Allergia al pomodoro: come riconoscere i sintomi

Vediamo come si manifesta una possibile allergia al pomodoro crudo o intolleranza, i sintomi sulla pelle, diarrea e tanto altro.

Allergie ai pomodori

Allergie ai pomodori

Il pomodoro è uno dei frutti più coltivati e consumati al mondo. Rispetto alla quantità che ne mangiamo, le allergie ai pomodori non sono considerate molto comuni.

Un’allergia al pomodoro è un’ipersensibilità di tipo 1 al pomodoro. Le allergie di tipo 1 sono comunemente note come allergie da contatto. Quando una persona con questo tipo di allergia entra in contatto con un allergene, come un pomodoro, le istamine vengono rilasciate nelle aree esposte come la pelle, il naso e il tratto respiratorio e digestivo. A sua volta, questo provoca una reazione allergica.

Nonostante il fatto che i pomodori e i prodotti a base di pomodoro siano alcuni degli alimenti più consumati nella dieta occidentale, le allergie al pomodoro sono estremamente rare. Un individuo con un’allergia al pomodoro è anche incline a reazioni allergiche con altre piante, tra cui patate, tabacco e melanzane. Spesso, le persone con un’allergia al pomodoro avranno anche una reazione incrociata al lattice (sindrome lattice-frutto).

La maggior parte delle persone ha in realtà un’intolleranza al pomodoro piuttosto che un’allergia. Molte persone che hanno una nota allergia o intolleranza al pomodoro possono effettivamente tollerare pomodori ben cotti con poca o nessuna reazione. Altre persone possono consumare pomodori a bassa acidità.

Questo ortaggio contiene anche un alto grado di una sostanza chimica naturale conosciuta come salicilato che è correlata all’aspirina ed è un derivato dell’acido salicilico. Alcune persone non possono tollerare alcuna quantità di salicilato nella loro dieta.

Qual è la differenza tra allergia e intolleranza al pomodoro?

Ci sono alcune distinzioni principali tra i sintomi delle allergie al pomodoro e l’intolleranza al pomodoro.

Le allergie al pomodoro si distinguono per il loro tempo di insorgenza rapido, con i sintomi che si manifestano nella maggior parte dei casi subito dopo il consumo dell’ingrediente. Nel frattempo, i tempi di insorgenza dell’intolleranza al pomodoro possono spesso variare a seconda della quantità consumata e del consumatore. Alcune persone possono mostrare segni di intolleranza pochi minuti dopo il consumo, altre qualche ora e altre ancora qualche giorno.

Un’altra differenza esiste tra la gravità dei sintomi sperimentati. Per alcuni allergici al pomodoro, il solo toccare questo ortaggio può provocare una reazione allergica.
La coltivazione dei pomodori comporta spesso l’irrorazione con pesticidi e anche questo può provocare sintomi di tipo intolleranza, meglio rimuovere la buccia dei pomodori prima di mangiarli, oppure lavarli accuratamente.

La vera intolleranza al pomodoro, tuttavia, raramente presenta un rischio per la vita, ma questo non significa sminuire gli effetti negativi che può avere apportare, rendendo la vita quotidiana difficile per chi ne soffre. Va anche notato che non è sempre un problema che dura tutta la vita.

I sintomi di una possibile allergia al pomodoro

Vediamo come si manifesta una allergia al pomodoro. In presenza di allergie ai pomodori, i sintomi che si manifestano possono essere:

  • problemi gastrointestinali;
  • reflusso acido;
  • bruciore di stomaco e indigestione;
  • dolore addominale;
  • crampi o vomito;
  • diarrea;
  • mal di testa;
  • sensazione di bruciore o tensione della pelle;
  • gonfiore;
  • orticaria;
  • formicolio delle labbra;
  • eruzioni cutanee;
  • dermatite;
  • dermatite periorale;
  • sindrome orale allergica;
  • rinite o sintomi simili all’asma;
  • irrigidimento del petto;
  • difficoltà respiratorie;
  • vertigini;
  • articolazioni dolorose;
  • mal di testa.

Come capire se si è allergici ai pomodori

I sintomi sopra elencati, oltre ad essere presenti nelle varie tipologie di allergie ai pomodori, possono manifestarsi anche a causa di intolleranze verso altri cibi, oppure a causa di altri problemi di salute. Per capire se si è allergici ai pomodori il consiglio è quello di rivolgessi ad un allergologo.
Tuttavia, se hai qualche sospetto, puoi provare a tagliare questo alimento dalla tua dieta per un po’ di tempo. A seconda della gravità e della frequenza delle tue reazioni, potrebbe essere possibile limitare semplicemente il pomodoro, piuttosto che eliminarlo completamente.

Potrebbe essere una buona idea provare a rimuovere completamente il pomodoro dalla tua dieta per un breve periodo di tempo, al fine di monitorare se i sintomi si placano o continuano, e cercare di trovare la soluzione che funziona meglio per te. Questo significa la rimozione non solo del pomodoro fresco, ma anche dei prodotti a base di pomodoro, compresi il ketchup e i sughi per la pasta.

Allergia al pomodoro: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *