E’ un errore buttare la cenere del camino, gli usi alternativi che non immagineresti mai

Il caminetto è un sogno di molte persone. Crea una calda atmosfera, accogliente e piacevole.
E’ ottimo per trascorrere una serata all’insegna dell’ intima condivisione, riscaldati dal calore avvolgente delle fiamme che sprigiona la combustione.
Diciamo la verità, il fuoco da compagnia, e molti, pur non possedendo un caminetto vero e proprio, scelgono di ricreare l’atmosfera con ciò che più si avvicina all’idea di esso.

I più fortunati hanno la possibilità di possedere un vero e proprio caminetto ma, come per ogni cosa, richiede una certa manutenzione. Una delle cose importanti da fare è quella di togliere la cenere prodotta dalla combustione. Ciò che però è sbagliato: è gettarla! Esattamente, mai gettare la cenere del camino perché può essere riutilizzata per tantissime altre cose, sia all’interno della casa che nel giardino. Vediamo assieme di cosa stiamo parlando.

Come riutilizzare la cenere del camino

Cenere del camino

Foto pixabay.com

La cenere già nei tempi antichi era una “polvere” preziosa usata per sbiancare i panni e smacchiare i capi bianchi. Per gli antichi era una mano santa e fungeva da sapone vero e proprio. Inoltre donava lucentezza alla biancheria e assicurava un bucato perfetto. Al giorno d’oggi vi sono molti prodotti che ci permettono di ottenere il medesimo risultato ma, se solo provassimo ad utilizzare la cenere vedremmo che il suo utilizzo, oltre ad essere fonte di risparmio, ci assicurerebbe dei capi sempre puliti e candidi.
La cenere però non è solamente usata per il bucato, molti altri sono i suoi impieghi.

In ambito domestico, per pulire piani cottura o forni ecc, dovete creare una sostanza che si chiama Liscivia. Questa è semplice da realizzare ed è composta solo ed esclusivamente da cenere e acqua. Mescolate in parti giuste vi permetterà di creare una vera e propria crema pulente. Se il vostro intento è quello di creare un maggior effetto levigante, vi basterà aumentare il quantitativo di cenere all’interno della miscela. Vediamo tutto ciò che si può fare con la liscivia.

Per la pulizia del termo-camino

Se possediamo un termo-camino allora saremmo dotati anche di ante da pulire ogni giorno. Questi, con i fumi che si sprigionano dalla combustione, si anneriscono e incrostano.
Niente paura… Per pulire a fondo e scrostare senza essere aggressivi vi basterà la cenere stessa. Prendete un panno di carta inumidito e passatelo sulla cenere in modo da farla attaccare alla sua superficie. Prendete il panno e passatelo sul vetro del vostro termo camino dopodiché strofinate.

Inizierete a vedere che la cenere avrà immediatamente un effetto abrasivo e sarà in grado di scrostare ogni tipologia di sporco, anche il più resistente; il vetro tornerà a brillare meglio di prima.

Pulizia vetri

Lo stesso procedimento sopra descritto potrete metterlo in pratica per la pulizia di tutti i vetri presenti in casa. Il risultato sarà sempre il medesimo e voi avrete risparmiato il denaro (perché non vi serviranno particolari prodotti) e il tempo.
Il forno della cucina spesso presenta un vetro incrostato e avvero grasso per via dei vapori d cottura. Se vogliamo assicurarci una pulizia a fondo, basta strofinare un panno con della cenere e poi ripulire accuratamente il tutto. Il risultato è assicurato!

Pulizia del piano cottura e di tutte le superfici in acciaio

Questo spesso è un vero problema.. In molti casi, soprattutto a seguito di un pranzo, si sporca e si incrosta, ma niente paura perché per pulirlo basterà un poco di olio di gomito e della cenere. Questa avrà un effetto abrasivo delicatissimo che vi permetterà di eliminare le incrostazioni ma senza graffiare il piano cottura, inoltre luciderà la superficie. Se volete avere un maggior effetto lucidante, dovrete aggiungere alla cenere qualche goccia di olio di oliva e il gioco è fatto.

Eliminare i cattivi odori

Se state cuocendo qualche pietanza particolarmente maleodorante (broccoli, cavoli ecc) potete posizionare una contenitore (di media grandezza) in un posto strategico della casa. Vedrete che questo assorbirà tutti i cattivi odori emanati dalla cucina.

Come compost

La cenere è un fertilizzante vero e proprio ma soprattutto è un fertilizzante naturale. Il suo effetto può essere amplificato se aggiunta al compost. Potrete anche scegliere di aggiungere una piccola quantità alla base della piante da fertilizzare, basterà fare questo per assicurarvi un raccolto fecondo o dei fiori rigogliosi.

Pulire e rinvigorire l’argenteria

La cenere si comporta con l’argenteria proprio allo stesso modo che con l’acciaio. Se in casa avete delle posate da pulire e ravvivare nella brillantezza, non esitate ad utilizzare la cenere. Questa avrà un effetto levigante ma non aggressivo.

Altri usi alternativi della cenere

Non è finita qui, con la cenere possiamo fare molte altre cose come ad esempio: sapone (ovviamente miscelato con altri ingredienti), antilumache (non aggressivo. basterà cospargere i bordi dell’aiuola o dell’ortaggio da salvare). Inoltre è utilizzabile come antigelo.
Non vi resta che provare.

Condividi su :

Camino: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *