Rubinetti brillanti e liberi dal calcare con il metodo dello scottex, provare per credere

Per dire addio a calcare e incrostazioni varie sui rubinetti, basterà adottare il metodo dello Scottex. Con poco avrete lucentezza e brillantezza. Ecco come fare.

Sciogliere il calcare con il metodo dello Scottex

Sciogliere il calcare con il metodo dello Scottex

Nelle nostre case spesso ci ritroviamo a dover combattere con il problema del calcare derivante dagli accumuli di mesi e mesi, se non anni ed anni, di “acqua dura” che circola nei tubi.
Nelle acque non trattate (e quindi non addolcite) il calcio cristallizza sotto forma di una struttura stratificata  i cui cristalli si legano l’uno all’altro e aderiscono alle superfici che incontrano lungo il tragitto; in questo modo danno vita a quei fastidiosi e problematici accumuli solidi di calcare che poi va ad intasare sia i tubi che i nostri rubinetti di casa.

A risentirne in modo vistoso, rovinandone anche la lucentezza, sono i rubinetti in acciaio, i lavandini della cucina e i sanitari del bagno che si opacizzano con un solo utilizzo e si riempiono di aloni antipatici talvolta difficili da eliminare.

In commercio vi sono molti prodotti che possono essere usati per eliminare queste macchie di calcare dai nostri lavandini e rubinetti, indubbiamente si tratta di prodotti chimici e comunque aggressivi sia per le superfici stesse che per l’ambiente. Oggi come oggi però vogliamo darvi un praticissimo consiglio su come eliminare il calcare con il metodo dello Scottex, questo vi assicurerà una buona riuscita e un risultato sorprendente. Ma vediamo assieme quali sono gli ingredienti che vi occorrono per pulire in modo del tutto naturale il vostro lavandino.

In cosa consiste il metodo dello Scottex

Per mettere in pratica il metodo dello Scottex avrete bisogno di tre cose:

  • Dello Scottex da cucina;
  • Un po’ di aceto;
  • Della pellicola per alimenti.

E’ davvero tutto semplicissimo, per eliminare il calcare dal rubinetto dovrete piegare il foglio di carta Scottex, fino a farlo diventare un piccolo quadrato. A questo punto versateci dell’aceto e mettete il vostro Scottex su un foglio di pellicola (vedi foto di seguito).

Scottex inzuppato di aceto su pellicola

Scottex inzuppato di aceto su pellicola

Arrivati a questo punto, poggiate lo Scottex con la pellicola sul punto in cui avete l’alone di calcare da sciogliere, e avvolgete la pellicola in modo da tenere fermo l’impacco.
Lasciate poi agire per 1-2ore (foto di seguito).

Impacco di Scottex e aceto per sciogliere alone di calcare su rubinetto

Impacco di Scottex e aceto per sciogliere alone di calcare su rubinetto

Grazie all’azione anticalcare naturale dell’aceto potrete sciogliere con naturalezza le incrostazioni che si annidano nel vostro rubinetto. Trascorso il tempo necessario, potrete rimuovere la carta dalla superficie trattata e, con un vecchio spazzolino da denti a setole dure, strofinate sulla macchia o sul filtro del rubinetto, in questo modo eliminerete ogni più piccola incrostazione e scioglierete il calcare resistente.

Rimozione alone dal rubinetto con il metodo dello Scottex

Rimozione alone dal rubinetto con il metodo dello Scottex

Risciacquate con acqua calda e il gioco è fatto.
Questo rimedio naturale trova la sua applicazione anche per scrostare gli aloni dal WC, piatto doccia, lavandino della cucina e via dicendo.
infatti, può essere applicato anche sulle altre superfici soggette al calcare come per esempio i piatti della doccia, il soffione, i bicchieri e così via.

Non esiste solamente il metodo della carta Scottex; esistono molti altri espedienti che ci permettono di avere il medesimo risultato sempre rispettando l’ambiente e garantendo lucentezza. Vediamo di quali si tratta.

Metodo del Limone

Il limone oltre ad un alto potere sbiancante ha anche la capacità di rimuovere le macchie ostinate dalle superfici del bagno.
Se vogliamo eliminare calcari e alone connessi, dobbiamo tagliare a metà un limone e sfregarlo sulla superficie incriminata. Se le macchie sono più ostinate possiamo lasciare qualche fettina sulla parte ostinatamente macchiata cosicché l’alone possa andare via con sicurezza

Per quanto riguarda questi due metodi alternativi, dobbiamo prestare molta attenzione! Non sempre è possibile utilizzarli e questo perché sia l’aceto che il limone sono ingredienti molto acidi che possono rovinare anche lo smalto di alcune superfici, ad esempio sarebbe buona cose a evitare per le superfici di marmo o quelle in pietra naturale.
Se avete un sanitario già abraso e con lo smalto abbondantemente grattato, vi consigliamo di non lasciare agire il prodotto per troppo tempo.

Calcare: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *