Malva: benefici, proprietà e come preparare la tisana

304 Condivisioni

Espettorante, antinfiammatoria, lassativa ed emolliente. Queste ed altre proprietà e benefici della malva, e come preparare la tisana.
malva benefici proprietà

La Malva è una pianta appartenente alla famiglia delle Malvaceae. Largamente diffusa ed utilizzata in ambito terapeutico grazie alle sue tante proprietà benefiche che la rendono adatta per curare eventuali disturbi intestinali, dolori, infiammazioni, tosse e molto altro ancora.
Esteticamente presenta un fusto legnoso alla base che può raggiungere circa 70-80 cm, è caratterizzata da foglie con margine dentato le quali sono anche ricoperte di una sottile peluria, il verde che le contraddistingue è molto acceso.

I fiori della malva sono sono belli esteticamente e possono variare a seconda delle sfumature: da un un rosa più chiaro ad un rosa più scuro, fino ad avere delle striature più scure tendenti al violaceo.
Le sue virtù e le sue proprietà benefiche sono conosciute e apprezzate fin dai tempi antichi. Non a caso il nome Malva deriva da un termine latino “mollire” che sta a significare letteralmente “ammorbidire”.
Vediamo meglio nello specifico quali sono le caratteristiche della malva e quali sono i suoi impieghi terapeutici.

Proprietà e benefici della Malva

Le proprietà ed i benefici della malva si esplicano soprattutto attraverso le sue foglie e i fiori.
Proprio nei fiori sono contenuti:

  • Sali minerali fra cui il potassio,
  • Ossalato di calcio,
  • Vitamine A, B e C.

Ma vediamo nello specifico tutte le sue più importanti proprietà terapeutiche.

Proprietà emollienti e antinfiammatorie

La Malva possiede proprietà emollienti e antinfiammatorie che le vengono elargite dalla presenza massiccia di mucillagini appunto contenute nei fiori e nelle foglie.
Le mucillagini agiscono formando uno strato di protezione che riveste le mucose, in questo modo svolgono un’azione di protezione dagli agenti esterni, favoriscono la guarigione in caso di patologie gastrointestinali, grazie alle proprietà emollienti migliorano le condizioni di salute in caso di tosse, nelle forme catarrali delle prime vie aeree.

Proprietà lassative

Sempre in funzione delle mucillagini, la malva possiede un’azione lassativa e antinfiammatoria che permette di mantenere in salute l’intestino, sfiammare il colon irritato e depurare l’intestino.
Oltretutto ne regola il corretto funzionamento grazie alla sua delicata azione lassativa.
La malva è ideale per risolvere i problemi di stitichezza soprattutto in gravidanza o nei bambini in quanto non è per nulla aggressiva bensì molto delicata.

Proprietà espettoranti

L’utilizzo di infusi e decotti a base di malva permette al nostro organismo di depurare e liberare le vie respiratorie dall’accumulo di catarro.

Aiuta in caso di mal di denti

La presenza di mucillagini fa si che la malva possegga proprietà astringenti atte a migliorare la condizione clinica di una piccola ferita. Dunque se ad esempio abbiamo un piccolo taglio sulle gengive o un dente ci crea dolore possiamo affidarci alla malva la quale cicatrizzerà in fretta la nostra ferita e allevierà eventuali dolori.

Lenitiva per la pelle

In commercio vi sono tanti prodotti a base di malva i quali sono adatti per lenire eventuali arrossamenti, irritazioni, punture d’insetto, escoriazioni e molto altro ancora. Ovviamente basta fare dei semplici impacchi di malva per poter beneficiare delle sue proprietà terapeutiche. Tutto quello che dovrete fare è applicare sulla zona interessata un piccolo batuffolo di ovatta imbevuto con il decotto di malva e lasciare agire per qualche minuto. Vedrete la pelle che inizierà a migliorare, apparirà omogenea e idratata, scomparirà il prurito e anche l’ irritazione.

Allontana stress e agitazione

L’infuso di malva ha proprietà calmanti tanto da agire sugli stati d’ansia, agitazione e stress. Vi basta assumere una tisana di malva per favorire il rilassamento e per ritrovare l’equilibrio psico-fisico.

Aiuta in caso di cistite o vaginite

La malva può esser usata per disinfettare le mucose e curare le vaginiti. Oltretutto allevia i disturbi causati da eventuali cistiti e permette di ristabilire la corretta flora batterica.

Tisana alla malva: ricetta

malva tisana infuso decotto

Il modo più semplice e diretto per poter assumere la Malva è attraverso il decotto.
Per preparare l’infuso di malva vi occorreranno:

  • 2 cucchiai di fiori o foglie di malva;
  • 2 tazze di acqua.

Mettete un pentolino con l’acqua sul gas e all’interno inserite i due cucchiai di fiori di malva. Portate tutto in ebollizione e lasciate andare per qualche minuto. Trascorso il tempo necessario lasciate riposare il vostro infuso dopodiché colate e filtrate il tutto.
Dolcificate con del miele o con della stevia.
Il decotto di malva è ideale da bere al mattino o magari la sera prima si andare a dormire.

Quello che dovete sapere è che il decotto di malva può avere due differenti utilizzi:

  1. Uso interno: ossia bevuto sia caldo che freddo, ideale ad ogni ora delle giornata.
  2. Uso esterno: ossia come applicazione esterna; dunque è adatto per effettuare gargarismi, impacchi di malva per curare e lenire ferite o punture, calmare irritazioni vaginali ecc.
304 Condivisioni

Malva: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *