Perché è buona cosa pulire i termosifoni prima di spegnerli per l’estate

Forse non ci avete mai pensato quindi non lo avete mai fatto, ma è davvero importate pulire i termosifoni prima dell’estate. Ecco perché.

Pulire i termosifoni

Pulire i termosifoni

Con l’ arrivo del caldo anche le temperature dentro casa iniziano a cambiare e a farsi più miti. Di conseguenza anche il riscaldamento “va in pensione” per qualche mese, ma forse non tutti sanno che lasciare il calorifero pulito, è di fondamentale importanza per evitare problemi quando poi sarà il momento di riaccenderli.
Non sempre ce ne rendiamo conto ma, dopo un intero inverno in funzione, all’interno degli elementi del termosifone si forma una notevole quantità di polvere se si accumula strato su strato.

Evitare questa formazione è indispensabile al fine di ridurre al minimo la quantità di polvere che si disperde nell’ambiente, la stessa polvere che poi ci ritroviamo a respirare senza neppure rendercene conto.
Per queste ragione e per molte altre è importante pulire i termosifoni e lasciarli in uno stato impeccabile sia d’inverno che d’estate!
Ovviamente questo discorso vale anche per i termoconvettori che per i condizionatori.

Ecco perché pulire i termosifoni prima dell’estate è importante

Nelle nostre casa abbiamo diverse tipologie di riscaldamento, ognuno sceglie quello che fa più al caso proprio.
A seconda delle caratteristiche di quest’ultimo ci regoleremo di conseguenza per la pulizia e manutenzione dei caloriferi.
Ma perché è così necessario pulire i termosifoni?

Mantenere i termosifoni ben puliti è molto importante perché l’accumulo di sporco può generare:

  • Strati di polvere che si accumulano e ostacolano la corretta propagazione del calore nella casa,
  • Conseguentemente al primo punto si avrà anche un aumento del costo di combustibile consumato dall’impianto, tutto questo perché impiegherà più energie per per raggiungere la temperatura desiderata.
  • Diffusione di particelle di polvere all’interno dell’aria, stessa aria che noi costantemente respiriamo ignari del pericolo.

Togliere la polvere dal loro interno ci permette di non respirare tale sporcizia, questo potrebbe rappresentare un serio problema di salute soprattutto per chi soffre di allergie agli acari della polvere.
Forse non ci abbiamo mai pensato ma sappiate che il termosifone ne è un covo!
Per pulirlo nel modo più corretto possibile, consigliamo di farlo quando questo non è più in funzione e per tali motivazioni il momenti più propizio è proprio la primavera.
Ma vediamo insieme come procedere

Pulire i termosifoni in ghisa.
Pulire i termosifoni in ghisa richiede un po’ di sforzo maggiore. è un po’ difficile. Per raggiungere tutti gli interstizi dovremmo servirci di una spazzola particolare dotata di un manico un po’ più lungo il quale ci permette di arrivare a pulire ed eliminare anche la polvere più nascosta.
Possiamo aiutarci anche con l’aspirapolvere azionandola alla massima potenza.

Un altro modo è quello di prendere un pennello con il manico lungo e infilarlo negli spazi.
Successivamente raccogliete e gettate tutta la polvere che cadrà nella parte bassa del calorifero.
Una volta spolverato a dovere passiamo all’ utilizzo dell’acqua belle calda.

Al suo interno mettete qualche scaglia di sapone di Marsiglia e 2 cucchiaini di bicarbonato di sodio. Mescolate gli elementi tra di loro e poi con una pezza umida strofinate sulla superficie del calorifero per poi asciugare per bene con un panno morbido.
Fate in modo di pulire con la pezza anche tra le fessure del termosifone.

Pulire i termosifoni in alluminio.
Se siamo in presenza di un termosifone in ghisa impiegheremo meno tempo per la sua pulizia.
La cosa necessaria da fare (come vi abbiamo già detto sopra) è quella di eliminare il deposito di polvere dalle fessure. Fatelo servendovi sempre di un’aspirapolvere dal beccuccio lungo o magari con un piumino a manico allungabile così da arrivare fino in fondo.

Dopo aver aspirato tutta la polvere caduta dagli interstizi passate un panno inumidito con acqua calda, bicarbonato e sapone di marsiglia. Dopo aver pulito tutte le superfici passate ad asciugare per bene in modo di non incentivare la formazione di ruggine.
E’ più difficile a dirsi che a farsi e vi assicuriamo che dopo la loro pulizia respirerete aria salubre e non avrete nessun problema di allergia. Molti non ci pensano e probabilmente non lo hanno mai pulito ma il termosifone è una delle cose più sporche.

Quando poi sarà autunno, prima di accendere i caloriferi procedete eliminando le eventuali bolle d’aria che si saranno formate all’interno. La loro presenza compromette il corretto riscaldamento.
Eliminare le bolle d’aria dal suo interno basterà aprire la valvola al lato del termosifone e far uscire l’acqua mista ad aria. Raccogliete l’acqua posizionando un contenitore in corrispondenza dello spurgo e quando smetterà di uscire l’aria dal termosifone allora potrete richiudere la valvola.

Condividi su :

Pulire i termosifoni: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *