Perchè evitare l’aglio in caso di mal di stomaco, controindicazioni

L’aglio va assolutamente evitato nel caso si soffrisse  di mal di stomaco, ma non solo, ecco tutte le controindicazioni.

Aglio mal di stomaco e controindicazioni

Aglio mal di stomaco e controindicazioni

L’ aglio è un alimento comune nelle nostre cucine. E’ presente in tantissime ricette che fanno parte della dieta mediterranea e noi, quotidianamente ne assumiamo. Ma non è tutto ora quel che luccica e infatti in molti casi le sue proprietà benefiche non sono compatibili con l’ organismo di alcune persone. Per tale motivo esso può essere CROCE O DELIZIA ed andrebbe evitato con attenzione per non peggiorare patologie e o disturbi.

Benefici

  • E’ stato dimostrato che l’aglio è in grado di stimolare la funzione immunitaria.
  •  Inoltre è un potente antiossidante,
  • Antibatterico Naturale,
  • Antiparassitario
  • Lenitivo per punture
  • E’ ricco di Vitamine A, B, C, E e contiene tanto Potassio, Fosforo, Calcio e Sodio.

Le controindicazioni dell’aglio

  • Se già si possiede un’ intestino irritato e facilmente infiammabile o soffrite di mal di stomaco ricorrente, E’ BENE EVITARE CON ATTENZIONE L’ AGLIO!  Sia cotto che crudo ma anche se in polvere! Infatti può causare irritazioni alle pareti intestinali.
  • Assunto regolarmente e in eccessive quantità (soprattutto se crudo) può danneggiare le cellule ematiche e provocare forte anemia.
  • Se assumiamo più di uno spicchi di aglio al giorno si possono verificare casi di forte gastrite, nausee e vomito. Insomma, una vera e propria indigestione alimentare.
  • Se il problema persiste, queste patologie possono portare alla formazioni di ulcere intestinali.
  • Evitare l’aglio sia in gravidanza che in allattamento perché fluidifica il sangue riducendo la coagulazione.
  • E sconsigliato in quegli individui che hanno problemi di funzionamento della tiroide. Questo perché ha un’ azione inibitrice nei confronti dello iodio. Il funzionamento della tiroide è davvero fondamentale per l’individuo. Proprio per tali ragioni è necessario sottoporsi spesso a controlli periodici approfonditi per indagare meglio. Dato che

Per evitare danni ed effetti collaterali in caso di dosaggi sostenuti è preferibile l’assunzione nel corso delle 24 ore per non irritare lo stomaco.
In ogni caso è bene scartare l’ anima verde che è presente all’interno dell’ aglio. Essa infatti è alla base della maggior parte dei disturbi e fa si che tale alimento resti indigesto provocando anche cattivo alito.

Come in ogni cosa è bene non eccedere con le dosi altrimenti invece di avere un’ effetto benefico si otterranno controindicazioni che a lungo andare comportano seri problemi.
Ci vuole sempre un pizzico di responsabilità ma soprattutto di buon senso!

Aglio: prodottiI prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *