Come fare un fertilizzante naturale fai da te per curare le tue piante

Per realizzare un fertilizzante naturale ed efficace tutto quello che vi occorre sono gli scarti alimentari! Ecco quali sono. Le vostre piante ringrazieranno.
fertilizzante naturale per le piante

Ovviamente con la bella stagione e con l’arrivo delle giornate soleggiate e calde, i nostri giardini si popolano di piante da fiori, i nostri orti ospitano pomodori ed altri ortaggi e così via. Insomma, tutto prende vita e germoglia rigoglioso e prosperoso.
Per garantirci un raccolto ed una fioritura ottimale ovviamente bisogna avere dei piccoli accorgimenti che però potranno fare la differenza.

In commercio possiamo trovare molti prodotti per concimare e fertilizzare i nostri terreni ma se vi dicessimo che è possibile realizzare un fertilizzante naturale e fai da te, stando comodamente in casa?
Ebbene si, per farlo vi occorrerà poco ma otterrete un risultato assicurato e a dir poco sorprendente.
Provare per credere!

Fare un fertilizzante naturale Home Made è davvero semplice, quasi un gioco da ragazzi. Tutto quello che vi servirà lo potrete trovare tranquillamente negli scarti alimentari. Vediamo di quali si tratta e come usarli.

Fondi di caffè.

Tutti, o quasi tutti, beviamo il caffè e successivamente gettiamo il fondo che resta nel filtro. Nulla di più sbagliato.
I fondi di caffè sono una risorsa preziosa per i nostri fiori ed i nostri ortaggi.
Si tratta di un eccellente fertilizzante naturale per le piante soprattutto grazie all’elevato contenuto di calcio, potassio, azoto, magnesio e altri minerali.

Per tutte queste ragioni i fondi di caffè si presentano in modo eccezionale come concime e fertilizzante per le piante, qualsiasi esse siano: sia da orto che da giardino.
Per garantire loro il giusto apporto di nutrienti vi basterà spargere la polvere direttamente sul terreno oppure, se preferite, potrete diluirla in acqua così da utilizzarla successivamente per le classiche innaffiature.

Inoltre i fondi caffè aiuteranno a tenere lontane le lumache ed altri insetti dall’orto. Sarà sufficiente creare dei cerchi con i fondi di caffè. Tali cerchi dovranno essere realizzati nelle vicinanze del fusto della pianta.

Gusci d’uovo.

Se ci cuciniamo un uovo fritto o magari una frittata, l’operazione successiva è quella di gettare i gusci. In realtà si tratta di uno scarto alimentare prezioso il quale può tornare molto utile per fertilizzare il terreno, sia dell’orto che dei fiori da balcone.
l gusci delle uova apportano una buona quantità di calcio e per questo possono essere utilizzati come fertilizzante naturale ma non solo, sono ideali anche come antiparassitari.

Invece di usare prodotti chimici aggressivi, potrete tranquillamente ottenere lo stesso risultato con una spesa pari a zero e che rispetterà l’ambiente.
Per realizzare il vostro fertilizzante dovrete schiacciare i gusci di uova assieme a del terriccio, poi adagiate il mix in corrispondenza delle piante da concimare e magari innaffiate. In questo modo la vostra pianta risulterà rinvigorita ed il fusto più rigoglioso. Il guscio, pian piano e ad ogni annaffiatura, rilascerà le sostanze di cui la pianta ha bisogno.

I gusci d’uovo risultano un fertilizzante naturale efficace soprattutto per le rose ma anche per altri fiori e le piante dell’orticello.
Allo stesso modo potrete usare i gusci anche come antiparassitario.
Una volta triturati potete metterli nelle vicinanze delle piante così da scoraggiare l’attacco di lumache ed altri parassiti.

Scarti di arance e limoni.

Dopo una salutare spremuta per noi… possiamo fare realizzare anche un salutare fertilizzante per le nostre piante.
Infatti i scarti delle bucce di arance e limoni non dovrebbero mai essere gettati nella pattumiera dell’umido in quanto rappresentano un altro modo semplice ma efficace per fertilizzare i nostri terreni e le nostre piante.

Dagli scarti di arance e limoni si ricava il “pastazzo” il quale è composto dalle polpe, dai semi e dalle bucce.
Questi scarti apportano al terreno una quantità cospicua di vitamina C ed altre sostanze le quali permettono alla pianta di crescere rigogliosa e forte.
Vi basterà mettere qualche pezzettino di buccia qua e là nel terreno ed il gioco è fatto.

Questo è un dato di fatto: in Costa Rica, più precisamente nell’area protetta denominata “L’Area de Conservación Guanacaste”, esiste ora una foresta lussureggiante la cui storia è alquanto bizzarra.
A seguito della riforestazione avviata degli anni 90, non si riuscivano ad ottenere i risultati sperati. E’ a questo punto che arriva la svolta proposta da due ecologi dell’Università della Pennsylvania, Daniel Janzen e Winnie Hallwachs.

Questi studiosi pensarono di utilizzare gli scarti delle arance e limoni (di un’azienda vicina) come concime da spargere per l’intera zona da riforestare. A distanza di anni i due studiosi trovarono l’area completamente immersa nel verde e rigogliosa. La differenza tra le aree dove erano state scaricate le bucce e quelle non concimate erano straordinarie.

Bucce di banana.

Queste si dimostrano un efficace fertilizzante naturale; possiamo realizzarlo sia secco che liquido.

Fertilizzante secco 
– Per realizzarlo occorre prendere le bucce di una o più banane ed adagiarle su di una teglia in modo che vi passi aria tra loro. Fate in modo che la parte interna della buccia capiti esposta verso i raggi del sole (quindi verso l’alto).
– Per accelerare il processo di essiccamento potrete inserirle in formo a bassa temperatura, lasciarle “cuocere” fino a che la buccia non sarà annerita e disidratata.
– A questo punto sminuzzatele in piccoli pezzi e spargeteli sul terreno da fertilizzare.

Fertilizzante liquido
– Mettete le bucce di banana fresche in infusione all’interno di un secchio contenente dell’ acqua. Solitamente per 5 litri bastano 3 bucce di una banana (non piccole).
– Lasciatele in ammollo per almeno 48 ore dopodiché separate le bucce.
– Il liquido potrete utilizzarlo direttamente per innaffiarle le vostre piante.

Entrambe questi concimi saranno ricchi di potassio e permetteranno alle vostre piante di crescere rigogliose e sane.
Non vi resta che provare questi semplicissimi rimedi e testarne la naturale efficacia.
Con poco dispendio avrete piantine e fiori rigogliosi.
Non servono grandi prodotti e particolari sostanze chimiche; il più delle volte è sufficiente affidarsi a ciò che la casa ci offre…In questo caso: gli scarti alimentari.

Fertilizzante naturale: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *