Mani e piedi freddi che cambiano colore? E’ la sindrome di Raynaud

Loading...

sindrome di raynaud

Hai le mani e piedi freddi che cambiano colore? Si tratta della sindrome di Raynaud! Ma quanto è seria e da che deriva? Ecco cosa devi sapere

 

Se vi siete ritrovati con le dita di mani e piedi fredde che cambiamo colore passando dal rosa tipico ad un pallore biancastro è il caso di farvi controllare consultando uno specialista.
Tale fenomeno si manifesta per lo più nelle donne di giovane età in una percentuale che varia tra il 5-7%. Talvolta questo disturbo è legato alle temperature rigide dell’inverno ma non sempre è dovuto al freddo. Spesso possiamo trovarci avanti ad una vera e propria malattia: si tratta della sindrome di Raynaud.

Leggi anche: 12 sintomi di malattie che si possono capire guardandoti le mani

CARATTERISTICHE DELLA SINDROME DI RAYNAUD

La sindrome di Raynaud si verifica soprattutto in corrispondenza di quei punti là dove si ha la maggiore dispersione di calore corporeo:

  1. Dita dei piedi
  2. Dita delle mani (in particolar modo)
  3. Punta del naso
  • In un primo stadio (> 80% dei casi) possiamo avere una riduzione del flusso di sangue, in questo caso avremo poca sensibilità cutanea ed indolenzimenti lievi.
  • Nel secondo stadio le cose si fanno un pò più serie e problematiche perchè si ha una vera e propria stasi venosa che provoca cianosi, dolore diffuso agli arti, forte formicolio, ed ovviamente cambiamento di colore (bianco pallido) a carico di una o più dita.

La sindrome di Raynaud può essere una malattia che non si accompagna ad altre patologie cliniche, oppure è il risultato secondario di malattie vere e proprie come ad esempio: Lupus eritematoso sistemico, malattie del sangue, malattie autoimmuni (Sclerodermia, Lupus eritematoso sistemico, Dermatomiosite).

COME SI PRESENTA LA SINDROME DI RAYNOUD E A COSA E’ LEGATA

Come già abbiamo accennato sopra, è possibile riscontrare una cambiamento drastico della colorazione delle dita (mani o piedi), intorpidimento della zona in questione, dolori articolari più o meno forti, carenza di sensibilità, variazioni intermittenti di colorito (roseo-bianco pallido-rosso).

Leggi anche: Formicolio: Mani e piedi ti formicolano spesso? Fa attenzione!

Il vasospasmo può persistere per minuti o per ore oppure, qualora fosse più grave, causare dei danni ai tessuti e ulcere dolorose.

LE CAUSE DELLA SINDROME DI RAYNOUD

  • ECCESSIVA ESPOSIZIONE AL FREDDO
  • FUMO
  • STAGIONALITA’
  • FARMACI NON APPROPRIATI
  • ANSIA
  • STRESS ECCESSIVI
  • ARTRITE REUMATOIDE
  • ARTEROSCLEROSI
  • PATOLOGIE PRIMARIE SCATENANTI
  • MALATTIE AUTOIMMUNI (Vedi sopra)

Per mitigare il problema e far tornare le dita il più presto possibile ad un aspetto normale possiamo riscaldarle e tenerle al coperto nei mesi freddi ecco come agire:

  1. – Utilizzare dei guanti (in commercio ce ne sono vari adatti per a trattare questa patologia).
  2. – Agopuntura
  3. – Muovere le dita con esercizi specifici
  4. – Praticare Yoga (così facendo imparerete a gestire ansia e stress)
  5. – Smettere di fumare

Ovviamente la diagnosi può essere fatta solo da un medico specializzato che saprà indicarvi i vari accertamenti da fare.
Clinicamente, di solito, per capire in maniera rapida se si è in presenza di questa sindrome si procede con l’ immersione di mani o piedi all’interno di una bacinella contenente acqua fredda. Se affetti dalla sindrome di Raynoud avremmo prima un’ischemia delle dita, seguita da cianosi e successivamente da una fase di iperperfusione determinata dal rapido apporto di sangue a seguito dell’interruzione precedente:Altro esame clinico consiste nello spingere i palmi l’uno contro l’altro mantenendo le mani unite (a preghiera).

Loading...

Condividi su

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
loading...
loading...