Perché il salmone norvegese è il più sicuro rispetto a tutti gli altri

Il salmone norvegese contiene meno metalli pesanti rispetto a tutti gli altri. Inoltre è ricco di importanti nutrienti, alto contenuto di vitamina D, selenio, omega 3 e tanto altro ancora, e apporta incredibili benefici per l’organismo. Si tratta di un alimento nutriente legato a diversi effetti positivi sulla salute, mentre i livelli di sostanze indesiderate sono bassi.

Produrre il pesce preferito al mondo richiede più che determinazione e abilità, servono anche le condizioni naturali perfette. La Norvegia è un paese lungo, la costa frastagliata si estende per più di 100.000 chilometri, seconda solo al Canada. Gli abbondanti fiordi freddi e lunghi e le acque costiere forniscono le condizioni perfette per la produzione di salmoni e trote di altissima qualità per tutto l’anno.

Perché il salmone norvegese è il migliore al mondo

Salmone Norvegia

Foto Pixabay

Gli allevatori norvegesi di salmone sono in cima alla classifica Coller FAIRR dei produttori di proteine più sostenibili del mondo, da tre anni consecutivi.
Utilizzare come fonte proteica i frutti di mare sostenibili, come il salmone norvegese, può aiutare a combattere il cambiamento climatico. Il salmone non fa bene solo alla tua anima, ma anche al tuo corpo e al nostro pianeta. Il 14,5% delle emissioni antropogeniche di gas serra proviene dal bestiame, con danni irreversibili per il mondo. La responsabilità del consumatore è di essere più consapevole degli ingredienti e di come vengono prodotti. Il tuo piatto preferito a base di salmone può essere di grande beneficio per il mondo se fai attenzione alle sue origini.

La Norvegia, primo produttore mondiale di salmone atlantico, e classificata tra le produzioni proteiche più sostenibili al mondo, si è impegnata a produrre pesce sostenibile e sano, utilizzando tecnologie avanzate e un sistema di gestione molto efficace per garantire la sicurezza alimentare e un allevamento sostenibile. Il salmone d’allevamento norvegese unisce salute e sostenibilità, rendendolo una scelta perfetta per i consumatori che vogliono aiutare la propria salute e quella del pianeta.

Sono allevati all’interno dell’oceano, all’interno dei fiordi naturali norvegesi, dove l’acqua di mare incontra l’acqua frizzante di fusione dei ghiacciai e della neve, in una procedura che riunisce i migliori requisiti in materia di ambiente e sostenibilità.

L’uso di antibiotici negli allevamenti norvegesi di salmone è il più basso tra tutte le produzioni animali in Europa. Con l’introduzione di cure efficaci per pesci e un’attenta supervisione da parte di veterinari specializzati, l’acquacoltura norvegese ha praticamente eliminato l’uso di antibiotici.
Iinfine, i salmoni norvegesi sono alimentati con una dieta a base di mangimi non geneticamente modificati (OGM) e ingredienti di provenienza sostenibile per garantirne la prosperità. Questo assicura una fonte sicura di proteine di qualità per i consumatori di tutto il mondo.

Grazie a questa dieta accuratamente controllata, il salmone norvegese è stato approvato per il consumo crudo senza previa congelazione. Ma vediamo i benefici che apporta all’organismo.

I benefici del salmone norvegese

La vitamina D, il selenio, gli omega 3 e lo iodio sono quattro nutrienti importanti di cui abbiamo generalmente bisogno e che si ottengono dal salmone d’allevamento norvegese. Possiamo inoltre affermare che il contenuto di sostanze indesiderate, come diossine, metalli pesanti, antibiotici e pesticidi, è molto al di sotto dei rispettivi limiti di assunzione giornaliera tollerabile.

Ci sono molti benefici documentati per la salute del consumo di questo alimento. I frutti di mare sono spesso inclusi in modelli alimentari sani che sono associati a rischi ridotti di malattia. Il consumo di pesce è stato collegato, tra le altre condizioni, alla riduzione del rischio di malattie cardiovascolari, diabete di tipo 2, malattie infiammatorie e alcuni tipi di cancro.

In base alle condizioni dell’UE sulle indicazioni nutrizionali, il salmone della Norvegia ha un alto contenuto di acidi grassi omega 3, vitamina D e selenio. Tutti e tre i nutrienti hanno effetti positivi sulla salute. Per esempio, un basso apporto di acidi grassi omega-3 è uno dei primi dieci fattori di rischio legati alla dieta con il maggiore impatto sulla malattia e la morte prematura.

Si tratta di un alimento ricco di proteine, sali minerali e vitamine A, C, B6, B12 e la D che aiuta la mineralizzazione delle ossa, combattendo l’osteoporosi e la fragilità ossea. L’Omega 3 contrasta l’invecchiamento delle cellule e dei tessuti e protegge il sistema cardiovascolare. Ma essendo molto calorico non bisogna eccedere nel suo consumo.

Inoltre non va abbinato con alimenti ricchi di colesterolo come formaggi e uova ed è altamente sconsigliato a coloro che soffrono di ipertensione a causa dell’alto contenuto di sodio.
Infine è sconsigliato per le donne in gravidanza perché il salmone in generale assorbe i metalli pesanti presenti nell’acqua dove vivono, e questi possono essere nocivi per lo sviluppo del sistema nervoso di un feto.

Salmone norvegese: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *