Come innaffiare le piante anche quando non sei in casa con la tecnica delle 2 bottiglie

Sei in vacanza? Non temere, ecco un modo semplice ed pratico per innaffiare le piante anche se non sei in casa. Tornerai che saranno rigogliose!

Innaffiare le piante con la tecnica delle bottiglie

Innaffiare le piante con la tecnica delle bottiglie

Si sa, le vacanze estive vengono fatte dalla stragrande maggioranza della popolazione. In alcuni casi ci si allontana per una sola settimana, in altri invece si sceglie di cambiare residenza ed andare a soggiornare nella casa estiva in campagna o montagna che sia.
Purtroppo, in ogni caso, quando ci si allontana da casa si lasciano incustoditi giardini, piantine d’appartamento, fioriere e piantagioni varie che, erano state coltivate prima di andare in ferie.

In alcuni casi abbiamo a chi lasciare queste piccole piante e, grazie al loro aiuto, continuano ad essere dissetate e curate, in altri invece dobbiamo arrangiarci e cercare di fare il possibile per mantenerle in vita!
Ovviamente se sappiamo di essere assenti per periodi molto lunghi, si evita si coltivare piante delicate ma quando si tratta di 1 o 2 settimane abbiamo la soluzione che fa al caso vostro. Basteranno davvero pochi accorgimenti e al vostri ritorno avrete piante ancora rigogliose con fiori vividi e in salute.

Come innaffiare le piante anche quando non siamo in casa

Chi ha detto che le piante possono essere coltivarle solo da chi resta sempre in casa per tutta l’estate?
Ci sono degli stratagemmi molto semplici ed assolutamente efficaci che vi permetteranno di innaffiarle anche se voi non siete in casa, ed ora vedremo come è possibile tutto questo.
Prima di svelarvi il segreto, è ovvio che per una buona e corretta coltivazione, le piante hanno bisogno di attenzione e cura costante, soprattutto di bere la giusta quantità d’ acqua un po’ come lo è per noi stessi.

Tutto questo permetterà ad esse di crescere e svilupparci correttamente ed in modo rigoglioso; se dovessero ricevere troppa acqua o magari troppo poca, si rischierebbe di farle morire prima del tempo. Può sembrare assurdo ma, con le piante, molte volte è più deleteria la troppa irrigazione che un po’ di siccità. Ad ogni modo, la giusta via sta nel mezzo e per questo occorre sempre prendersi cura dei propri fiori e piante varie in modo bilanciato.

Purtroppo (o per fortuna) in estate capita che ci si debba assentare per le ferie, in questi casi innaffiare le piante diventa un problema di non poco conto; per porre un rimedio a questo inconveniente c’è un metodo infallibile che vi permetterà di ritrovare piante verdi al vostro rientro ed ora vediamo come procedere.
Si tratta di una tecnica semplicissima che vi permetterà di abbeverare piante e fiori senza sprechi eccessivi di acqua e senza innaffiature azzardate:
Questa tecnica potrete metterla in atto sia per il vostro orto che magari per le piante da balcone.

Procedimento.

Tutto quello che dovrete fare e procurarvi delle bottiglie di plastica di due diverse dimensioni, tenete presente che una deve entrare dentro l’altra, quindi per forza dovranno essere di misure diverse. Se non avete le classiche bottiglie di acqua va benissimo anche quella del latte; insomma l’ importante è che ci sia la differenza di grandezza tra le due bottiglie.
Potete prendere in esempio il nostro caso in cui abbiamo preso una bottiglia d’acqua da 2 lt e una piccola bottiglia di latte da 0,5 ml; oppure bottiglie da un litro e mezzo e taniche da 3 litri e così via. La cosa importante da tener presente è che più grandi saranno e più durerà la carica d’acqua per innaffiare le vostre piantine.

Bottiglie per irrigare

Per realizzare il vostro impianto di irrigazione casalingo ci vorrà davvero poco tempo: dovrete semplicemente tagliare il contenitore più piccolo in corrispondenza della parte superiore, mentre al contenitore più grande dovrete tagliare il fondo.
Potete capire bene guardando la foto a sinistra.

Una volta tagliato in modo corretto potete posizionare le vostre bottiglie in corrispondenza delle piante da irrigare, fate in modo che questo sistema sia abbastanza vicino alla pianta; per posizionarle correttamente dovrete prendere la bottiglia grande e coperchiare quella piccola; come se voleste mettere una sorta di grande coperchio.
Che sia un ortaggio o una pianta con fiori il risultato sarà garantito.

All’interno del contenitore piccolo dovrete inserire dell’acqua, questa poi, grazie al calore solare evaporerà e l’umidità presente che si formerà sulle pareti della bottiglia grande, scivolerà verso il suolo andando ad innaffiare in un ciclo continuo e costante il terreno sottostante.
Più grandi saranno le bottiglie, più acqua sarà a disposizione del terreno.
Per una maggiore delucidazione su come innaffiare le piante correttamente con questa tecnica particolare potrete guardare il video caricato. Non vi resta che provare!


Condividi su 🠗
Innaffiare le piante: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

Ti interessano i nostri post?
Segui Salute Eco Bio su
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *