Olio riscaldante fai da te per lenire dolori muscolari e articolari

Ecco come preparare un olio riscaldante fai da te, efficace per lenire in modo naturale i dolori articolari, muscolari e torcicollo.

Il consiglio che vi diamo oggi si basa su come realizzare un olio riscaldante fai da te, antidolorifico ed antinfiammatorio, il quale è in grado di alleviare i dolori derivanti da infiammazioni muscolari: torcicollo, cervicale, lievi contusioni, piccoli dolori reumatici o lombalgie.

Olio riscaldante fai da te

Olio riscaldante fai da te

Molto spesso i vecchi rimedi della nonna si dimostrano efficaci per la risoluzione di alcuni problemi. La semplicità e la naturalezza con la quale venivano realizzate alcune “ricette del benessere” dimostrano che il loro sapere era basato sull’ esperienza. Proprio per queste ragioni i loro insegnamenti sono arrivati fino ad oggi e vengono prontamente utilizzati per fornire la soluzione ad alcuni dolori, calmare infiammazioni, o cicatrizzare ferite, e non solo. Vediamo come realizzare un olio riscaldante fai da te contro dolori articolari, muscolari e torcicollo.

Indice

Realizzazione dell’olio riscaldante fai da te

Ingredienti

Innanzitutto procuratevi 2 o 3 barattolini piccoli in vetro e sterilizzateli mettendoli a bollire per 10 minuti in acqua! Questi saranno i vostri contenitori nel quale inserirete l’unguento preparato.

Per la realizzazione vi occorreranno:

  •   10 gr di Cera d’ Api pura;
  •   5 gr di oleolito di Calendula;
  •   20 gr di oleolito di Arnica;
  •   25 gr di oleolito dall’ Artiglio del Diavolo;
  •   5 gr di Gel di Aloe Vera;
  •   5 gr di oleolito di Curcuma;
  •   5 gocce di olio essenziale di Alloro;
  •   5 gocce di olio essenziale di Rosmarino;
  •   4 gocce di olio essenziale di Menta;
  •   5 gocce di olio di Canfora.

Alla base di tutto ciò, ci teniamo a specificare quale sia la differenza tra gli oleoliti e gli  essenziali:

  • Gli oleoliti sono dei particolari preparati fitoterapici che si realizzano attraverso un processo di macerazione in un liquido oleoso ( che può essere ad esempio olio di mandorle, olio di oliva o altro ancora)
  • Gli oli essenziali sono invece estratti con metodi differenti che possono distinguersi a seconda della processo utilizzato. Essi si ricavano direttamente dalla pianta che li produce e che ne racchiudono l’essenza stessa e la profumazione caratteristica.

Gli ingredienti che vi occorrono per questo olio riscaldante, per quanto particolari possano sembrarvi, sono facilmente reperibili on-line o nelle classiche erboristerie, quindi realizzare il vostro preparato non vi richiederà alcuno sforza particolare. Dovrete solo andare alla ricerca di tutti i componenti e poi mescolarli tra loro secondo il procedimento sotto descritto.

Preparazione

Per realizzare il vostro olio riscaldante vi serviranno tutti questi ingredienti e saranno loro che vi permetteranno di stare meglio grazie alla loro azione benefica.

  1. In un contenitore in vetro (precedentemente sterilizzato) unite tutti gli oli,
  2. Successivamente unite anche gli oleoliti e mescolate abbondantemente in modo da mischiare tutti i composti.
  3. In un pentolino a parte fate sciogliere la cera d’api a bagnomaria e girate di tanto in tanto. Una volta che si sarà raffreddata aggiungetela ai vostri oli essenziali e agli oleoliti. Continuate a mescolare.
  4. Lasciate raffreddare completamente il tutto e tappate il vostro vasetto. Fate attenzione e assicuratevi che il barattolo abbia una chiusura ermetica in modo da conservarne il contenuto.

Tutti gli oli essenziali e gli oleoliti adoperati per la preparazione di questo olio riscaldante fai da te sono davvero indispensabili perché contengono numerose proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e soprattutto antidolorifiche. Rappresentano una risposta DEL TUTTO NATURALE a quei dolori che possono colpirci impedendoci di svolgere le azioni quotidiane, anche le più semplici.

Olio riscaldante: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *