La quinoa combatte diabete e colesterolo.Ecco come cucinarla

quinoa-colesterolo

La quinoa è un super-alimento che non dovrebbe mancare nella dieta dei diabetici, e di coloro che soffrono di colesterolo e problemi cardiovascolari.

La quinoa contiene quasi il doppio delle fibre della maggior parte di altri cereali. Queste ultime con l’aiuto dei grassi insaturi e dell’ alto contenuto di magnesio contenuti in questo cereale aiutano a regolare i livelli di colesterolo nel sangue e la pressione sanguigna, due fattori di fondamentale importanza per la prevenzione di malattie cardiovascolari.

Inoltre le fibre contenute nella quinoa abbassano i livelli di di glucosio nel sangue. Questo alimento ha un indice glicemico molto basso ed è completamente privo di glutine, ottimo quindi per diabetici e celiaci.
Occorre considerare, comunque, che la quinoa è ricca di carboidrati e che va consumata con moderazione, soprattutto se si vuole seguire una dieta povera di carboidrati.

Ora vediamo come utilizzare in cucina questo prezioso cereale.

Loading...

Come utilizzare la quinoa in cucina

La quinoa è particolarmente facile da cucinare e da gustare tutto l’anno perché è versatile e leggera. Si può inserire in una miriade di pasti sia estivi (ad es. insalate) che invernali (minestre, zuppe ecc). Può essere anche usata in alternativa al classico piatto di pasta (grazie al suo contenuto di carboidrati), oppure per realizzare dei contorni salutari e leggeri, per preparare polpette vegetariane o di carne, o utilizzata al naturale, con l’aggiunta di spezie e olio d’oliva.

Si possono addirittura preparare torte, biscotti, piadine e focacce utilizzando la farina di quinoa.

Farina di Quinoa
Per preparare la piadina, i biscotti e le focacce

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere

€ 11

Innanzitutto prima di cuocerla bisogna sciacquare abbondantemente i semi di quinoa sotto l’acqua corrente e poi metterli in ammollo per almeno 8 ore cambiando spesso l’acqua fino a che non diventa chiara. Questo procedimento va fatto per rimuovere l’acido fitico che può impedire una corretta digestione, ed eliminare eventuali residui di saponina, una sostanza amara che si trova nel rivestimento esterno e che potrebbero rendere poco gradevole il sapore dei chicchi.

Fatto ciò si può procedere alla cottura mettendo i semi lavati a bollire per circa 20 minuti. Nei negozi si trovano diverse varietà di quinoa: bianca, rossa, nera. I valori nutrizionali non cambiano particolarmente e ci vorranno sempre circa 20 minuti per cuocerla.I semi di quinoa saranno cotti quando il guscio esterno inizierà ad aprirsi (vedi foto seguente).

 

quinoa-colesterolo

La quinoa si può anche tostare in padella in modo da ottenere un retrogusto che sa di noci.
Versa dell’olio extravergine d’oliva in una padella, versa i semi di quinoa lavati e cuoci a fuoco lento per un paio di minuti. Poi aggiungi l’acqua (2 parti d’acqua per ogni parte di quinoa, rapporto 2:1), e lascia cuocere a fuoco basso per 15 minuti con il coperchio. Lasciala poi riposare e sgranellala come si fa normalmente per il cous cous con una forchetta.

Loading...

Arrivati a questo punto possiamo inserire la quinoa nelle nostre pietanze, o far sì che sia essa la pietanza principale.

Ecco di seguito alcune ricette alla quinoa semplici e gustose. Buona visione.

 


 

Copyrighted.com Registered & Protected 4ULQ-TMYC-JCIL-JGYT

 

Quinoa

Voto medio su 24 recensioni: Da non perdere

€ 4.55

Condividi su

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...

1 Commento

  1. Pingback: Ecco come preparare degli hamburger vegani gustosi e salutari

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *