8 super erbe con proprietà antivirali (no coronavirus)

90 Condivisioni

Spesso è la natura stessa a darci gli elementi indispensabili per il nostro benessere. Ecco 8 formidabili erbe antivirali per combattere influenza e virus (no coronavirus).
erbe antivirali piante

Fin dall’antichità, le erbe sono conosciute ed utilizzate come trattamenti naturali per diverse malattie, tra cui le infezioni virali.
Grazie alla loro concentrazione di potenti composti vegetali molte erbe aiutano a combattere efficacemente i virus, influenze stagionali e diversi malanni. Questa tesi è sostenuta anche da esperti della medicina naturale.

Non esistono dati empirici che testimoniano il loro potere curativo, almeno non su ogni erba elencata, ovviamente non stiamo dicendo che sono miracolose e non devono essere sostituite a medicinali là dove ce ne fosse bisogno.
Ad ogni modo il contributo delle erbe officinali può risultare efficace e concreto per scongiurare o allontanare eventuali disturbi.
Elenchiamo di seguito le più note.

Origano

L’origano è un’erba comune e spesso la troviamo nelle nostre case utilizzata come spezia per insaporire sughi e non solo. Appartiene alla famiglia delle mentine, è nota per le sue varie qualità medicinali. I suoi composti vegetali, che includono il carvacrolo (mono-componente fenolico), offrono notevole proprietà antivirali.

In uno studio condotto in laboratorio, sia l’olio essenziale di origano che il carvacrolo, hanno ridotto l’attività del norovirus (agente patogeno responsabile della diarrea) entro 15 minuti dall’assunzione.
Tale agente patogeno è altamente contagioso ed è la causa principale di influenza gastrica negli esseri umani.

L’olio di origano e il carvacrolo hanno anche dimostrato di possedere proprietà antivirali contro l’herpes simplex e il rotavirus, causa comune di diarrea nei neonati e nei bambini; e  infezioni di origine respiratoria.

La Salvia

La salvia è un’erba aromatica che è stata a lungo utilizzata nella medicina tradizionale, oltre che per pulire e deodorare il cavo orale, anche per trattare le infezioni virali e/o infiammazioni.
La salvia contiene composti antiossidanti, principalmente: acido rosmarinico, luteolina e apigenina che impediscono ai radicali liberi di attaccare le cellule sane.

Le proprietà antivirali della salvia sono per lo più attribuite a composti chiamati safficinolide e salvia uno, che si trovano nelle foglie e nel fusto della pianta.
Studi in laboratorio dimostrano che questa erba può combattere il virus dell’ HIV che può portare all’AIDS. In uno studio, l’estratto di salvia ha inibito significativamente l’attività dell’HIV impedendo al virus di entrare nelle cellule bersaglio.

Basilico

Per molti il basilico può rappresentare un’erba adatta esclusivamente per realizzare sughi, decorare piatti e condire la pizza. In realtà è molto di più. Rappresenta una delle erbe aromatiche ideali per combattere sintomi influenzali e varie infezioni virali.

Ad esempio, uno studio ha scoperto che gli estratti di basilico dolce, compresi composti come l’apigenina (flavonoide) e l’acido ursolico, hanno mostrato potenti effetti contro i virus dell’herpes, l’epatite B e l’enterovirus.
Inoltre si è osservato che migliorasse la risposta immunitaria dell’organismo così da combattere e allontanare eventuali infezioni.

Finocchio

Il finocchio è una pianta dal sapore particolare e abbastanza forte. Spesso è utilizzata per insaporire ciambelle salate, taralli, tarallini ecc. Ricorda vagamente il sapore della liquirizia e, come le erbe sopra trattate, anche il finocchio vanta proprietà medicamentose.

Studi di laboratorio hanno dimostrato che l’estratto di finocchio possiede forti effetti antivirali per cui è capace di agire contro i virus dell’herpes e la parainfluenza di tipo 3 che può causare bronchiolite e polmonite soprattutto nei lattanti e in bambini e/o adulti immunodepressi. Queste malattie generalmente sono indistinguibili da quelle causate dal virus respiratorio sinciziale) ma sono spesso meno gravi.

Inoltre, dal finocchio si può ricavare l’olio essenziale, il cui componente principale è il trans-anetolo, proprio questo possiede potenti effetti antivirali agendo soprattutto contro i virus dell’herpes.
Secondo la ricerca, il finocchio avrebbe un’azione antivirale, antinfiammatoria anche sugli animali, oltre ad aumentare la risposta del loro sistema immunitario.

Aglio

L’aglio è un rimedio naturale popolare per eccellenza. Conosciutissimo ed utilizzatissimo da sempre tanto che, anche le nostre nonne, ne utilizzavano consapevoli delle sue proprietà medicinali naturali.
In uno studio condotto su 23 adulti con verruche causate da papillomavirus, applicando 2 volte al giorno per 15 giorni l’estratto di aglio sulle aree colpite, le verruche sono scomparse del tutto.

Inoltre si è notato che l’aglio può avere un’attività antivirale contro l’influenza A e B, l’HIV, HSV-1, la polmonite virale e il rinovirus, che causa il comune raffreddore.
Studi su animali indicano che l’aglio migliora la risposta del sistema immunitario così da salvaguardarli contro eventuali infezioni virali.

Echinacea

L’ echinacea è uno degli ingredienti più utilizzati nella medicina erboristica grazie alle sue impressionanti proprietà benefiche riservate alla nostra salute. Si possono fare unguenti, maschere, elisir, saponi, detergenti viso e non solo.
Dalle pianta “non si butta via nulla” nel senso che molte delle sue componenti: compresi i fiori, foglie e radici, sono utilizzati per realizzare rimedi naturali.

Infatti, l’ Echinacea purpurea, una varietà che produce fiori a forma di cono, già ai tempi dei Nativi Americani era utilizzata per il trattamento di diverse patologie, comprese le infezioni virali.
Diversi studi suggeriscono che alcune varietà di echinacea (E. pallida, E. angustifolia, e E. purpurea) sono particolarmente efficaci nel combattere le infezioni come l’herpes e l’influenza.

L’Echinacea purpurea è indicata per potenziare la risposte del nostro sistema immunitario così da preservarci il più possibile da influenze stagionali, tosse e raffreddore.

Sambuco

Il Sambuco spesso è utilizzato per produrre bevanda alcoliche o non, ma non solo. Ad esempio le bacche del sambuco vengono trasformate in una varietà di prodotti, come elisir e pillole, che vengono utilizzati per il trattamento di infezioni virali, sintomi influenzali, tosse e raffreddore.
Uno studio sui topi ha determinato che il succo concentrato di sambuco ha soppresso la replicazione del virus dell’influenza andando a stimolare la risposta del sistema immunitario.

Inoltre è stato condotto una sorta di esperimento su circa 180 persone sottoposte all’assunzione di integratori a base di Sambuco. Coloro che avevano sintomi influenzali, assumendo questi integratori, hanno visto un netto miglioramento della loro situazione clinica.

Ginseng

Il ginseng scientificamente è chiamato con il nome di Panax. Molto conosciuto in America ma soprattutto in Cina là dove trova larghissimo impiego nella medicina tradizionale cinese, infatti si è mostrato particolarmente efficace nella lotta contro i virus e infezioni stagionali.

In studi su animali e in provetta, l’estratto di ginseng rosso coreano, ha mostrato effetti significativi contro RSV, herpes virus, e l’epatite A ma non solo; alcuni composti presenti nel ginseng (chiamati ginsenosidi) hanno effetti positivi atti a contrastare l’epatite B, norovirus e un’infezione di varia natura anche gravi.

90 Condivisioni

Erbe antivirali: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *