Carne separata meccanicamente:non c’è schifezza peggiore

762 Condivisioni

Fate molta attenzione a questa dicitura sulle etichette di cotolette,wurstel,polpette e tortellini ripieni:”carne separata meccanicamente”.Ecco perchè.VIDEOcarne separata meccanicamente la gabbia

Prima di mangiare wurstel, hamburger, cotolette e tortellini informatevi su cosa contengono.

Negli allevamenti italiani di pollame non si butta via niente. Una volta tolte le parti più comuni da mettere in vendita su un bel bancone, ossia filetto, petto e cosce, tutto quello che resta dei polli, cioè gli scarti delle carcasse, vengono tritati e impastati per ottenere una poltiglia: la cosiddetta “carne separata meccanicamente“.

Cos’è la carne separata meccanicamente

Come dice la parola infatti, si tratta di carne separata dalle ossa con metodi meccanici.Ma sono moltissimi i casi in cui, insieme alla carne di scarto che resta attaccata alle ossa, vengono triturate anche le ossa e cartilagini stesse, per produrre l’impasto che serve poi per creare dai wurstel alle cotolette, dagli hamburger fino al ripieno dei tortellini.

Ma non finisce quì!
La carne separata meccanicamente spesso è lavata, nella ultima fase della lavorazione, con una soluzione a base di ammoniaca per eliminarne totalmente lo sgradevole gusto, per poi successivamente dargli un sapore artificiale con appositi additivi chimici, rendendola più appetibile addirittura del pollo stesso.

Tutti i prodotti derivati da questa poltiglia sgradevole insaporita chimicamente, come quelli sopra scritti, sono ad alto contenuto di sodio e di grassi.

Guarda il servizio completo  a riguardo della trasmissione “la gabbia” su La7:

762 Condivisioni

Carne separata meccanicamente: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *