Soffri di digestione lenta, pesantezza di stomaco e gonfiore addominale? Questo è ciò che fa al caso tuo

Soffri spesso di digestione lenta e ricorri a farmaci per regolarizzarla?Ecco 10 efficacissimi rimedi assolutamente naturali per migliorare la digestione.
Soffri di digestione lenta, pesantezza di stomaco e gonfiore addominale? Questo è ciò che fa al caso tuo

Digestione lenta: sintomi

Tutti sperimentano occasionalmente sintomi digestivi come:

  • mal di stomaco,
  • gonfiore addominale,
  • bruciore di stomaco,
  • nausea,
  • stitichezza
  • diarrea.

Tuttavia, quando questi sintomi si verificano frequentemente, possono causare gravi problemi alla tua vita. Fortunatamente, i cambiamenti della dieta e dello stile di vita possono avere un impatto positivo sulla salute dell’intestino.

Digestione lenta: cause

Quando il tuo apparato digerente si muove al ritmo di una lumaca senti una certa pesantezza di stomaco. Questo è un chiaro segno che stai avendo dei problemi di digestione.  Generalmente questo problema dovrebbe risolversi da solo, ma se si verifica per un lungo periodo di tempo, potrebbe essere un segnale di un problema cronico. Di seguito vediamo le cause più comuni che comportano una cattiva digestione.

  • Troppa o troppo poca fibra
    La fibra è il modo naturale per mantenere una digestione regolare. Questo carboidrato indigeribile scorre attraverso l’intestino, spingendo fuori gli scarti che si attaccano al tratto intestinale. Ma se hai troppa fibra questa può formare un blocco visto che come abbiamo detto è indigeribile, rendendo difficile la digestione in quanto si verifica un accumulo di bile. Il rovescio della medaglia, se segui una dieta con poche fibre, si verifica ugualmente un blocco, dal momento che non sono presenti per ripulire l’intestino.
  • Poca acqua nell’ intestino
    Uno dei compiti dell’acqua nel tuo corpo è quello di lubrificare il tratto intestinale, creando una struttura morbida e flessibile per il trasporto dei rifiuti. Se manca l’assunzione di acqua, però, il cibo può avere difficoltà a scorrere e quindi ad essere digerito. Inoltre la fibra, per svolgere al meglio il compito sopra citato ha bisogno di acqua. Anche se stai assumendo la giusta quantità di fibra tramite la tua dieta, senza bere abbastanza acqua, quella fibra può fare ben poco per migliorare la digestione.
  • Disturbi intestinali
    Se hai una malattia intestinale l’intestino non funziona correttamente e a risentirne è la digestione. Il Crohn, la diverticolite e la sindrome dell’intestino irritabile sono solo alcune delle condizioni croniche che possono influenzare il flusso di cibo e rifiuti attraverso il tratto digestivo. In questo caso farai bene a consultare immediatamente il tuo medico di fiducia.
  • Allergie alimentari
    Avere un’allergia alimentare può devastare la digestione. Una volta che il cibo per il quale sei allergico entra nel tuo tratto digestivo, può far sì che la digestione si fermi, lasciandoti stitico. Se ti senti spesso stanco, hai gonfiore alla bocca, delle eruzioni cutanee oppure sangue nelle feci, potrebbe essere un segnale di allergia alimentare.

Digestione lenta: cosa fare

Sono molti i casi di persone che periodicamente hanno una cattiva digestione, ossia una certa difficoltà a digerire che può essere dovuta a diversi motivi. Vediamo di seguito cosa prendere e i rimedi per digerire bene e in fretta e alcuni digestivi naturali.

Masticare, masticare, masticare.
Sai che tra i rimedi naturali per migliorare la digestione c’è’ una buona masticazione? Masticare ti sembra una perdita di tempo? Fai piccoli morsi, posa la tua forchetta ogni 2 o 3 bocconi. Mastica bene ogni boccone di cibo.
Lo sai che la digestione dei carboidrati inizia in bocca? Masticare a lungo fa si che l’enzima digestivo presente nella saliva (amilasi) inizi ad agire prima di mandare giù il cibo.

Meditare.
Poiché la motilità digestiva e le emozioni sono inestricabilmente collegate, la prima e migliore linea di difesa per la digestione pigra potrebbe essere nel nostro cervello, non nelle nostre viscere.
Probabilmente hai sperimentato questo fenomeno: anche mantenendo il tuo solito stile di vita sano con la sua dieta ricca di fibre e un regolare esercizio fisico, situazioni di vita stressanti possono arrecarti seri problemi digestivi. se non riesci a digerire bene semplicemente perchè sei stressato/a la meditazione è ciò che fa per te. Meditare porta al rilassamento del corpo, che può rilasciare tensione fisica e mentale, portando a un sollievo digestivo

Bevi una sufficiente quantità d’acqua.
L’assunzione di acqua insufficiente è la causa principale della stipsi. La costipazione provoca lo squilibrio dei batteri nel nostro intestino, facilita l’infiammazione del rivestimento intestinale, e può anche portare ad una condizione nota come la permeabilità intestinale.
Vuoi sapere come fare per facilitare l’assunzione di acqua?

  • aumenta il consumo giornaliero di fibre (frutta secca, come datteri, fichi e prugne secche, fagioli e legumi, meglio se secchi)
  • porta con te della frutta al lavoro come spuntino
  • utilizza semi di lino come lassativo naturale delicato in quanto può essere molto utile per problemi come la stipsi cronica, danni alla pareti intestinali causati da uso continuo di lassativi, problemi di colon irritabile, e per lenire l’infiammazione.

Aggiungi i semi di lino nel riso, cereali, insalate, o qualsiasi altro pasto a scelta.
Riveste un ruolo importante lo stress , le cattive abitudini, come ad esempio il saltare i pasti, cenare tardissimo o fumare a tavola e naturalmente il poco movimento, bastano delle semplici passeggiate per risolvere o alleviare i problemi di digestione.

Fare dello yoga
Come la meditazione, lo yoga tocca la connessione mente-corpo che spesso rallenta la digestione. Oltre a ridurre lo stress, la pratica regolare dello yoga fornisce una buona dose dell’attività fisica che è la chiave per stimolare il movimento nell’intestino.
Ci sono particolari esercizi yoga per favorire il transito intestinale e quindi la digestione:

  • Piegamento in avanti (gambe dritte, petto tirato verso le cosce, mani sul pavimento) comprime l’addome per accelerare il transito intestinale.
  • Lo yoga tozzo (i piedi sul pavimento, le ginocchia piegate con il sedere verso il pavimento, le mani premute insieme) ha un effetto simile.
  • La “posa per alleviare il vento” (sdraiata sulla schiena con le ginocchia tirate fino al petto). Elimina il gas e spostando i rifiuti lungo il colon.

Assapora mentalmente i cibi.
Uno studio presso l’Indiana State University ha scoperto che assaporare lentamente il gusto del cibo e essere consapevoli di quanto e quale cibo si sta mettendo in  bocca, contribuisce a moderare le classiche abbuffate che non solo ci portano problemi di cattiva digestione, ma disturbano anche il nostro sonno portando problemi di insonnia.
Assapora ogni boccone, gusta i sapori, la consistenza ed i profumi del tuo pasto. Fa si che il consumo del tuo cibo diventi un momento di relax e non di corsa a chi finisce prima. La tua digestione ti ringrazierà.

Assumi caffè (senza esagerare).
Il caffè non stimola solo i tuoi nervi: può anche stimolare il tuo colon, come avrai notato che il caffè specie al mattino ha un effetto lassativo. Gli scienziati stanno ancora studiando esattamente come il caffè gestisce questa impresa.

Effettua dei test delle Intolleranze alimentari
Le intolleranze alimentari sono a volte responsabili di molti disturbi digestivi.
Molti alimenti vengono rimossi dalla dieta per un breve periodo di tempo, poi reintrodotti in modo sequenziale per isolare la reazione del corpo al cibo incriminato.

Assumi magnesio
Oltre alle sue altre funzioni nel corpo (come aiutare i muscoli a contrarsi e mantenere le ossa sane), il magnesio attira i liquidi nel tratto digestivo, aiutandone il contenuto a muoversi agevolmente. Preso come integratore di magnesio sotto forma di citrato di magnesio o solfato di magnesio, in genere svolge il lavoro in poche ore. Consulta il tuo medico circa il dosaggio appropriato.

5) Aumenta la presenza di batteri intestinali buoni.

Non tutti i batteri intestinali sono cattivi. Esistono oltre 400 tipi diversi di batteri nel sistema digestivo.
Di questi, i batteri acidophillus Lactobacillus e Bifidobacterium bifidum sono considerati batteri buoni, “probiotici”, perché possono aiutare a mantenere intatta la salute intestinale.
Puoi trovare i batteri buoni, vi è un’ampia variazione nella quantità e qualità. Integratori contenenti acidophilus e bifidobatteri si possono trovare nelle erboristerie.
Essi sono particolarmente utili per le seguenti condizioni:

  • Sindrome dell’intestino irritabile
  • Diarrea
  • Gas, gonfiore, flatulenza
  • Ricorrenti infezioni vaginali lievito
  • Alito cattivo

Digestione lenta: rimedi

Succo di limone e bicarbonato
Uno dei rimedi della nonna più popolari per favorire la digestione consiste nel riempire un bicchiere d’acqua e nell’aggiungere ad essa due cucchiai di succo di limone e la punta di un cucchiaino di bicarbonato di sodio. E’ necessario mescolare e bere subito. Si tratta di un rimedio che oltre a favorire la digestione dovrebbe ridurre i bruciori di stomaco.

 Acqua calda e buccia di limone
Un metodo rapido per ottenere una bevanda in grado di favorire la digestione consiste nella preparazione di un decotto di bucce di limone. La buccia di mezzo limone deve essere lasciata bollire in acqua per alcuni minuti, fino a quando non avrà rilasciato il proprio colore ed aroma. Dovrà dunque essere filtrata e consumata alla temperatura considerata ideale per una bevanda che possa favorire la digestione: 38° C

Pompelmo
Tra gli alimenti considerati adatti in caso di digestione difficile vi è il pompelmo. Potrebbe dunque risultare utile scegliere di consumare proprio questo frutto nel corso della giornata ed in caso di problemi digestivi. Mangiare il frutto intero a fine pasto, inoltre, non soltanto migliora la digestione, ma aiuta a prevenire la formazione di gonfiori a livello addominale e intestinale.

Decotto di bucce di mela e arancia
Avreste mai pensato di poter preparare un decotto digestivo utilizzando quelle parti della frutta che spesso erroneamente vengono ritenute di scarto. La soluzione ideale consiste nell’avere a disposizione della frutta biologica. In un pentolino contenente 250 millilitri d’acqua lasciate sobbollire per una decina di minuti un cucchiaino di buccia d’arancia tritata ed un cucchiaino di buccia di mela spezzettata. Filtrate e bevete dopo i pasti.

Infuso di salvia e camomilla
La salvia e la camomilla sono due tra le erbe officinali più diffuse ed utilizzate, entrambe ritenute efficaci per favorire la digestione. E’ necessario avere a disposizione un cucchiaino di foglie di salvia essiccate ed un cucchiaino di fiori di camomilla essiccati per ogni tazza d’acqua bollente da 250 millilitri. Lasciate in infusione per dieci minuti, filtrate e bevete dopo i pasti.

Digestione lenta: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

Digestione lenta: libri

I libri relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

Cosa ne pensi di questo articolo? Esprimi il tuo voto da 1 a 5 cliccando sulle stelle e condividi il contenuto in modo che anche i tuoi amici possano leggere queste informazioni. Grazie!
Soffri di digestione lenta, pesantezza di stomaco e gonfiore addominale? Questo è ciò che fa al caso tuo
5 (100%) 1 vote



Condividi su

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...

7 Commenti

  1. Pingback: Terra diatomacea: una farina fossile che disintossica l'intestino

  2. Pingback: Piantaggine: una potente pianta medicinale

  3. Pingback: Noce Moscata. Ecco i sorprendenti benefici che dona all'organismo

  4. Pingback: Come usare il rosmarino per migliorare la memoria e avere energia

  5. Pingback: Bere acqua calda a stomaco vuoto ogni mattina. I benefici

  6. Pingback: Come espellere il materiale fecale dal colon in un solo giorno

  7. Pingback: Fave: proprietà, valori nutrizionali, benefici e come cucinarle

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Digestione lenta: prodotti