Come igienizzare e pulire i tappeti di casa: il metodo infallibile che probabilmente non conosci

I tappeti in casa sono un elemento d’arredo che quasi sempre è presente e si può collocare in diversi ambienti della casa. Dal bagno alla cucina, dalla camera da letto al salotto e non solo.
Ne esistono diversi: tappeti classici, tappeti  moderni, tappeti lunghi o rotondi, tappeti persiani, tappeti a pelo lungo o a pelo corto, tappeti di cotone o di lana così via; insomma ne n’è per tutti i gusti e per tutte le esigenze.

Ovviamente è necessario prendersi cura della loro igiene in quanto possono rappresentare un covo di acari e sporcizia varia; se poi aggiungiamo il fatto che questi vengono anche costantemente calpestati. Diventa lampante l’importanza di non trascurarne mai la sua pulizia. Soprattutto se in casa ci sono persone che soffrono di allergie varie. Se proprio non ci si vuole privare di un complemento d’arredo come il tappeto allora possiamo prediligere quelli rasi, i quali sono facilmente lavabili (anche in lavatrice se il tessuto lo permette) e possono essere sbattuti con semplicità così da eliminare la sporcizia e la polvere in eccesso.

Ad ogni modo per igienizzare e pulire i tappeti di casa si possono ricorrere a diversi metodi; oltretutto in commercio esistono diversi prodotti che permettono di igienizzarli, ma ne esistono anche altri fai da te che, allo stesso tempo, sono efficienti e permetteranno ai nostri tappeti di essere sempre puliti

Come pulire i tappeti di casa con rimedi fai da te ma infallibili

Pulizia tappeto

Pulizia tappeto © YouTube Una Mamma Per Casa

La pulizia dei tappeti che abbiamo in casa è un’operazione che deve essere necessariamente fatta periodicamente così da  mantenere tale complemento d’arredo sempre in ottimo stato e per lungo tempo soprattutto se sono delicati e meritano particolari attenzioni.
Ovviamente ogni tipologia di tappeto avrà bisogno di accortezze e prodotti dedicati e per tali ragioni si può decidere di  pulirli portandoli in lavanderia e lasciar fare a chi spesso se ne occupa, oppure si può farlo restando a casa e servendosi di prodotti naturali e fai date che ovviamente non danneggiano il tappeto.

Ci sono diversi modi che si possono usare, ovviamente questi che vi diremo possono essere usati quasi per la maggior parte di loro, ad esclusione di quelli particolarmente delicati.
Vediamo come procedere:

Utilizzare un aspirapolvere (poco indicato se il tappeto ha il pelo lungo) e aspirate sulla sua superficie così da rimuovere la polvere in eccesso. Prediligente aspirapolveri che posseggono l ‘apposito attrezzo indicato per la pulizia dei tappeti.
Nel passare l’aspirapolvere seguite sempre la direzione della lana o delle fibre naturali.
Possiamo scegliere di cospargere sul tappeto un po’ di bicarbonato di sodio e lasciarlo agire per 30 minuti. Al termine del tempo, potete passare l’aspirapolvere portando via ogni residuo.

Se siamo in presenza di un tappeto in seta, cercate di usate una scopa (ovviamente pulita) così da spazzolarlo e portare via la sporcizia che si è accumulata sulla superficie. Anche in questo caso possiamo amplificare il potere pulente spargendo un po’ di bicarbonato sule tappeto di seta e lasciarlo agire per 20 minuti, poi rimuovere il tutto.
Anche i tappeti con materiali acrilici (essendo un po’ meno delicati) possono essere trattati allo stesso modo. Prima di tutto si possono sbattere all’aria aperta, poi si usa il bicarbonato che va lasciato agire sulla superficie del tappeto per 30 minuti o meglio se è 1 ora. Questo igienizzerà a fondo la superficie e successivamente si potrà aspirare il tutto con un’aspirapolvere con medio-alta potenza.

Se il tappeto non è delicato (ad esempio cotone o acrilico) ed è a pelo corpo o medio corto, è possibile inserirlo direttamente in lavatrice, aggiungere 4 cucchiai di bicarbonato di sodio e poi 4 cucchiai di sapone di Marsiglia in scaglie. Avviare un lavaggio a freddo e poi farlo asciugare all’aria aperta ma non sotto i raggi del sole diretti. Avrete un tappeto perfettamente pulito ed igienizzato che oltretutto profumerà anche l’ambiente in cui è collocato.

Altro modo per detergere bene un tappeto è attraverso il vapore. Esistono questi appositi pulitori a vapore per tappeti e altre superfici, che permettono di passare sulla superficie senza rovinarla; va semplicemente impostata una temperatura adatta al materiale e poi passarlo sulla superficie come se stessimo passando una normale aspirapolvere. Con questo metodo avrete la certezza di eliminare eliminare gli acari grazie alle alte temperature.

PULIRE I TAPPETI CON IL BORACE

Avete mai sentito parlare del Borace?
Questa potrebbe essere un’alternativa super efficace per pulire i tappeti con praticità e semplicità.
Il borace (Na2B4O7), il cui nome completo è “tetraborato di sodio”, è un composto che si ottiene dalla reazione tra soda e acido borico spesso utilizzato per realizzare detergenti e saponi perché possiede un grande potere disinfettante e antisettico.

Per realizzare un composto pulente a base di bora dovrete mescolare una tazza media di bicarbonato di sodio e una di borace. Aggiungete una tazza di amido di mais e poi 20 gocce di olio essenziale a piacimento. L’olio essenziale conferirà al tappeto un profumo delicato.
Mescolate le polveri tra loro e poi procedere spargendo il mix sul tappeto. Lasciate agire per 2 ore dopodiché rimuovete le polveri usando un normale aspirapolvere.  Avrete un risultato sorprendente e assicurato: pulito. profumato e soprattutto igienizzato.

In alternativa, di seguito è riportato un video, realizzato da “Una mamma per casa”, che mostra come pulire i tappeti con “Omino Bianco Tappeti e Sofà“, un ottimo prodotto appositamente realizzato per lo scopo. Buona visione.


Condividi su 🠗
Tappeti: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

Ti interessano i nostri post?
Segui Salute Eco Bio su
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *