio, in cui c’è poco o niente di naturale!
Ma se vi dicessimo che è possibile realizzare qualsiasi tipologia di sapone in modo semplice ed economico, adattabile ad ogni tipo di esigenza?
E’ davvero molto facile realizzare un sapone fai da te e può diventate una validissima idea da presentare come regalo! Certo, è presto per pensare ai doni Natalizi, ma le idee non sono mai abbastanza… e questa, fidatevi, sarà molto apprezzata!

Anche la salute fisica vi ringrazierà: il più delle vote usare saponi troppo aggressivi, ,carichi di profumi ed altre sostanze, può significare l’ insorgenza di vari disturbi:

  • reazioni allergiche,
  • dermatiti da contatto,
  • irritazioni,
  • desquamazioni,
  • rossori
  • secchezza della pelle
  • produzione di sebo in eccesso e molto altro ancora

 

COME REALIZZARE UN SAPONE NATURALE FAI DA TE

Per volerci bene e voler bene al mondo che ci circonda bastano davvero pochi accorgimenti in più.
Uno di questi è quello di realizzando il sapone fai da te.

Fare il sapone in casa è per certi versi una scelta etica sana e ponderata, molto simile a quella di scegliere di cucinare cibi sani da mangiare.
Così facendo non si correrà alcun rischio di patologie varie perché saremo noi stessi a scegliere i prodotti che più tollera il corpo, aggiungendo solo ingredienti bio e controllati.
Saprai per filo e per segno come è realizzato il detergente e potrei personalizzarlo anche nella sua profumazione, forma ed utilità!
Un altro importantissimo motivo per cui è bene evitare tali prodotti “chimici” è la sperimentazione su animali, i quali sono cavie da laboratorio a tutti gli effetti.

MA PARTIAMO DALLE ORIGINI
Il sapone, partendo dalle basi, è un sale ottenuto grazie ad una particolare reazione chimica appunto chiamata: «saponificazione». Questo processo è dato dall’unione di una sostanza grassa (come l’olio) con una sostanza basica (ad esempio la soda caustica o la potassa).
Questi ultimi due elementi vengono alternati a seconda della tipologia di detersivo che si vuole utilizzare: se solido o liquido!
Ovviamente noi non stiamo qui a dirvi come viene fatto un sapone, il nostro compito è quello di farvi conoscere come si fa il sapone della nonna, quello naturale ed efficace su ogni tipo di macchia o superficie. Anche per la pelle!

loading...
loading...

COME REALIZZARE UNO SHAMPOO HOME-MADE DELICATO
ADATTO ANCHE PER IL CORPO

Uno shampoo delicato ed indicato per tutti i tipi di capelli o di pelli, è a base di sapone di Marsiglia. Da sempre usato dalle nostre nonne per la detersione.

  1. Per la realizzazione dello shampoo dovrete portare ad ebollizione circa 100 ml di acqua
  2. Dopo aver raggiunto il bollore aggiungete circa 100 grammi di scaglie di sapone di Marsiglia e lasciatelo sciogliere mescolando di tanto in tanto.
  3. Aggiungete qualche goccia di olio essenziale di lavanda (opp: tea tree, mandorla o jojoba) per dare una profumazione leggera e delicata, al tempo stesso gradevole.
  4. Unite al composto un cucchiaino di Bicarbonato il quale vi permetterà di pulire accuratamente capello e cuoio capelluto ma anche la pelle. Utilizzandolo potrete allontanando eventuali batteri presenti.
  5.  Lasciate raffreddare il tutto e poi riponete la sostanza in un flacone di plastica

Se volete realizzare uno shampoo anti grasso, potete usare l’argilla. Basterà mettere 5 cucchiai abbondanti in una ciotola vuota, aggiungere 2 cucchiai di limone, 5 gocce di olio essenziali alle mandorle e circa 55 ml di acqua tiepida. Mescolate il tutto e lasciate sciogliere. Quando tutto avrà assunto una consistenza cremosa, potrete utilizzarlo per detergere i vostri capelli risciacquando abbondantemente.

COME REALIZZARE UN SAPONE NATURALE PER LA LAVATRICE

A seconda delle preferenza, possiamo scegliere di realizzare un sapone liquido o solido.

Nel caso della saponetta vi occorreranno:

  • Mezzo Kg di cenere setacciata
  • 2, 5  litri di acqua naturale
  • 300 millilitri di olio di oliva possibilmente biologico
  • 25 gr amido
  • olio essenziale a scelta

Iniziate mettendo tutta l’acqua e la cenere in una pentola, lasciate scaldare lentamente e mescolate ogni tanto. Questa operazione richiederà circa 2 ore. Una volta spento il fuoco, vedrete che avrete  ottenute un composto viscoso e denso, lasciatelo scolare su di una garza in modo da filtrarlo.A parte, iniziate a far scaldare i 300 millilitri di olio di oliva aggiungendo 15/15 gocce di olio essenziale a vostro piacimento. Quando sarà caldo, mescolate anche la lisciva di cenere, aggiungete i 25 gr di amino e mescolate energicamente fino ad ottenere un miscela omogenea. Ponete il tutto in piccoli o mendi stampini e lasciateli riposare per 15/20 giorni. Dopodiché potrete usarlo per pulire e detergere i vostri capi, essi appariranno lucenti e sbiancati al tempo stesso.

Ne caso del sapone liquido:

  • 3 lt di acqua naturale
  • 100 gr di sapone di Marsiglia ridotto in scaglie
  • 100 gocce olio essenziale a piacimento
  • Una tazzina scarsa di olio lavanda

Anche in questo caso vi occorreranno i fornelli:

Iniziate mettendo il sapone di Marsiglia in scaglie all’interno dell’ acqua e ponete il tutto sul gas fino a farlo arrivare ad ebollizione. Una volta sciolto tutto, lasciate riposare per qualche ora, quando sarà leggermente tiepido aggiungete tutto l’olio essenziale e la tazzina di olio di lavanda.
Se il composto si presenterà troppo denso, potrete agire utilizzando un frullatore che lo separera rendendolo più cremoso, se occorre servitevi anche di un goccio di acqua in più. Ponete il composto all’interno di un erogatore a piacimento ed utilizzatelo per lavare i panni.

Insomma, facciamo attenzione ai prodotti che vengono quotidianamente pubblicizzati, spesso sono uno specchietto per le allodole e non servono a molto! Rappresentano la facilità e la comodità di avere un prodotto già pronto all’uso ma di dubbia efficacia…
Secondo voi per quale motivo siamo diventati intolleranti a tante sostanze di cui prima neppure conoscevamo l’esistenza?
Il nostro corpo, così come l’ecosistema, è “avvelenato” da tante sostanze chimiche e plastiche che non hanno nulla a che fare con il mondo naturale e per questo, troppo spesso, ne risentiamo e ne paghiamo le conseguenze!

Leggi anche: Sapone artigianale fatto in casa (senza soda ).Come prepararlo

Condividi su

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...

1 Commento

  1. Pingback: Le più comuni sostanze tossiche nei prodotti per bambini

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *