Coronavirus. Dagli USA un potenziale vaccino finanziato da Bill Gates

USA. Arriva un altro potenziale vaccino contro il Covid-19. In laboratorio i primi risultati positivi. Molto presto potrebbe essere prodotto e distribuito.
coronavirus vaccino bill gates

La ricerca non si arresta… Gli scienziati di mezzo mondo non smettono di studiare ed analizzare questo Virus che ha colpito l’intero pianeta, senza distinzione.
Molte nazioni sono impegnate a trovare un vaccino efficace che possa rappresentare una speranza e che permetta di non aver più paura del Covid-19.

Anche se non facciamo altro che sentirne parlare, purtroppo ad oggi non si hanno tante informazioni, delle volte sono contrastanti tra loro e con il tempo vengono smentite ed ampliate da una ricerca inarrestabile che fa sempre passi avanti. Questo accade perché si tratta di un virus nuovo, mai visto primo e ignoto persino a medici, virologi e scienziati i quali stanno imparando a conoscerlo pian piano.

Dagli Stati Uniti adesso arriva una speranza.
E’ iniziata la sperimentazione di un potenziale vaccino finalizzato dalla Fondazione di Bill Gates e sua moglie Melinda in collaborazione con la Coalizione per le innovazioni in materia di preparazione alle epidemie. Questo vaccino si chiama Ino-4800.

Si tratta dell secondo potenziale vaccino contro il coronavirus ad iniziare la sperimentazione umana negli Stati Uniti.
Il vaccino sperimentale è stato iniettato su 40 pazienti volontari adulti sani a Philadelphia presso la scuola di medicina della University of Pennsylvania e a Kansas City, Missouri, nel Center for Pharmaceutical Research.

Ogni volontario riceverà due dosi di vaccino a quattro settimane di distanza l’ una dall’altra.
Ci si aspetta una rapida risposta di questo studio e i risultati sulla sicurezza entro la fine dell’estate. Se questi risultati saranno positivi, l’azienda avvierà rapidamente un altro studio incentrato sulla valutazione dell’efficacia del vaccino contro il virus.

La sua sperimentazione è avvenuta grazie al centro Biotech della Pennsylvania “Inovio Pharmaceuticals” ed ha ricevuto l’autorizzazione a iniziare i test su persone dopo il primo esito positivo in fase di laboratorio su cavie.
La ricerca è iniziata già a Gennaio quando era stata isolata la sequenza genica del virus.
Il centro Biotech della Pennsylvania prevede di avere presto dei dati concreti che accertino la sicurezza e l’efficacia dell’ Ino-4800 entro la fine dell’estate così da riuscire a produrre 1 milione di dosi entro la fine del 2020.

Coronavirus: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *