Chiede info sulle autopsie sui morti covid alla Camera, procedimento disciplinare contro il Dott. Manera

0 Condivisioni

Il Dott. Manera dopo aver chiesto in sala stampa alla Camera la ragione sul perché le autopsie siano state negate durante l’emergenza covid-19, invece di ricevere risposta ha ricevuto un procedimento disciplinare contro di lui da parte dell’Ordine dei Medici.
dottor manera sala stampa camera autopsie covid-19

Tempi difficili per i medici che esprimono opinioni diverse da quelle professate dall’Ordine dei Medici. L’ultimo esempio di questo intollerabile clima di censura riguarda il dott. Stefano Manera.
Il dottor Manera è medico chirurgo e anestesista all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo e durante l’emergenza coronavirus ha visto con i suoi occhi sia i malati sia i morti, essendo stato in prima linea nel reparto di rianimazione.

Recentemente aveva rilasciato una intervista a Virginia Camerieri per Byoblu24 che ha fatto molto scalpore e ha generato molte polemiche, dove ha sostanzialmente affermato che le autopsie sui deceduti per covid, che poi si sono rivelate fondamentali per trovare il miglior trattamento possibile per i malati, furono sconsigliate:

Noi abbiamo avuto una negazione nel poter fare le autopsie. Se vi ricordate era stato espresso un divieto nel fare le autopsie, e furono proprio due colleghi anatomopatologi dissidenti dell’ ospedale Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo che iniziarono a fare le autopsie sui primi casi, anche se questa pratica era stata scoraggiata e in un certo senso vietata anche dal tribunale di Milano.
Fu l’unica possibilità che rese evidente quelle che erano le reali cause di morte da covid.

Quando gli anatomopatologi del nostro ospedale iniziarono a comunicare gli esiti delle prime autopsie, che vennero condotte di nascosto a metà marzo (in piena pandemia), noi da quel momento in poi capimmo molte cose. Mettendo insieme questi dati con quelli già in possesso abbiamo iniziato a trattare il paziente covid come andava trattato”.

Ma il Dott. Manera non si è fermato a questo, ha rilasciato una intervista con dichiarazioni simili a Massimo Mazzucco, noto blogger “controcorrente” italiano.
Prendendo spunto dalle scoperte fattre dalle autopsie Stefano Manera, il 24 aprile, insieme ad altri medici, ha scritto un appello al ministro Speranza per incentivare l’uso del desametasone in ambito extraospedaliero. Sarebbe servito a frenare la tempesta citochinica riducendo l’aggravamento della malattia e di conseguenza il numero di morti.

Furono ignorati e due mesi dopo il Regno Unito ha annunciato al mondo intero che il desametasone poteva avere un ruolo chiave nel salvare vite umane…
La “ciliegina sulla torta” è stata posta qualche giorno fa, quando Manera “è stato sottoposto a procedimento disciplinare da parte dell’Ordine dei Medici dopo il suo intervento al convegno sull’emergenza Covid organizzato, in collaborazione con l’Associazione L’Eretico, alla sala stampa della Camera dei deputati, al quale hanno preso parte molti esperti, medici, giornalisti ed intellettuali.

Manera, nel corso del suo intervento, ha chiesto conto della negata autorizzazione alle autopsie e delle mancate indicazioni sulle terapie. Questo gli è valso l’avvio di un procedimento che si mostra basato su un pregiudizio ideologico e sul maldestro tentativo dell’Ordine di assecondare la narrazione mediatica sulle criticità della gestione dell’emergenza Coronavirus” ha scritto in un comunicato stampa l’associazione L’Eretico.

A confermare l’accaduto è un post su facebook dello stesso dott. Manera che scrive:
“Oggi in sede ufficiale, nel Parlamento Italiano, ho chiesto ragione sul perché le autopsie siano state negate, così come perché le domande sulle terapie non abbiano avuto risposta.
L’unica risposta è stato ottenere l’avvio di un procedimento disciplinare nei miei confronti.
Provo solo tanta umana compassione.”


Di seguito mostriamo la conferenza stampa integrale in sala stampa della Camera dei Deputati del Dott. Manera.

Il caso del dott. Manera conferma il ruolo censorio dell’Ordine ed il suo prono asservimento ai diktat dell’OMS e dei suoi emissari in Italia. Non solo: l’atteggiamento dell’Ordine asseconda il criminale tentativo di imporre la dittatura sanitaria da parte di un Governo giunto a rispondere solo alle élite e alle case farmaceutiche” mette nero su bianco L’Eretico nel comunicato stampa.

0 Condivisioni

Manera: prodotti

I prodotti relativi a questo articolo sono facilmente reperibili online a prezzi vantaggiosi e SONO DISPONIBILI QUì →


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

1 Commento

  1. Kristian Antonini

    Grazie a dottori come Lui che c’è stata una risoluzione positiva in questo delirio. Andrebbe premiato! Piuttosto chiedersi chi e perché non ha voluto le autopsie. Per ingrandire la tragedia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *