Omeprazolo. L’ Aifa ritira 5 lotti del farmaco anti-reflusso

Attenzione al lotto di Omeprazolo che possedete. Disposto il ritiro di 5 lotti di questo farmaco anti reflusso . Ecco l’elenco completo dell’ Aifa e perché lo hanno ritirato.Omeprazolo della sandoz ritirato dal mercato

L’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) due giorni fa ha disposto l’immediato ritiro dalle farmacie di ben 5 lotti di omeprazolo in polvere per soluzione da infusione, prodotto dalla Sandoz.
La causa del ritiro è dovuta alla presenza di precipitato nel medicinale: il fenomeno che porta una sostanza solida ed insolubile a  separarsi dalla soluzione. In altre parole significa che nell’omeprazolo è stata riscontrata la presenza di solubilità la quale non dovrebbe esserci.

E’ stata la stessa azienda produttrice a segnalare la presenza di precipitato all’interno di alcuni lotti del medicinale.Se anche voi avete l’abitudine o l’esigenza di assumere tale farmaco sarebbe opportuno leggere attentamente il lotto del prodotto che possedete in casa, così da vedere se siete in possesso di quelli ritirati. Se preferite potete anche rivolgervi al medico di famiglia oppure recarvi in farmacia.

Omeprazolo: i lotti ritirati

I lotti in questione sono 5:

I lotti Omeprazolo Sandoz BV*INF 5FL sono:

  • HX7523 con scadenza 10-2019;
  • JC5162 con scadenza 10-2019;
  • JC5166 con scadenza 11-2019;
  • JU1484 con scadenza 1-2021;
  • JU1485 con scadenza 1-2021.

L’ omeprazolo è un farmaco generico abbastanza diffuso ed utilizzato. Appartiene ad un gruppo di farmaci denominati “inibitori di pompa protonica” ed agiscono per ridurre la quantità di acido prodotta dallo stomaco. Dunque è utile per i disturbi legati alla presenza di ulcere gastriche e duodenali, bruciore di stomaco, dolore o infiammazione dello stesso, ma anche per trattare problemi di reflusso gastroesofageo.

Il ritiro dei farmaci a base di ranitidina

Purtroppo non è un caso isolato che vengano ritirati farmaci e ultimamente ciò sta accadendo abbastanza spesso. Difatti a Settembre la stessa Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) ha predisposto il ritiro dal mercato di farmaci antiacido a base di ranitidina, tra questi il più famoso: Buscopan Antiacido. La motivazione è a carico del forte rischio di contaminazione da nitrosammine ossia una sostanza cancerogena e dannosa per l’uomo.
In questo caso il ritiro di farmaci ha interessato un cospicuo numero di medicinali: ben i 519. Oltre al buscopan antiacido ci sono anche:  Zantac, Ranidil in fiale, sciroppo e compresse, ma anche Ulcex e Raniben in compresse ed altri.
L’aver riscontrato la presenza di questa sostanza cancerogena in determinati farmaci ha motivato l’ Ema  (Agenzia del Farmaco Eruopea) ad estendere il ritiro su tutti i medicinali contendenti presenti in commercio.

Omeprazolo: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

Leggi anche:Cosa ne pensi di questo articolo? Esprimi il tuo voto da 1 a 5 cliccando sulle stelle e condividi il contenuto in modo che anche i tuoi amici possano leggere queste informazioni. Grazie!
Omeprazolo. L’ Aifa ritira 5 lotti del farmaco anti-reflusso
3.8 (75.38%) 13 votes

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *