Come coltivare aglio in un vaso in casa o sul balcone

Basta davvero poco per realizzare un piccolo orto in casa propria. Ecco come coltivare aglio in un semplice vaso. E’ ottimo per la salute e per realizzare cibi gustosi.
coltivare aglio in vaso

L’aglio è un ortaggio molto in uso, oltre che ad insaporire le pietanze vanta una serie di benefici per la nostra salute e per questo sarebbe buona abitudine averlo sempre in casa. In questo periodo in cui ci troviamo a dover riempire le giornate facendo qualcosa di produttivo, potremmo realizzare un piccolo orto fai da te sul nostro balcone di casa, sul terrazzino o anche sul davanzale.

Potrete scegliere quello che più vi piace come ad esempio sedano, prezzemolo, basilico, pomodori o cipolle… Insomma a voi la scelta, ovviamente in funzione dello spazio che avete a disposizione!
Oggi vi diremo come piantare aglio semplicemente utilizzando dei vasi e senza occupare molto spazio.

L’aglio è una pianta bulbosa appartenente alla famiglia delle Amaryllidaceae, inizialmente originario di alcuni regioni montagnose dell’Asia, poi conosciuto e diffuso in tutto il resto del mondo in particolar modo nelle zone con clima temperato e subtropicale.
L’aglio è una pianta aromatica dal cui bulbo possiamo trarre mille risorse: è ricco di vitamine A, B, C e D. Possiede molto acido fosforico, fitosteroli e oli essenziali, è ricco di sali minerali come: selenio, magnesio, fosforo, potassio, calcio con una buona presenza di ferro.
Inoltre al suo interno è contenuta una preziosa sostanza chiamata allicina la quale possiede un fortissimo potere antibatterico e antibiotiche naturali.

Ti potrebbe interessare anche:

Come coltivare la menta in casa. 7 validi motivi per farlo;
Coltivare l’avocado in casa. Ecco tutti i passaggi;
L’atto più rivoluzionario in assoluto: coltivare il proprio cibo;
Permacultura :come coltivare senza fertilizzanti ne diserbanti;
Come coltivare lo zenzero in casa o in un vaso sul balcone;
Aglio, proprietà,benefici,valori nutrizionali e controindicazioni;
Come usare l’aglio per sbarazzarci di Herpes, Verruche e Eczema;
Alcol d’Aglio: Come realizzare un insetticida naturale super efficace;
Aglio cinese pieno di candeggina e pesticidi. Come riconoscerlo;
Dormire con uno spicchio d’ aglio sotto il cuscino. E’ una tradizione millenaria e il motivo vi sorprenderà;
Aglio e Limone:L’ ottima soluzione contro grassi e Calcificazioni;
Metti uno spicchio d’ aglio in bocca contro il mal di denti;
Aglio. Ecco chi e perché dovrebbe assolutamente evitarlo;
Lo sai che puoi guarire tanti disturbi con l’ Aglio? Ecco quali e come usarlo.

Come coltivare aglio in casa

Alla luce di tutte queste informazioni, possiamo ben capire per quale motivo sia davvero importante coltivare aglio per averne sempre una scorta nella dispensa di casa. Farlo è semplicissimo anche perché questo ortaggio non richiede particolare terreno tanto meno tecniche e cure specifiche. L’unica informazione che dobbiamo tener presente è che non tollera i ristagni di acqua e per questo è buona cosa innaffiarlo con moderazione.
Tutto quello che vi occorrerà sarà: un vaso di media grandezza, 8/10 spicchi d’aglio e del terriccio per la coltivazione.

Procedimento

Prendiamo un vaso di media grandezza ( va benissimo uno 40x40x40; se lo avete più piccolo andrà bene ugualmente, ad ogni modo regolatevi in funzione degli spicchi da piantare).
Riempiamo il vaso di terriccio e posizioniamolo in una parte del balcone in cui arrivino abbondantemente i raggi solari, andrebbe bene anche a mezz’ombra ma a patto che non sia coperto per gran parte del giorno, soprattutto durante la stagione vegetativa.

A questo punto prendiamo un’intero bulbo di aglio e separiamo gli spicchi uno per uno.
Inseriteli nel terreno andando circa 4/5 cm in profondità e lasciandoli in posizione verticale. L’importante è mantenere gli spicchi distanziati tra loro di almeno 15 cm per lasciar loro lo spazio di crescere.

Innaffiate di tanto in tanto ma senza esagerare. Per capire quando è il momento di dare dell’acqua mettete un dito nel terreno e se questo si presenterà asciutto mettetene un po’, ma senza esagerare per evitare ristagni di acqua nel sottovaso: questi sono deleteri.
Le piantine di aglio inizieranno subito a crescere in altezza fino ad avere un fiore abbastanza colorato dall’inconfondibile odore di aglio. Lo stelo avrà una colorazione verde ma l’aglio non p ancora pronto per essere raccolto.

Sarà pronto per la raccolta solo quando lo stelo seccherà assumendo una colorazione giallognola tendente al marrone.
A questo punto potremmo sradicarlo dalla terra, e vedremo che ogni singolo spicchio d’aglio, avrà dato vita ad un bulbo nuovo.
Una volta estratto dalla terra lasciamolo seccare all’ aperto per circa 15/20 giorni, così da essiccare anche la buccia che si trova attorno ai bulbi. Quando avrà una consistenza di carta saranno pronti per l’uso.

Potrete conservare l’aglio lasciandolo appeso in un luogo fresco e asciutto, oppure inseritelo in un recipiente forato così da far passare aria. Se avete abbastanza bulbi di aglio potreste realizzare una treccia e appenderla in dispensa andando a prendere quello che vi serve volta per volta.

Aglio: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *