Come smettere di fumare con le erbe senza soffrire molto

erbe polmoni sistema respiratorio

Molti provano a smettere di fumare ottenendo scarsi risultati e incentivando il vizio.La dipendenza da nicotina è complessa da eliminare,ma alcune erbe possono rendere questo percorso più lieve da sopportare.

Cominciamo col precisare che Non solo le erbe sono efficienti contro la nicotina,ma anche alcune tecniche di rilassamento come l’agopuntura e la fitoterapia.s

Smettere di fumare: Tecniche di disintossicazione dalla nicotina

Si può smettere di fumare in modo naturale, e quindi combattere la dipendenza da nicotina  disintossicandosi con una dieta ricca di frutta e verdura e spremute di agrumi. Ci si può aiutare con tisane disintossicanti a base di piante che drenano il fegato, i reni, ed il pancreas. Si possono eliminare i radicali liberi con la Vitamina C, gli antiossidanti, si può ricorrere a piante sedative in caso di ansia, di fame nervosa, Rodiola e Glucomannano, in caso di di crisi da astinenza le piante utili sono il composto escolzia, il tiglio.

La lecitina di soia è essenziale in quanto abbassa i livelli di colesterolo.E’ di primaria importanza fare una buona colazione, bere due bicchieri di acqua calda appena alzati, sono utili le seguenti erbe, a base di tarassaco, carciofo, bardana e fumaria, le quali sono piante disintossicanti per il fegato, reni, ed il pancreas. Per una maggiore azione depurativa e’ bene bere almeno 2 litri di liquidi a piccoli sorsi lontano dai pasti, preferendo tisane, spremute, pompelmi, arance, limoni. Passeggiare molto e fare esercizi di respirazione inspirando ed espirando profondamente al fine di far riprendere l’elasticità agli alveoli polmonari, la attività fisica e’ utile al cuore, ai polmoni, riattiva la circolazione sanguigna. Il tabacco distrugge la vitamina C, ed indebolisce le difese immunitarie, quindi i fumatori corrono più rischio degli altri di ammalarsi.

Loading...

Leggi anche: Tutti i prodotti chimici nocivi contenuti nelle sigarette

Erbe che aiutano a smettere di fumare

 

  • IPERICO Sembra possa contribuire a superare l’ astinenza dal fumo con il suo effetto antidepressivo
  • VALERIANA Per la sua azione calmante pare in grado di contrastare lo stato di agitazione legato alla carenza di nicotina
  • PASSIFLORA Presa insieme con le precedenti erbe, potrebbe avere un effetto sulla dopamina, neurotrasmettitore del benessere
  • Preparato a base di iperico, valeriana e passiflora.Sfruttando l’ effetto antidepressivo dell’ iperico e la capacità di contrastare ansia e insonnia di valeriana e passiflora, il rimedio “verde” si è rivelato utile nei fumatori che non hanno avuto benefici da altri trattamenti o che non volevano o non potevano ricorrervi.
  • La lobelia è una pianta della famiglia delle campanulacee, originaria del sudamerica e oggi disponibile in tutto il globo. Produce delle sostanze che si legano ai recettori della nicotina e, di conseguenza, può aiutare a combattere i sintomi della dipendenza da fumo. Pur essendo fra gli ingredienti di alcuni prodotti commerciali per smettere di fumare, il suo carico potenzialmente tossico esclude il fai-da-te: le dosi devono essere stabilite da un medico esperto e bisogna teoricamente stare lontani dal sovradosaggio.
  • L’erba di San Giovanni, un ritrovato naturale solitamente impiegato come leggero aiuto nei casi di depressione, ha effetti anche sulla dipendenza da fumo. In uno studio condotto dalla Mayo Clinic con il supporto del National Cancer Institute degli Stati Uniti, a 24 pazienti è stata somministrata giornalmente l’erba di San Giovanni, in abbinato a consigli psicologici per il supporto alla dipendenza. Dopo 12 settimane, il 40% dei partecipanti al trial ha smesso di fumare.Da non assumere assolutamente con antidepressivi.
  • L’assunzione di ginseng può aiutare a regolare il livello di dopamina nell’organismo, sostituendosi di fatto alla sigaretta. Per questo motivo, può essere assunto senza troppe complicazioni – a eccezione dei casi di palese allergia – per coadiuvare il superamento della dipendenza.
  • Molto utile sembrerebbe anche la liquirizia, da assumere quando si sente la voglia di accendersi una sigaretta: il forte sapore e la persistenza del gusto in bocca aiuteranno a superare i momenti di crisi.

Fonti : http://www.greenstyle.it/

http://www.corriere.it/

Condividi su

Questo articolo non si sostituisce in alcun modo al rapporto tra paziente e medico, esso ha una funzione divulgativa e non intende rappresentare una guida per automedicazione, diagnosi o cura. I suggerimenti e i consigli generali mirano esclusivamente a favorire nuove e migliori abitudini alimentari. ed uno stile di vita salutare. Le patologie e alcuni stati fisiologici richiedono l’intervento diretto di un professionista, e la collaborazione del medico curante. E’ sempre opportuno il parere del medico prima di intraprendere cambiamenti sostanziali nelle abitudini quotidiane.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:
Loading...

1 Commento

  1. Pingback: Tutti i prodotti chimici nocivi contenuti nelle sigarette

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *