Matsés:Tribù amazzonica elabora enciclopedia di piante medicinali

Matsés Tribù amazzonica elabora enciclopedia di piante medicinali

Quella dei Matsés è la prima tribù amazzonica ad aver elaborato una enciclopedia di piante medicinali di ben 500 pagine.I dettagli

Di Jeremy Hance

Tradizioni, storie, culture e conoscenze indigene stanno scomparendo in tutto il mondo, una delle più grandi tragedie del nostro tempo. Le lingue e le mitologie svaniscono completamente e persino in alcuni casi interi gruppi indigeni si estinguono. Tutto ciò rende le notizie più straordinarie che una tribù amazzonica (i Matsé del Brasile e del Perù) ha creato un’enciclopedia di 500 pagine sulla sua medicina tradizionale. L’enciclopedia è stata compilata da cinque sciamani con l’aiuto del gruppo di conservazione di Acaté. Descrive dettagliatamente ogni pianta utilizzata nella medicina matsé per curare un’ampia varietà di malattie.

«L’Enciclopedia [della medicina tradizionale matsé] indica la prima volta che gli sciamani di una tribù amazzonica hanno creato una trascrizione completa e completa delle loro conoscenze medicinali scritte nella loro lingua e nelle loro parole», dice a Mongabay in un’intervista Christopher Herndon, presidente e co-fondatore di Acaté (intervista completa successiva).

Loading...

I Matsé hanno stampato l’enciclopedia solo nella loro lingua madre per garantire che le corporazioni di ricercatori non rubino le conoscenze medicinali, come è successo in passato. Invece, l’enciclopedia è intesa come una guida per addestrare nuovi e giovani sciamani e per preservare la conoscenza degli sciamani viventi prima che muoiano.

“Uno dei più famosi guaritori vecchi morì prima che la sua conoscenza potesse essere trasmessa, quindi ora era il momento. Acaté e il capo della matsé hanno deciso di dare priorità all’Enciclopedia prima che perdessero più anziani e con loro la loro conoscenza ancestrale “, dice Herndon.

Acaté ha anche avviato un programma che unisce i rimanenti sciamani Matsés con i giovani studenti. Con questo programma di mentoring, gli indigeni sperano di preservare il loro stile di vita proprio come hanno fatto per secoli.

“Dato che la conoscenza delle piante medicinali sta scomparendo quasi nella maggior parte dei gruppi indigeni e nessuno scrive, tragicamente i veri perdenti alla fine sono gli stessi indigeni”, dice Herndon. “La metodologia sviluppata da matsé e Acaté può servire da modello per altre culture indigene per difendere le loro conoscenze ancestrali”.

INTERVISTA A CHRISTOPHER HERNDON, MEDICO IN MEDICINA REALIZZATA DA MONGABAY.COM

Chris Herndon (left) and Arturo, a shaman (right), look over drafts of the new encyclopedia. Photo courtesy of Acaté.
Chris Herndon (a sinistra) e Arturo, uno sciamano (a destra), guardando le bozze della nuova enciclopedia. Foto per gentile concessione di Acaté.

 

Mongabay: perché l’enciclopedia è importante?

Christopher Herndon: L’enciclopedia sottolinea la prima volta che gli sciamani di una tribù amazzonica hanno creato una trascrizione completa e completa delle loro conoscenze medicinali scritte nella loro lingua e nelle loro parole. Nel corso degli anni, le popolazioni amazzoniche hanno attraversato la tradizione orale una ricchezza di conoscenze e tecniche di trattamento accumulate che sono il risultato dei loro profondi legami spirituali e fisici con il mondo naturale. I matsé vivono in uno degli ecosistemi con la più grande biodiversità del pianeta e sono riusciti a controllare le proprietà curative di piante e animali. Tuttavia, in un mondo in cui il cambiamento culturale destabilizza anche le società più isolate, la conoscenza sta rapidamente scomparendo.

È difficile esagerare la velocità con cui la conoscenza può essere persa dopo che una tribù entra in contatto con il mondo esterno. Una volta che la conoscenza è stata estinta, non può mai essere pienamente rivendicata. È perso insieme all’autosufficienza della tribù. Storicamente, la perdita di un sistema sanitario endemico è seguita in molti gruppi indigeni dalla dipendenza quasi assoluta dall’assistenza medica esterna rudimentale e estremamente limitata, che è disponibile solo in luoghi remoti e di difficile accesso. Questo è il motivo per cui non sorprende che in molti paesi i gruppi indigeni abbiano il più alto tasso di mortalità e morbilità.

Dal punto di vista del materasso, l’iniziativa è importante perché la perdita di cultura e l’assistenza medica precaria sono tra le loro più grandi paure. La metodologia di cui sono pionieri per proteggere e salvaguardare con successo la propria conoscenza può essere utilizzata come modello replicabile in altre comunità indigene che subiscono un’analoga erosione culturale. Riguardo al più ampio movimento ambientalista, sappiamo che esiste una forte correlazione tra gli ecosistemi intatti e le regioni in cui vivono le popolazioni indigene. Rafforzare la cultura indigena è uno dei modi più efficaci per proteggere le foreste tropicali.

Loading...

Mongabay: Perché ora è il momento di registrare queste informazioni?

Christopher Herndon: La conoscenza e la saggezza accumulate durante generazioni di matsé sono sull’orlo dell’estinzione. Fortunatamente, ci sono alcuni anziani Matsés che possiedono ancora una conoscenza ancestrale, dal momento che il contatto prolungato con il mondo esterno si è verificato solo nell’ultimo mezzo secolo. I guaritori erano già adulti quando si verificò il primo contatto e già padroneggiarono le abilità prima che i missionari e gli impiegati del governo dicessero loro che erano inutili. Quando iniziammo il progetto, nessuno degli anziani sciamani aveva mai avuto un giovane matsé interessato a imparare da loro.

Uno dei più famosi guaritori anziani morì prima che la sua conoscenza potesse essere trasmessa, quindi ora era il momento. Acaté e la direzione del matsé decisero di dare priorità all’Enciclopedia prima che perdessero più anziani e con loro, le loro conoscenze ancestrali. Il progetto non prevedeva il salvataggio di una danza o di un costume tradizionale, ma della loro salute e di quella delle future generazioni di matsé. Le scommesse non potrebbero essere più alte.

Mongabay: come è l’enciclopedia?

Christopher Herndon: Dopo due anni di intenso lavoro con il matsé, l’Enciclopedia ora include capitoli di cinque maestri matsés guaritori e ha circa 500 pagine! Ogni voce è classificata per nome della malattia, con una spiegazione su come riconoscerla dai sintomi; le sue cause; quale pianta usare; come preparare la medicina e le opzioni terapeutiche alternative. Una fotografia di ogni pianta fatta dal matsé accompagna ogni entrata dell’enciclopedia.

L’Enciclopedia è scritta da e per il modo di vedere la vita di uno sciamano matsé. Descrivi come gli animali della foresta tropicale sono coinvolti nella storia naturale delle piante e connessi con le malattie. È un’autentica enciclopedia sciamanica; completamente scritto e curato da sciamani indigeni; il primo sappiamo di questo tipo e prospettiva.

Mongabay: cosa ti aspetti che l’enciclopedia aiuti con gli sforzi di conservazione?

Shaman and apprentice. Photo courtesy of Acaté.
Sciamano e apprendista. Foto per gentile concessione di Acaté.

 

Christopher Herndon: Crediamo che dare potere agli indigeni sia un approccio più proficuo e duraturo alla conservazione delle foreste tropicali. Non è un caso che i tratti di foresta rimasti intatti nei Neotropici si sovrappongano alle aree di insediamento indigeno. Le persone tribali comprendono e apprezzano la foresta tropicale perché dipendono da essa. Questa relazione va oltre una dipendenza utilitaria; c’è un legame spirituale con la foresta, un senso di interconnessione che è difficile da capire con la mentalità occidentale compartimentata, ma comunque reale.

Ciò che si sente nelle notizie su molte delle gravi minacce ambientali in aree remote indigene (petrolio, legno e altri) sono industrie esterne che sfruttano l’indebolimento della coesione sociale interna delle popolazioni indigene recentemente contattate, le loro risorse limitate e della crescente dipendenza dal mondo esterno. L’autosufficienza è il tema che unifica le tre aree del programma Acaté: economia sostenibile, medicina tradizionale e agroecologia. Acaté non ha prefisso le tre priorità di conservazione; Si sono stabiliti in un dibattito con gli anziani Matsés che sanno che il modo migliore per proteggere la loro cultura e le loro terre è con una posizione di forza e indipendenza.

The encyclopedia was reviewed and edited over several day in a gathering of the Matsés chiefs and remaining elder shamans. Photo courtesy of Acaté.
L’enciclopedia è stata rivista e modificata per diversi giorni durante le riunioni dei capi Matsés e dei restanti anziani sciamani. Foto per gentile concessione di Acaté.

 

Le Nostre Piante Medicinali
Riconoscimento, proprietà, curiosità e utilizzo di 80 piante officinali della flora italiana spontanea
€ 24

Da una prospettiva di conservazione globale, il matsé da solo protegge circa 3 milioni di acri (1,2 milioni di ettari) delle foreste del Perù. L’area comprende alcune delle foreste più ricche di carbonio, biodiverse e intatte nel paese. Le comunità Matsés sul versante brasiliano dei fiumi Yavari e Yaquerana delimitano i confini occidentali della riserva indigena della Valle Javari. Una regione delle dimensioni dell’Austria che contiene il maggior numero di tribù “incontattate” in isolamento volontario dal resto del mondo. Ai margini meridionali del territorio di Matsé, alla sorgente del fiume Yaquerana, si trova La Sierra del Divisor, una regione di straordinaria bellezza naturale, biodiversità e anche tribù isolate. Per queste ragioni, anche se la popolazione di matsé supera a malapena i 3.000 abitanti, sono posizionate strategicamente per proteggere una vasta area di foresta tropicale e diverse tribù isolate. Il loro rafforzamento è altamente benefico per la conservazione.

Mongabay: Lei dice che l’enciclopedia è solo la Fase I di un’importante iniziativa di Acaté. Quali sono gli altri componenti necessari per mantenere i sistemi sanitari tradizionali?

Christopher Herndon: Il completamento dell’enciclopedia è un primo passo storico e critico verso l’attenuazione delle minacce esistenziali alla saggezza curativa e all’autosufficienza del matsé. Tuttavia, l’enciclopedia da sola non è sufficiente per mantenere la sua autosufficienza in quanto i suoi sistemi sanitari sono basati sull’esperienza e possono essere trasmessi solo attraverso un lungo apprendimento. Sfortunatamente, a causa di influenze esterne, quando abbiamo iniziato il progetto nessuno degli anziani aveva degli apprendisti. Tuttavia, allo stesso tempo, molti abitanti del villaggio dipendevano ancora e utilizzavano attivamente le conoscenze sulle piante medicinali dei rimanenti guaritori, molti dei quali sono stimati avere più di 60 anni.

Nella seconda fase del programma Apprentice, i giovani matsés accompagneranno ogni anziano sciamano, molti dei quali sono autori dei capitoli dell’Enciclopedia, attraverso la foresta per imparare le piante e aiutare a curare i pazienti. Il programma di formazione è iniziato nel 2014 nel villaggio di Estirón sotto la supervisione dello sciamano anziano Luis Dunu Chiaid. In vista del successo del pilota di Estirón, Matsé all’unanimità ha concordato all’unanimità che questo programma dovrebbe essere esteso a tutti i villaggi possibili, dando priorità ai villaggi che non hanno più guaritori tradizionali.

L’obiettivo finale dell’iniziativa è la fase tre: l’integrazione e il miglioramento della salute “occidentale” con le pratiche tradizionali. Wilmer, un promotore della salute nel piccolo ufficio estone e uno degli apprendisti nel programma pilota, serve come esempio per gli altri operatori sanitari di Matsés. Comprendi che la salute futura della sua gente dipende dalla creazione di sistemi sanitari duali e dinamici che consentono alla comunità di attingere al meglio da entrambi i mondi.

Inoltre, è stato concordato che il nostro lavoro agroforestale dovrebbe essere esteso all’integrazione delle piante medicinali. Si baserà sulla foresta di guarigione creata da uno dei più grandi guaritori di matsé di Nuevo San Juan e attualmente gestita dal figlio Antonio Jiménez. Per un estraneo, la foresta sembra un tratto regolare di foresta tropicale lungo il sentiero per le fattorie, a circa 10-15 minuti dal villaggio. Alla presenza del capo sciamano che indica le piante medicinali, in un attimo ti accorgi che in realtà sei circondato da una costellazione di piante medicinali coltivate dai guaritori di matsés per il suo uso nel trattamento di varie malattie. Molte piante e funghi non crescono nei giardini esposti al sole e richiedono ecosistemi forestali tropicali per la loro propagazione. Posizionare la foresta curativa a 10-15 minuti dal villaggio è caratteristica dell’efficienza matsé. Se hai un figlio malato, non vuoi dover viaggiare per 4 ore per trovare un rimedio.

Mongabay: L’enciclopedia è stata scritta solo in lingua Matsé per proteggerla dalla bioprospezione e dal furto della conoscenza indigena. La paura della biopirateria è una vera preoccupazione per il matsé?

Applied traditional medicine of the Matsés. Photo courtesy of Acaté.
Medicina tradizionale applicata del matsé. Foto per gentile concessione di Acaté.

 

Christopher Herndon: Purtroppo, ci sono molti esempi di rapine di indigeni nella storia. Per il matsé in particolare, tutto è troppo reale. I matsé usano le secrezioni della pelle della grande rana scimmia (Phyllomedusa bicolore) nei rituali di caccia. Le secrezioni, abbondanti in vari peptidi bioattivi, vengono somministrate direttamente nel corpo, applicandole a recenti ustioni o tagli. In pochi istanti, le tossine causano intense risposte cardiovascolari e autonomiche che alla fine portano ad uno stato alterato di coscienza e ad un’acuità sensoriale elevata.

Sebbene la zona della grande scimmia si estenda in tutta l’Amazzonia, solo l’uso di queste potenti secrezioni è stato registrato nel matsé e in un piccolo numero di pano tribù vicine. Dopo che i rapporti sull’uso del matsé sono usciti dalla foresta, le indagini sulle secrezioni della rana in laboratorio hanno rivelato un complesso cocktail di peptidi con potenti proprietà antimicrobiche, narcotiche e vasoattive. Diverse compagnie farmaceutiche e università hanno presentato brevetti sui peptidi senza il riconoscimento degli indigeni, per i quali hanno a lungo svolto un ruolo unico e importante nella loro cultura. Anche un peptide antifungino della rana è stato inserito transgenicamente in una patata.

La paura della biopirateria è sfortunatamente una porta aperta su entrambi i lati. Molti scienziati e gruppi di conservazione in Amazzonia hanno realizzato progetti per documentare la conoscenza indigena della fauna locale, come la registrazione dei nomi di uccelli, ma generalmente non si sono intromessi con piante medicinali per paura di essere accusati di favorire la biopirateria. Tuttavia, poiché la conoscenza delle piante medicinali sta scomparendo quasi nella maggior parte dei gruppi indigeni e nessuno scrive, tragicamente i veri perdenti alla fine sono gli stessi indigeni. La metodologia sviluppata da matsé e Acaté può servire da modello per altre culture indigene per difendere le loro conoscenze ancestrali.

Mongabay: qual è stata la metodologia di Acaté e come protegge la conoscenza?

Christopher Herndon: Acaté e il matsé hanno sviluppato una metodologia innovativa per proteggere la loro saggezza ancestrale sulle piante medicinali dall’estinzione e, allo stesso tempo, salvaguardare le informazioni riservate dal furto da soggetti esterni. L’enciclopedia è scritta solo in matsé. È fatto da e per il matsé e le traduzioni in spagnolo o inglese non saranno fatte. Non sono stati inclusi nomi scientifici o fotografie di fiori o altre caratteristiche delle piante che siano facilmente identificabili da estranei.

Looking over the new encyclopedia. Photo courtesy of Acaté.
Diamo un’occhiata alla nuova enciclopedia. Foto per gentile concessione di Acaté.

 

Ogni capitolo dell’Enciclopedia di Medicina Tradizionale è stato scritto da un prestigioso anziano sciamano scelto dalla comunità. Ad ogni anziano era abbinato un matsé più giovane che, per mesi, trascriveva le sue conoscenze per iscritto e fotografava ogni pianta. Wilmer Rodríguez López ha raccolto le foto e il testo e l’ha passato al computer. È un esperto di matsé nella trascrizione scritta della sua lingua.

All’incontro, gli sciamani della tribù pubblicarono e rivedevano collettivamente per diversi giorni l’Enciclopedia compilata, la cui bozza superava le 500 pagine. Viene formattato e stampato l’Enciclopedia completa per il matsé, sotto la tua direzione, e non sarà pubblicato o divulgato al di fuori delle comunità.

20 Piante Medicinali
Per la farmacia di casa – Rimedi e ricette per curare i disturbi più comuni con le erbe di tutti i giorni
€ 13.9

Speriamo che l’indiscutibile successo della metodologia pionieristica di Acaté e dei nostri partner indigeni aprirà le porte a sforzi simili in tutta l’Amazzonia e oltre. Vediamo già gli sforzi di altre organizzazioni ansiose di ripeterlo.

Mongabay: Ovviamente l’asse centrale è quello di preservare la cultura e la conoscenza di Matsé, ma in teoria, la tua saggezza medica potrebbe aiutare le persone in tutto il mondo. Esiste una situazione specifica per cui gli sciamani e il popolo Matsé condividono la loro conoscenza delle piante e delle cure dell’Amazzonia? O la fiducia è troppo indebolita?

Christopher Herndon: Acaté non può parlare a nome del Matsé a tale proposito. Posso dire che, lavorando con i guaritori indigeni in tutta l’Amazzonia, in generale mi sembra di condividere le loro conoscenze se vi avvicinate con rispetto. Hanno anche una curiosità intellettuale su altri sistemi di guarigione, incluso il nostro.

Matsés village. Photo courtesy of Acaté.
Villaggio matsè. Foto per gentile concessione di Acaté.

 

Alcune delle medicine più importanti dell’essere umano, come il chinino e l’aspirina, sono state sviluppate imparando i guaritori tradizionali. A causa della situazione politica e delle paure internazionali della biopirateria, è una sfida anche per le case farmaceutiche ben intenzionate raggiungere accordi con un’equa distribuzione di benefici per attuare tali iniziative. A fini pratici, la complessità delle conoscenze e delle medicine indigene è tale che non è possibile valutare completamente la fitochimica nel periodo in cui la conoscenza sta per essere persa. Sebbene non progettato per questo, l’Enciclopedia lascia aperte le opzioni per il futuro del matsé; un futuro che, in confronto a molti precedenti storici, determineranno.

Né dovremmo dimenticare la prospettiva che, fino all’enciclopedia, il sistema sanitario matsé completo era sull’orlo della scomparsa a causa di influenze con il mondo esterno. I Matsé vivono in aree isolate dove l’assistenza medica esterna è limitata e una vera sfida. Matse dispensari molte comunità, soprattutto quelle più a monte ripetutamente una malattia introdotta è rimasto senza le medicine più elementari, come quelli utilizzati per trattare la malaria falciparum ,. Il Matsé paga in modo esponenziale per le medicine dall’estero, che sono una spesa considerevole per molte persone anziane senza fonti di reddito. Il semplice microscopio per strisci di malaria è stato rotto in quasi tutte le città che ho visitato. In confronto, viviamo in un mondo con assistenza medica in abbondanza. Se ci fosse un dialogo, secondo me dovresti iniziare con come possiamo sostenerli nel presente invece di come possono aiutarci in futuro.

Mongabay: molte persone vedono la medicina e la conservazione delle foreste tropicali come aree separate. In che modo la salute è legata all’ambiente?

Christopher Herndon: La salute di un popolo, la sua cultura e l’ambiente sono inestricabilmente connessi. Non si può pensare a delle realtà mediche e socio-economiche difficili di Haiti senza comprendere il contesto in cui il 98% del paese è disboscata con un sacco di terra, insieme con un potenziale futuro, eroso. Il confine tra Haiti e l’adiacente Repubblica Dominicana può essere visto dal satellite come una transizione improvvisa dal marrone al verde, il risultato di approcci diversi all’uso delle risorse. Allo stesso modo, le immagini dell’Etiopia presenti nella coscienza moderna smentiscono il fatto che, solo un secolo fa, l’Etiopia era un paese con una notevole quantità di copertura forestale.

Clinic in Matsés village. The Matsés use both traditional healing and Western medicine, but supplying and running remote clinics is difficult. Photo courtesy of Acaté.
Ambulatorio in una città matsé. Il matsé usa sia la medicina tradizionale che quella occidentale, ma è difficile da amministrare e dirigere le cliniche ambulatoriali. Foto per gentile concessione di Acaté.

 

Bambini e Piante Medicinali
Manuale per proteggere la salute dei piccoli con gemmoterapia, fitoterapia e oli essenziali
€ 13

Il destino del matsé e della loro cultura è per sempre legato al futuro delle loro foreste. Proteggendo le foreste e rafforzando la tua cultura, proteggi la tua salute da un futuro rovinato dal diabete, dalla malnutrizione, dalla depressione e dall’alcolismo. La seconda ondata di malattie “introdotte” di solito mette in moto comunità indigene di breve generazione continuando a contattare il mondo esterno. Visto in questo modo, le iniziative di conservazione bioculturale possono essere molto proficue e approcci preventivi all’assistenza medica.

Mongabay: come potrebbe l’enciclopedia aiutare a preservare la cultura matsé?

Christopher Herndon: A volte un cambiamento sul terreno inizia con qualcosa di così semplice e potente come un’idea. L’idea che la tua cultura, le tradizioni e il modo di vivere non siano inferiori o qualcosa di cui vergognarti, come altri potrebbero averti detto. L’idea che le foreste tropicali che tu chiami casa hanno un valore infinitamente più grande delle riserve di petrolio o del mogano con cui sono fatti i mobili. L’idea che il tuo dominio dell’ambiente forestale non ti renda primitivo o arretrato, ma che ti posizioni di fronte al movimento di conservazione globale. L’Enciclopedia è un primo passo tangibile per colmare quel grande divario generazionale prima che sia troppo tardi. L’iniziativa dell’Encyclopaedia rinnova il rispetto per la saggezza degli anziani e rende la foresta un magazzino di guarigione e un luogo per imparare.

Mongabay: L’enciclopedia è stata completata e finalizzata in una riunione dei capi Matsés di tutto il territorio e dei restanti anziani sciamani. Com’era l’atmosfera dell’incontro?

Herndon with shaman looking at medicinal plants. Photo courtesy of Acaté.
Herndon con uno sciamano che guarda le piante medicinali. Foto per gentile concessione di Acaté.

 

Christopher Herndon: l’incontro senza precedenti si è svolto in uno dei villaggi più remoti del territorio di Matsé. È estremamente difficile descrivere a parole l’emozione provata da tutti i partecipanti quando gli Anziani Matsé hanno parlato delle battaglie che hanno combattuto, letteralmente, per difendere il territorio di Matsé e il suo modo di vivere. Molti hanno trattenuto le lacrime quando un vecchio dopo l’altro ha esortato i giovani a sfruttare l’opportunità di colmare il vuoto lasciato dall’anziana morte, proprio come quando vivevano i nonni. Ho lavorato nella conservazione bioculturale in Amazzonia per 15 anni ma è stata una delle esperienze più stimolanti per ascoltare il potere del loro oratorio e la determinazione nelle loro voci. Ti rendi immediatamente conto che i Matsé sono guerrieri del cuore, che hanno combattuto duramente per proteggere le loro terre e che continueranno a combattere.

Dichiarazione: Chris Herndon fa parte del consiglio di amministrazione di Mongabay.org, mentre il fondatore di Mongabay Rhett Butler fa parte del consiglio di Acaté Amazon Conservation. Rhett non è stato coinvolto nel processo editoriale di questa intervista.

Fonte: mongabay.com

Condividi su

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *