Come capire se stiamo comprando un’anguria gustosa, di qualità e matura al punto giusto

Hai paura di acquistare il cocomero sbagliato? Niente paura, eccovi svelati i segreti per scegliere un’anguria gustosa, di qualità e matura al punto giusto.

Angurie

Angurie

La bella stagione porta con se una varietà di frutta e verdura che, a differenza dell’inverno  molto più disparata. Ci sono pesche, albicocche, prugne, ciliegie, meloni ma soprattutto le angurie o cocomero che dir si voglia.
In questo articolo vogliamo parlarvi proprio dell’ anguria, un frutto molto gustoso e succoso che spesso viene consumato a fine pasto per rinfrescare il palato, o per merenda.
Il suo interno è tipicamente rosso e il sapore è molto zuccherino (fruttosio) pur avendo un bassissimo contenuto calorico ma un altissima percentuale di acqua; pensate che la sua polpa contiene ben oltre il 90% di acqua, oltre alle vitamine vitamine A, C (8,1 mg per 100 g di frutto), B e B6

Per rinfrescarci nelle serate estive con amici, sulla spiaggia o a casa l’anguria è una garanzia anche perché grazie al suo importante apporto di sali minerali e acqua ci disseta e rinfresca allo stesso tempo.
Tuttavia c’è un ma…il suo acquisto spesso viene fatto “a scatola schiusa”; dunque lo scegliamo seguendo l’istinto o ascoltando i consigli del fruttivendolo di fiducia. Non sappiamo davvero come sarà il suo interno se non dopo averlo portato a casa e aperto.

Solamente in pochissimi casi acquistiamo piccole porzioni già aperte che, ovviamente, ci permettono di osservare e odorarne sia il buon colorito che il profumo.
Per non incappare in sole e rischiare di acquistare angurie poco mature quindi poco dolci e gustose esiste un modo molto semplice. Vi basterà vare attenzione a pochissimi particolari e questi saranno ben visibili sulla sua buccia, basta solamente un po’ di attenzione e il gioco è fatto.

Come riconoscere un’ anguria gustosa e matura al punto giusto

In spicci, a cubetti, come succo o su spiedini di frutta. Insomma l’anguria può essere consumata come più preferiamo e la sua bontà è capace di mettere d’accordo il palato di tutti.

Purtroppo l’anguria è un frutto che scegliamo sempre in base all’ istinto e questo non sempre ci fà scegliere l’esemplare perfetto con il giusto grado di maturazione. Così facendo si corre il rischio di portare a casa un cocomero sbagliato che potremmo definire “acqua fresca”; ma niente paura a tutto c’è un rimedio e propri per ovviare a questo inconveniente vi vogliamo svelarvi dei preziosissimi segreti su come affrontare al meglio l’acquisto dell’ anguria giusta, senza il pericolo di comprarne una insapore.

Spesso al supermercato o dal fruttivendolo osserviamo scene in cui si vede l’acquirente che “bussa” sulla buccia come se qualcuno dovesse mai rispondere, tranquilli non vi aprirà nessuno 🙂

Per comprare l’anguria giusta dovrete semplicemente fare caso ad alcuni semplici particolari, questi sono:

  1. Macchia gialla
  2. Segni marroni
  3. Forma dell’ Anguria
  4. Picciolo

Macchia gialla

Questo è uno dei segni più importanti da osservare ma non tutti lo sanno. E’ un segno distintivo che si trova sulla scorza dell’anguria e presenta colorazioni che vanno dal giallo-bianco al giallo-marroncino.
Tale macchia altro non è che un alone il quale viene a crearsi in concomitanza di dove il cocomero poggia sul terreno e osservarne la colorazione è molto indicativo sul grado di maturazione.

Se il frutto è maturo la macchia sarà più scura (giallo-marrone) in quanto è stata più tempo a contatto con il terreno. In questo caso possiamo acquistarla senza tentennamenti perché è l’anguria giusta.

Se la macchia è molto chiara (giallo-bianco), vorrà dire che l’anguria è stata poco tempo a contatto con il terreno quindi non ha avuto il tempo necessario di maturare a sufficienza. Fareste bene ad evitare di acquistarla.

Segni marroni

Sulla buccia del cocomero ci sono dei distintivi segni marroni, da questi è possibile capire se ci troviamo in presenza di un’ anguria matura oppure acerba.
Si tratta di piccoli solchi marroncini e ruvidi al tatto e vengono generati da piccoli animaletti e/o lucertole che hanno tentato di mangiare l’ anguria in quanto ne hanno percepito la maturazione al punto giusto.
Fidatevi, quando vedete questi segni non siate diffidente anzi, sappiate che questi animaletti sono dei veri intenditori i e riescono a capire se il cocomero sia maturo o meno.

Forma dell’anguria

Anche la forma è un fattore molto distintivo che ci aiuta a capire se l’anguria è buona o no.
In ambito ortofrutticolo esistono sia esemplari maschi e femmine
Dovete sapere che anche in agricoltura, e dunque in ambito ortofrutticolo, esistono esemplari maschi e femmine in base al sesso potrete sceglierne il gusto. Come?

  • L’anguria maschile ha una forma più allungata e solitamente è meno dolce nel gusto.
  • L’anguria femminile ha una forma più tondeggiante e il sapore è più dolce.

Dunque spazio alle donne!

Picciolo

Il picciolo è quella piccola escrescenza che permette al cocomero di restare attaccata alla sua pianta. Se il cocomero presenta un picciolo verde, significa che il frutto è stato staccato dalla pianta madre troppo presto, dunque non sarà perfettamente maturo e gustoso. In questo caso non acquistalo.
Se il piccolo ha una colorazione più scura e tendente al marrone (quasi da sembrare secco) vorrà dire che l’anguria è stata staccata dalla pianta con il giusto grado di maturazione. Prediligete quest’ultima.

Bene ora avete tutte le informazioni necessarie, non vi resta che mangiare il vostro cocomero e godervi il suo buon gusto grazie a questi preziosi consigli su come scegliere l’ anguria giusta.

Anguria giusta: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *