Corteccia di salice bianco contro dolori e infiammazioni, proprietà terapeutiche

La corteccia di salice bianco possiede molte proprietà terapeutiche, è un rimedio naturale contro molti dolori, infiammazioni e influenza, come fare l’infuso.

corteccia salice bianco infuso e proprietà terapeutiche

corteccia salice bianco infuso e proprietà terapeutiche

Il salice bianco è una pianta dalle proprietà terapeutiche da non sottovalutare. E’ anche detto salice da pertiche è una pianta appartenente alla famiglia delle Salicaceae. Il genere comprende circa 300 specie caratterizzate da rapido accrescimento e scarsa longevità. Tra essa, troviamo proprio il salice bianco.

Salice bianco: proprietà terapeutiche

Le virtù terapeutiche della corteccia del salice sono note fin dall’antichità.Tra i vari usi nella storia e le evoluzione delle sue caratteristiche, si arriva fino al 1874 là dove Von Heyden riesce a mettere a punto un metodo di sintesi industriale dell’acido salicilico rendendolo reperibile sul mercato.

Oltre ad essere una pianta comune che spesso troviamo nei nostri giardini, essa è nota per le proprietà terapeutiche. Tra le sue caratteristiche ne riconosciamo l’effetto antinfiammatorio per eccellenza ma è anche antinevralgico, antispasmodico e antifebbrile .
E’ indicato nel trattamento di:

  • stati influenzali;
  • per calmare i dolori di testa;
  • dolori articolari;
  • dolori dentali;
  • dolori mestruali;
  • fastidi muscolari;
  • vampate di calore.

Le proprietà benefiche che contraddistinguono il salice bianco sono concentrate tutte all’ interno della corteccia. La salicina è l’elemento più importante in essa contenuto ed è il maggior responsabile delle proprietà analgesiche antireumatiche ed antipiretiche che la contraddistinguono! L’acido salicilico è uno degli elementi di base dell’acido acetilsalicilico, ovvero dell’aspirina. Per assumere tale sostanza dal salice, bisogna affidarsi alla corteccia (di una pianta che abbia almeno 5-6 anni).

Si può utilizzare in vari modi, quello più comune è sotto forma di infusi o di polvere (derivante dalla corteccia essiccata)
La salicina agisce efficacemente come l’acido acetilsalicilico ma ha un effetto più blando sulla mucosa dello stomaco. Dunque risulta essere meno aggressiva ma equamente efficace. Oltre alla Salicina, abbiamo populina ed alcol salicilico; aldeidi; acidi aromatici; flavonoidi (isoquercetina); e tannini.

COME ASSUMERE LA CORTECCIA DI SALICE BIANCO

Che abbiate mal di testa, oppure febbre, che dobbiate calmare dolori mestruali o mal di schiena….La risposta ai vostri problemi è la corteccia di salice bianco.
Tanto per iniziare, recatevi in erboristeria ed acquistate la corteccia là dove potrete trovarla sia sotto forma di polveri di corteccia ma anche come piccoli pezzi secchi.
L’importante è non superare i 240 mg di salicina al giorno (e i 120 mg per dose singola).
Non bisogna mai eccedere con le dosi per questo è bene prestare molta attenzione a quanta salicina si assume. Se si esagerare con i grammi potremmo avere spiacevoli effetti collaterali.

COME FARE L’INFUSO

  • Per fare il vostro infuso terapeutico vi basterà un cucchiaio da cucina colmo di corteccia di salice bianco.
  • Mettetelo  bollire all’interno di un pentolino là dove avete messo circa 300 ml di acqua,
  • lasciate bollire per 3-4 minuti poi filtrate l’ infuso.
  • Se volete avere un effetto più blando, bollite l’acqua a parte e poi aggiungete la corteccia lasciandola in infusione per circa 7-8 minuti.
  • Bere dopo i due pasti principali ricordando di assumere 120 mg per pasto, per un totale di 240 mg.

Ovviamente potete dolcificarlo come ,meglio credete: aggiungendo zucchero o miele a piacimento.
Dovete sapere che tra tutti i suoi usi, il salice trova indicazioni terapeutiche per la cura della gotta. Questo è un disturbo che colpisci donne e uomini e dipende spesso dall’ assunzione di alcool e cibi sbagliati ma può avere anche cause ereditarie.

Salice bianco: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *