La pianta da appartamento capace di purificare l’aria e assorbire umidità

Molto spesso gli ambienti della nostra casa presentano problemi di corretta aerazione, spesso tutto questo si traduce in cattivi odori, condensa, problemi di muffa con conseguente presenza di spore (deleterie per chi soffre di allergia ma non solo). Tali problemi purtroppo sono davvero molto diffusi e troppo spesso ci ritroviamo a dover fare i conti con ambienti pieni di umidità e, di conseguenza, con i problemi di salute che ne derivano.

Dunque, nel periodo invernale, oltre a combattere contro il freddo, ci troviamo a fare i conti anche con l’l’eccesso di umidità.
Arrivare ad una soluzione definitiva non è mai semplice e nulla appare scontato; questo perché per riscaldare una casa basta accendere il riscaldamento, ma per combattere muffe e ambiente umido, questo non basta…anzi, con il riscaldamento tutto ciò può peggiorare la situazione. Occorrerebbe asciugare le mura domestiche essiccando l’aria per eliminare le particelle di vapore acqueo (ma senza esagerare per non incappare nel problema contrario, ossia un ambiente troppo secco).

Per cecare di mitigare quanto più questo problema, ci sono diverse soluzioni: dall’installazione di deumidificatori per ambienti, ai diversi sistemi di filtraggio. Molte volte però, basterebbe tener presente pochi e semplici accorgimenti i quali ci permettono di migliorare l’aria all’interno della casa e favorire un buon ricircolo.
Oltre alla tecnologia, un aiuto fondamentale e non da poco ci arriva dalle piante.

Difatti queste possono davvero fare la differenza, soprattutto per quanto concerne alcune specie in particolare.
Le piante possono essere considerate dei veri e propri ionizzatori naturali; capaci di deumidificare l’ambiente con il normale ciclo della loro respirazione. Una di queste, è la sansevieria. Si tratta di una pianta d’appartamento tra le più diffuse ma forse pochi sanno quanto sia utile all’aria che respiriamo.

Sansevieria, la pianta che purifica e elimina l’ umidita di casa

sansevieria assorbe umidità

Foto pixabay.com

Per la propria casa, scegliere quale sia la pianta più adatta non è cosa da poco. Optare per una piuttosto che per un’atra è quello che fa davvero la differenza. Se non volete sbagliare e cercate di unire il bello all’utilità, la pianta che fa al caso vostro è proprio la Sansevieria.
Si tratta di una specie abbastanza semplice da coltivare tanto che, anche chi possiede il pollice nero può riuscire nell’ impresa. Oltre ad arredare e dare un tocco di eleganza alla vostra casa potrete assicurarvi un ambiente dall’aria migliore, filtrata e meno umida.

Le piante, e in questo caso specifico la Sansevieria, riesce a captare e assorbire l’umidità della casa attraverso l’apparato fogliare.
La sansevieria riesce a ripulire l’aria dagli agenti inquinanti che in essa sono dispersi, per questa ragione viene spesso posizionata in camera da letto o magari in bagno.

E’ capace di assorbire le sostanze inquinanti presenti in ambito domestico come formaldeide, tricloroetilene e benzene; sostanze che inaliamo inconsapevolmente le quali vengono prodotte dai fumi della cucina, dagli elettrodomestici, fumo di sigaretta, combustione di candele eccetera.
Per ottimizzare l’uso della Sanseveria è opportuno prediligere un posizionamento mirato e ben ponderato. Magari optare per una collocazione all’interno di stanze che più di altre presentano problemi di umidità e/o muffa. In questo modo potrete creare un ambiente sicuramente più accogliente e ben arredato, ma soprattutto migliorerete di gran lunga la qualità dell’aria respirata. Il nostro apparato respiratorio ringrazierà!

La Sansevieria è una pianta succulenta comunemente chiamate anche “Lingua di suocera”. Nasce perlopiù come pianta tropicale, originaria dell’est dell’Africa tropicale, fino alla Nigeria e ad est della Repubblica Democratica del Congo; successivamente si è diffusissima in tutto i mondo. Presenta delle foglie molto allungate ed erette, lineari-lanceolate, tendenzialmente rigide rigide le quali possono raggiungere una lunghezza di 140 cm. Possiedono una colorazione verde ma possono avere delle sfumature più chiare o più scure.

Vederla fiorita è abbastanza raro, tuttavia l’infiorescenza può raggiunge una lunghezza di 50–80 cm, mentre i fiori sono bianchi.
La sua caratteristica è che Vive molto bene negli ambienti umidi. Per tale motivo motivo si annovera tra le piante utili per assorbire un eccesso di umidità e per purificare l’aria dagli agenti inquinanti. Può vivere bene in contesti con molta luce (ma non diretta) ma non disdegna gli ambienti meno luminosi; inoltre non necessita di cure particolari, è quindi la pianta adatta per chi non ha il pollice verde.

Umidità: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *